STAGIONALI PRIMAVERA-ESTATE2011



  • A CURA DI PERGOLAMETEO.IT ….............DAVIDE DI SANTO............ANDATE ANCHE NEL SUO PORTALE

    Dopo un accurata analisi dei modelli stagionali, il portale meteo Pergolameteo.it, in esclusiva, pubblica le prime proiezioni stagionali per la primavera - estate 2011.

    Analisi meteo curata dal presidente di Pergolameteo.it, Davide Di Santo

    Le previsioni stagionali per l’inverno 2010-2011 in qualche caso hanno fatto fiasco, soprattutto per quanto riguarda l’area mediterranea, dove erano previste precipitazioni nevose abbondanti tra i Balcani e l’Italia centro-meridionale.

    Hanno inquadrato bene, il freddo sull’Europa orientale, sulla Russia, dove abbiamo avuto record termici negativi e nevicate abbondanti, poi le precipitazioni sopra media.

    Ora come proseguirà la situazione? Che primavera dovremo affrontare? E che estate 2011 ci aspetta? Qui daremo, cercheremo di dare qualche risposta.

    Tra fine Marzo e buona parte di Aprile, la formazione di un possente anticiclone tra Scandinavia e Russia, bloccherà le correnti atlantiche, che si dirigeranno verso latitudini più meridionali, quindi verso il Mediterraneo.

    Probabilmente a cavallo tra marzo e aprile, avremo tempo instabile – perturbato su buona parte dell’Italia, soprattutto centro-meridionale. Perturbazioni atlantiche che daranno vita a minimi depressionari basso mediterranei, molto profondi, che daranno vita a fiorenti perturbazioni.

    Avremo probabilmente forti sciroccate, con accumuli pluviometrici superiori alla norma.

    Dal punto di vista termico, avremo un altalena termica, con periodi miti e periodi freddi, infatti si prevedono fari affondi freddi durante le prima decade di Aprile, affondi freddi che saranno i colpi di coda dell’inverno 2010/2011.

    Il mese di Maggio invece per buona parte del periodo, vedrà la strutturazione di una possente figura anticiclonica tra nord-africa, spagna, Francia, Italia. Un mese che si rileverà non tanto primaverile, soprattutto al centro-nord, dove avremo i primi +30°C della stagione. Al sud, infiltrazioni fresche da nord-est, renderanno il clima leggermente più fresco, con temporali pomeridiani nelle zone interne.

    Precipitazioni al di sotto della norma.

    Solo a finire del mese, la nascita di una depressione a largo delle Azzorre, potrebbe compromettere la struttura di alta pressione, e portare entro inizio giugno maltempo diffuso alle basse latitudini mediterranee.

    Il mese di Giugno, potrebbe mostrarsi molto turbolento. La depressione citata sopra, potrebbe stazionare per parecchi giorni tra Spagna, Francia, Marocco e arcipelago delle Azzorre. Questo provocherà temporanee ma intense ondate di calore sull’Italia, soprattutto al sud, dove avremo temperature oltre la norma, con afa opprimente. Ma le ondate di caldo saranno brevi, intervallate da periodi temporaleschi molto intensi anche.

    Precipitazioni nella norma, o leggermente superiore. Rischio fenomeni intensi dopo le ondate di calore.

    Il mese di Luglio, sembra proseguire sulla falsa riga di giugno, alta pressione scandinava, depressione Iberico - Marocchina.

    Ondate di caldo anche intense, si alterneranno a periodi temporaleschi anche intensi. Nella prima parte del mese, probabilmente, varie depressioni nord-africane, porteranno intense fasi di maltempo tra il Sud Italia e i paesi nord-africani.

    Piogge sopra la norma la sud, nella media al centro, sottomedia al nord.

    Il mese di Agosto infine, sarà il mese che mostrerà maggiore stabilità atmosferica, ma non del tutto.

    Infatti dominerà la scena la depressione Iberico - Marocchina e l’alta pressione Scandinava.

    Ci aspettiamo quindi un mese di agosto alternato, periodi con tempo stabile e caldo e periodi instabili, con temporali e infiltrazioni fresche da nord-est.

    L’ITCZ (Intertropical Convergence Zone), zona di convergenze delle correnti tropicali, sembra essere più a sud, questo comporterà una minore presenza/minaccia dell’alta pressione africana sul Mediterraneo.

    Ricordiamo che le previsioni stagionali, sono elaborati sperimentali, quindi da prendere con le pinze. Negli ultimi periodi comunque stanno trovando maggiore affidabilità......



  • Ti ringrazio Cristian. ;)

    Vediamo se le "mie" stagionali troveranno conferma con i prossimi mesi che verranno…

    Saluti a tutti gli amici di 3bmeteo



  • è un piacere davide



  • ….... wow.......... ahahahahah che estate STRAVAGANTE ....... XD ... staremo a vedere..... !!!!!!!!!



  • eh si ma anche in altri lidi dicono di un estate non particolarmente esaltante,quest'anno L ITCZ dalle prime proiezioni sembra molto basso e addirittura sotto i tropici quindi avremo frequenti invadenza azzorriane…...x adesso sembra che il mostro AFRICANO sia scongiurato.ma sono solo proiezioni.aspettiamo comunque le prossime settimane e i prossimi mesi ;)



  • La Nina strong ( attualmente anomalia negativa a -1 ) potrebbe determinare anche forti scambi per Meridiani, come è stato lo scorsa Estate -ed Autunno.
    La scorsa Estate in Italia è stata un pò altalenante, fasi calde e fasi fresche , la fase piu calda è stata certamente la prima metà di Luglio'10 e l'ultima decade di Agosto'10. Durante il periodo invece, che dovrebbe essere piu caldo ( statisticamente) cioe fine Luglio prima metà di Agosto, è stato invece piu fresco , temperature sotto la norma ed anche un pò piovoso.
    La Primavera- Estate 2011 probabilmente sarà caratterizzato ancora da fasi alterne, e non si escludono anche possibili ondate calde Africane ( HP Azzorriano e HP SubTropicale di matrice Africana). La piovosità potrebbe essere superiore alla norma sia in Primavera ed in Estate. I mesi estivi con una instabilita piu accentuata, e probabili fasi piu fresche ( brevi ) sono Giugno ed Agosto.
    E' vero che la Nina attuale è forte, e non si verificava dagli anni '70 ( metà anni '70), e quel periodo anni '70 le Primavere e le Estati erano piu fresche e piovose, e la Nina potrebbe indicare questo tipo di tendenza per la prossima Primavera ed Estate.
    Ma è altrettanto vero , che siamo ,nonostante il calo ( Dic.'10 Gen.-Feb.'11) delle Temp. Globali, Oceani e Terrestri, siamo sempre nel periodo piu caldo che la Storia Climatica indica, (post P.E.G).. . l'ultimo decennio 2001-2010 è stato il piu caldo di sempre, l'anno Globale piu caldo rimane comunque il 1998 , e 2° il 2010.
    Gli effetti della Nina (o la P.D.O forse prevalere negativa e A.M.O. previsto in calo ? ) + Minimo Solare ? , certamente occorrono anni per stabilire un probabile e vero calo del G.W.,… attualmente potrebbero essere solo temporanei cali e quindi normali oscillazioni , come la statistica dimostra.
    E' vero anche, che il piu sensibile warming trend ( incremento delle anomalie positive ) Indice verso l'alto si è avuto negli anni '80/'90,.. ora nonostante le varie oscillazioni l'ultimo decennio ha dimostrato un trend piu stabile.



  • @tony:

    E' vero che la Nina attuale è forte, e non si verificava dagli anni '70 ( metà anni '70), e quel periodo anni '70 le Primavere e le Estati erano piu fresche e piovose, e la Nina potrebbe indicare questo tipo di tendenza per la prossima Primavera ed Estate.
    Ma è altrettanto vero , che siamo ,nonostante il calo ( Dic.'10 Gen.-Feb.'11) delle Temp. Globali, Oceani e Terrestri, siamo sempre nel periodo piu caldo che la Storia Climatica indica, (post P.E.G).. . l'ultimo decennio 2001-2010 è stato il piu caldo di sempre, l'anno Globale piu caldo rimane comunque il 1998 , e 2° il 2010.

    Infatti. La Nina comporta un'estate fresca, ma il trend da 20 anni a questa parte è verso un forte riscaldamento. Questa situazione contraddittoria a mio avviso rende molto difficile fare una previsione (come linea di tendenza) per l'estate.

    Intanto marzo sta deludendo. Nella terza decade c'era da aspettarsi il ritorno del VP, invece per qualche giorno sarà l'HP africano a farci visita. Sembra che la Nina per noi non esista proprio.



  • CHIEDO AIUTO I MODERATORI,PURTROPPO QUESTO è UN FORUM NON CONTROLLATO E QUINDI CAPITANO STE COSE,SPERO DAVVERO SI PRENDA PROVVEDIMENTI E VENGA NOMINATO UN MODERATORE…......CI VORREBBE IN QUESTI CASI ;)



  • @cristian8282:

    A CURA DI PERGOLAMETEO.IT ….............DAVIDE DI SANTO............ANDATE ANCHE NEL SUO PORTALE

    Dopo un accurata analisi dei modelli stagionali, il portale meteo Pergolameteo.it, in esclusiva, pubblica le prime proiezioni stagionali per la primavera - estate 2011.

    Analisi meteo curata dal presidente di Pergolameteo.it, Davide Di Santo

    Le previsioni stagionali per l’inverno 2010-2011 in qualche caso hanno fatto fiasco, soprattutto per quanto riguarda l’area mediterranea, dove erano previste precipitazioni nevose abbondanti tra i Balcani e l’Italia centro-meridionale.

    Hanno inquadrato bene, il freddo sull’Europa orientale, sulla Russia, dove abbiamo avuto record termici negativi e nevicate abbondanti, poi le precipitazioni sopra media.

    Ora come proseguirà la situazione? Che primavera dovremo affrontare? E che estate 2011 ci aspetta? Qui daremo, cercheremo di dare qualche risposta.

    Tra fine Marzo e buona parte di Aprile, la formazione di un possente anticiclone tra Scandinavia e Russia, bloccherà le correnti atlantiche, che si dirigeranno verso latitudini più meridionali, quindi verso il Mediterraneo.

    Probabilmente a cavallo tra marzo e aprile, avremo tempo instabile – perturbato su buona parte dell’Italia, soprattutto centro-meridionale. Perturbazioni atlantiche che daranno vita a minimi depressionari basso mediterranei, molto profondi, che daranno vita a fiorenti perturbazioni.

    Avremo probabilmente forti sciroccate, con accumuli pluviometrici superiori alla norma.

    Dal punto di vista termico, avremo un altalena termica, con periodi miti e periodi freddi, infatti si prevedono fari affondi freddi durante le prima decade di Aprile, affondi freddi che saranno i colpi di coda dell’inverno 2010/2011.

    Il mese di Maggio invece per buona parte del periodo, vedrà la strutturazione di una possente figura anticiclonica tra nord-africa, spagna, Francia, Italia. Un mese che si rileverà non tanto primaverile, soprattutto al centro-nord, dove avremo i primi +30°C della stagione. Al sud, infiltrazioni fresche da nord-est, renderanno il clima leggermente più fresco, con temporali pomeridiani nelle zone interne.

    Precipitazioni al di sotto della norma.

    Solo a finire del mese, la nascita di una depressione a largo delle Azzorre, potrebbe compromettere la struttura di alta pressione, e portare entro inizio giugno maltempo diffuso alle basse latitudini mediterranee.

    Il mese di Giugno, potrebbe mostrarsi molto turbolento. La depressione citata sopra, potrebbe stazionare per parecchi giorni tra Spagna, Francia, Marocco e arcipelago delle Azzorre. Questo provocherà temporanee ma intense ondate di calore sull’Italia, soprattutto al sud, dove avremo temperature oltre la norma, con afa opprimente. Ma le ondate di caldo saranno brevi, intervallate da periodi temporaleschi molto intensi anche.

    Precipitazioni nella norma, o leggermente superiore. Rischio fenomeni intensi dopo le ondate di calore.

    Il mese di Luglio, sembra proseguire sulla falsa riga di giugno, alta pressione scandinava, depressione Iberico - Marocchina.

    Ondate di caldo anche intense, si alterneranno a periodi temporaleschi anche intensi. Nella prima parte del mese, probabilmente, varie depressioni nord-africane, porteranno intense fasi di maltempo tra il Sud Italia e i paesi nord-africani.

    Piogge sopra la norma la sud, nella media al centro, sottomedia al nord.

    Il mese di Agosto infine, sarà il mese che mostrerà maggiore stabilità atmosferica, ma non del tutto.

    Infatti dominerà la scena la depressione Iberico - Marocchina e l’alta pressione Scandinava.

    Ci aspettiamo quindi un mese di agosto alternato, periodi con tempo stabile e caldo e periodi instabili, con temporali e infiltrazioni fresche da nord-est.

    L’ITCZ (Intertropical Convergence Zone), zona di convergenze delle correnti tropicali, sembra essere più a sud, questo comporterà una minore presenza/minaccia dell’alta pressione africana sul Mediterraneo.

    Ricordiamo che le previsioni stagionali, sono elaborati sperimentali, quindi da prendere con le pinze. Negli ultimi periodi comunque stanno trovando maggiore affidabilità......

    Sembrano le previsioni di Frate Indovino: attendibilità=0
    Infatti sono già sbagliate fin dall'inizio. Aprile inizierà con l'alta pressione di stampo estivo e non certo con profonde depressioni mediterranee accompagnate da accumuli pluviometrici superiori alla norma come scrive il relatore.



  • Particular blogs are a great speed to make known yourself and part your views about the world with friends, relatives, and the intermission of the world. Blogging can also be a serious going to breed a tick stream of part-time income. Most people that start unconscious to assemble their personal bllog from completely tiny judgement or webmaster skills. In low-down, most people that yearn for to engage started online possess no indication what Bluehost hosting is until they begin the make of erection their site.

    Bluehost is oft seen as the admittance focus to the cobweb hosting industry, especially as a service to novice webmasters that are looking after a homely hosting plan. Most people start d‚mod‚ with shared trap hosting in the vanguard moving on to more comprehensive hosting plans like VPS and dedicated hosting. No matter what, shared hosting does offer a practicable indestructible hosting solution for the as a rule blogger. The following knowledge outlines why shared entanglement hosting is matchless over the extent of most blogging sites, as sedately as the unvarnished modify of locale up a Bluehost Coupon.



  • Ieri sera verso le 9 si è sviluppato un temporale con circa 5-6 fulmini. Il temporale era passato troppo a Sud per recare fenomeni. Adesso però piove, +8C



  • @Gran:

    @cristian8282:

    A CURA DI PERGOLAMETEO.IT ….............DAVIDE DI SANTO............ANDATE ANCHE NEL SUO PORTALE

    Dopo un accurata analisi dei modelli stagionali, il portale meteo Pergolameteo.it, in esclusiva, pubblica le prime proiezioni stagionali per la primavera - estate 2011.

    Analisi meteo curata dal presidente di Pergolameteo.it, Davide Di Santo

    Le previsioni stagionali per l’inverno 2010-2011 in qualche caso hanno fatto fiasco, soprattutto per quanto riguarda l’area mediterranea, dove erano previste precipitazioni nevose abbondanti tra i Balcani e l’Italia centro-meridionale.

    Hanno inquadrato bene, il freddo sull’Europa orientale, sulla Russia, dove abbiamo avuto record termici negativi e nevicate abbondanti, poi le precipitazioni sopra media.

    Ora come proseguirà la situazione? Che primavera dovremo affrontare? E che estate 2011 ci aspetta? Qui daremo, cercheremo di dare qualche risposta.

    Tra fine Marzo e buona parte di Aprile, la formazione di un possente anticiclone tra Scandinavia e Russia, bloccherà le correnti atlantiche, che si dirigeranno verso latitudini più meridionali, quindi verso il Mediterraneo.

    Probabilmente a cavallo tra marzo e aprile, avremo tempo instabile – perturbato su buona parte dell’Italia, soprattutto centro-meridionale. Perturbazioni atlantiche che daranno vita a minimi depressionari basso mediterranei, molto profondi, che daranno vita a fiorenti perturbazioni.

    Avremo probabilmente forti sciroccate, con accumuli pluviometrici superiori alla norma.

    Dal punto di vista termico, avremo un altalena termica, con periodi miti e periodi freddi, infatti si prevedono fari affondi freddi durante le prima decade di Aprile, affondi freddi che saranno i colpi di coda dell’inverno 2010/2011.

    Il mese di Maggio invece per buona parte del periodo, vedrà la strutturazione di una possente figura anticiclonica tra nord-africa, spagna, Francia, Italia. Un mese che si rileverà non tanto primaverile, soprattutto al centro-nord, dove avremo i primi +30°C della stagione. Al sud, infiltrazioni fresche da nord-est, renderanno il clima leggermente più fresco, con temporali pomeridiani nelle zone interne.

    Precipitazioni al di sotto della norma.

    Solo a finire del mese, la nascita di una depressione a largo delle Azzorre, potrebbe compromettere la struttura di alta pressione, e portare entro inizio giugno maltempo diffuso alle basse latitudini mediterranee.

    Il mese di Giugno, potrebbe mostrarsi molto turbolento. La depressione citata sopra, potrebbe stazionare per parecchi giorni tra Spagna, Francia, Marocco e arcipelago delle Azzorre. Questo provocherà temporanee ma intense ondate di calore sull’Italia, soprattutto al sud, dove avremo temperature oltre la norma, con afa opprimente. Ma le ondate di caldo saranno brevi, intervallate da periodi temporaleschi molto intensi anche.

    Precipitazioni nella norma, o leggermente superiore. Rischio fenomeni intensi dopo le ondate di calore.

    Il mese di Luglio, sembra proseguire sulla falsa riga di giugno, alta pressione scandinava, depressione Iberico - Marocchina.

    Ondate di caldo anche intense, si alterneranno a periodi temporaleschi anche intensi. Nella prima parte del mese, probabilmente, varie depressioni nord-africane, porteranno intense fasi di maltempo tra il Sud Italia e i paesi nord-africani.

    Piogge sopra la norma la sud, nella media al centro, sottomedia al nord.

    Il mese di Agosto infine, sarà il mese che mostrerà maggiore stabilità atmosferica, ma non del tutto.

    Infatti dominerà la scena la depressione Iberico - Marocchina e l’alta pressione Scandinava.

    Ci aspettiamo quindi un mese di agosto alternato, periodi con tempo stabile e caldo e periodi instabili, con temporali e infiltrazioni fresche da nord-est.

    L’ITCZ (Intertropical Convergence Zone), zona di convergenze delle correnti tropicali, sembra essere più a sud, questo comporterà una minore presenza/minaccia dell’alta pressione africana sul Mediterraneo.

    Ricordiamo che le previsioni stagionali, sono elaborati sperimentali, quindi da prendere con le pinze. Negli ultimi periodi comunque stanno trovando maggiore affidabilità......

    Sembrano le previsioni di Frate Indovino: attendibilità=0
    Infatti sono già sbagliate fin dall'inizio. Aprile inizierà con l'alta pressione di stampo estivo e non certo con profonde depressioni mediterranee accompagnate da accumuli pluviometrici superiori alla norma come scrive il relatore.

    ECM non la pensa esattamente come dici tu….



  • @adoratoredelfreddo:

    @Gran:

    @cristian8282:

    A CURA DI PERGOLAMETEO.IT ….............DAVIDE DI SANTO............ANDATE ANCHE NEL SUO PORTALE

    Dopo un accurata analisi dei modelli stagionali, il portale meteo Pergolameteo.it, in esclusiva, pubblica le prime proiezioni stagionali per la primavera - estate 2011.

    Analisi meteo curata dal presidente di Pergolameteo.it, Davide Di Santo

    Le previsioni stagionali per l’inverno 2010-2011 in qualche caso hanno fatto fiasco, soprattutto per quanto riguarda l’area mediterranea, dove erano previste precipitazioni nevose abbondanti tra i Balcani e l’Italia centro-meridionale.

    Hanno inquadrato bene, il freddo sull’Europa orientale, sulla Russia, dove abbiamo avuto record termici negativi e nevicate abbondanti, poi le precipitazioni sopra media.

    Ora come proseguirà la situazione? Che primavera dovremo affrontare? E che estate 2011 ci aspetta? Qui daremo, cercheremo di dare qualche risposta.

    Tra fine Marzo e buona parte di Aprile, la formazione di un possente anticiclone tra Scandinavia e Russia, bloccherà le correnti atlantiche, che si dirigeranno verso latitudini più meridionali, quindi verso il Mediterraneo.

    Probabilmente a cavallo tra marzo e aprile, avremo tempo instabile – perturbato su buona parte dell’Italia, soprattutto centro-meridionale. Perturbazioni atlantiche che daranno vita a minimi depressionari basso mediterranei, molto profondi, che daranno vita a fiorenti perturbazioni.

    Avremo probabilmente forti sciroccate, con accumuli pluviometrici superiori alla norma.

    Dal punto di vista termico, avremo un altalena termica, con periodi miti e periodi freddi, infatti si prevedono fari affondi freddi durante le prima decade di Aprile, affondi freddi che saranno i colpi di coda dell’inverno 2010/2011.

    Il mese di Maggio invece per buona parte del periodo, vedrà la strutturazione di una possente figura anticiclonica tra nord-africa, spagna, Francia, Italia. Un mese che si rileverà non tanto primaverile, soprattutto al centro-nord, dove avremo i primi +30°C della stagione. Al sud, infiltrazioni fresche da nord-est, renderanno il clima leggermente più fresco, con temporali pomeridiani nelle zone interne.

    Precipitazioni al di sotto della norma.

    Solo a finire del mese, la nascita di una depressione a largo delle Azzorre, potrebbe compromettere la struttura di alta pressione, e portare entro inizio giugno maltempo diffuso alle basse latitudini mediterranee.

    Il mese di Giugno, potrebbe mostrarsi molto turbolento. La depressione citata sopra, potrebbe stazionare per parecchi giorni tra Spagna, Francia, Marocco e arcipelago delle Azzorre. Questo provocherà temporanee ma intense ondate di calore sull’Italia, soprattutto al sud, dove avremo temperature oltre la norma, con afa opprimente. Ma le ondate di caldo saranno brevi, intervallate da periodi temporaleschi molto intensi anche.

    Precipitazioni nella norma, o leggermente superiore. Rischio fenomeni intensi dopo le ondate di calore.

    Il mese di Luglio, sembra proseguire sulla falsa riga di giugno, alta pressione scandinava, depressione Iberico - Marocchina.

    Ondate di caldo anche intense, si alterneranno a periodi temporaleschi anche intensi. Nella prima parte del mese, probabilmente, varie depressioni nord-africane, porteranno intense fasi di maltempo tra il Sud Italia e i paesi nord-africani.

    Piogge sopra la norma la sud, nella media al centro, sottomedia al nord.

    Il mese di Agosto infine, sarà il mese che mostrerà maggiore stabilità atmosferica, ma non del tutto.

    Infatti dominerà la scena la depressione Iberico - Marocchina e l’alta pressione Scandinava.

    Ci aspettiamo quindi un mese di agosto alternato, periodi con tempo stabile e caldo e periodi instabili, con temporali e infiltrazioni fresche da nord-est.

    L’ITCZ (Intertropical Convergence Zone), zona di convergenze delle correnti tropicali, sembra essere più a sud, questo comporterà una minore presenza/minaccia dell’alta pressione africana sul Mediterraneo.

    Ricordiamo che le previsioni stagionali, sono elaborati sperimentali, quindi da prendere con le pinze. Negli ultimi periodi comunque stanno trovando maggiore affidabilità......

    Sembrano le previsioni di Frate Indovino: attendibilità=0
    Infatti sono già sbagliate fin dall'inizio. Aprile inizierà con l'alta pressione di stampo estivo e non certo con profonde depressioni mediterranee accompagnate da accumuli pluviometrici superiori alla norma come scrive il relatore.

    ECM non la pensa esattamente come dici tu….

    Invece si. Guardate questa carta! Ma Gennaio è stato un mese nella media pluviometrica sulle Alpi? Febbraio sicuramente sì, alle quote medio-alte si sono accumulati almeno un metro di neve a partire dalla metà di Febbraio!



  • Parlavo delle stagionali di ECM !!!!



  • Tra qualche giorno sarà già estate. Mi sa che rimpiangeremo 'sto inverno "cessoso".



  • Gran Zebru, meglio la primavera e il caldo che 2 mesi di foschie, smog e siccità. Nella mia città non nevica da inizio Gennaio apparte qualche fiocco verso la fine del mese, ma senza accumuli.



  • …........ mah......... stai a vedere che avremo un 2003 bis .......... :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:



  • @adoratoredelfreddo:

    …........ mah......... stai a vedere che avremo un 2003 bis .......... :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:

    Sono d'accordo con te… chissà, magari il prossimo inverno sarà migliore. Intanto l'inverno finisce con precipitazioni in media al nord, oltre la norma al sud. Infatti a Dicembre si sono avuti abbondanti precipitazioni, ben superiori alla norma. E anche un po' di neve su tutta l'Italia. Ma dopo.... si è ripetuto il 2003



  • E dire che secondo vari "ESPERTI" con la Nina dovevamo gelare. E invece in italia non ci sono irruzioni fredde da dicembre (a parte qualche effimera raffreddata sulle adriatiche). Per non parlare delle stagionali NCEP che vedono blu sull'Italia da almeno un anno.
    La realtà è che forse la temperatura del pianeta negli ultimi 10 anni si è sostanzialmente stabilizzata, anche se su valori elevati. Quindi se da noi fa sempre più caldo, in altre zone del pianeta il clima si sta raffreddando (vedi Americhe).
    Comunque aspettiamo maggio prima di trarre conclusioni sull'estate. Se maggio sarà caldissimo, allora al 90% vivremo una superestate. Se sarà fresco e instabile invece il caldo estivo, pur con qualche punta micidiale, sarà nel complesso più sopportabile.



  • La Nina sta mollando prima del previsto. Ma i suoi effetti nefasti si faranno sentire ancora per alcuni mesi. Comunque non è solo colpa della Nina se qui è già estate quando in America nevica ancora. Anche altri indici (NAO, AO) sono brutti per noi. Ho paura che prima della primavera del 2012 i cambiamenti saranno davvero modesti. Quindi prepariamoci ad accendere il condizionatore a manetta e a tenerlo acceso fino a settembre inoltrato.


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.