Evento o non evento?!



  • Partirei da un'analisi generale, anche se elaborata 24h fa, che comunque riterrei ancora piuttosto attuale.
    "Orbene, se il blocco riuscisse a "reggere" quanto basta, come ad ora paventato dal modellame assortito, indubbiamente potremmo trovarci a dover fare i conti con qualcosa in più di una scodata.
    Ma, visto l'andazzo finora avutosi e soprattutto la scarsa robustezza del blocco in itinere, soprattutto alle latitudini a noi favorevoli, tutto dipenderà dall'incisività del "colpo di maglio" da parte del nocciolo freddo in quota.
    Se sarà ben forzato, come pare, da un adeguato collassamento del getto l'affondo mediterraneo sarà incisivo e profondo, quanto basta per rasoiare almeno 2/3 (se non di più) dello Stivale.
    In bassa troposfera, intanto, un buon lavoro attrattore sarebbe fornito dal minimo in approfondimento a ridosso della nostra Penisola nel corso delle prossime 72 ore, che in medio-alta troposfera si troverebbe in fase con il fondo del cavo d'onda nel cui letto andrebbe a collocarsi il nocciolo gelido in discesa. Minimo in ulteriore rinforzo e lento scivolamento a levante a a seguire.
    La tempistica sarà fondamentale, oltre al mantenimento del percorso evolutivo fin qui analizzato.
    Il forcing zonale basso in rinvigorimento intorno alle 120h, infatti, se dovesse anticipare i tempi rischierebbe di far saltare il banco, inducendo un più rapido shift a levante di tutta la struttura depressionaria che, alla fine, risulterebbe assai meno diretta e performante per i "soliti noti".
    Il quadro dunque è ben diverso da quelli fin qui perpetuatisi, almeno per quanto attiene alle premesse. Quelle attuali sembrerebbero infatti diverse rispetto a quanto avvenuto a Dicembre e ad inizi Gennaio, come dimostrano, fra gli altri, alcuni indicatori (così come già argomentato oltretutto da diversi giorni a questa parte….) quali il quadro delle SSTA, seppur non ideale ma comunque meno "penalizzante", così come una MJO più determinante in termini di fase e magnitudo ed un minor collassamento degli indici AO e NAO. Elementi che sembrerebbero fornire premesse diverse, e quindi autorizzare qualche speranza in più rispetto a quanto avvenuto in precedenza.
    Ribadisco, gli intoppi possibili, sic stantibus rebus, sono comunque tanti e le limature saranno fisiologicamente inevitabili.
    Ma con un po' di fortuna, qualche speranza ad ora sembra davvero esserci."

    Allego, giusto per gradire, questa carta GFS18z di stasera:

    ;)



  • be anche lo 00 z coenferma che centro sud saranno sotto bufer di neve con isoterme diffusamente sollo la -7,tranquillo si avvicina ilmomento ;)



  • dai che stavolta sarà neve a Roma e napoli… :mrgreen:



  • Grazie davvero per questa esaurientissima dettagliata comprensibile e realistica rappresentazione del quadro meteo…
    :o :P :!: :arrow: :idea:
    Posso dire che adesso mi godrò questa settimana meteo che è solo all'inizio, senza illusioni ma anche con curiosità...
    ancora grazie 3BMeteo (sempre più FAN su Facebook)



  • @fnucera3bmeteo:

    dai che stavolta sarà neve a Roma e napoli… :mrgreen:

    L'impianto regge con coerenza Frank, inevitabilmente le premesse si fanno sempre più consistenti con il passare delle ore.
    La nota veramente positiva, almeno per il momento, è la resistenza del blocco.
    Occhio quindi alla sua resistenza ma anche alla disposizione, ci giochiamo molto proprio lì.

    @stevengal:

    Grazie davvero per questa esaurientissima dettagliata comprensibile e realistica rappresentazione del quadro meteo…
    :o :P :!: :arrow: :idea:
    Posso dire che adesso mi godrò questa settimana meteo che è solo all'inizio, senza illusioni ma anche con curiosità...
    ancora grazie 3BMeteo (sempre più FAN su Facebook)

    Grazie a te.
    Ci stiamo approssimando in ogni caso ad una fase assai intrigante e dalla sinottica non frequentissima.
    Un saluto anche a Cristian.
    ;)



  • fusse ca fusse la volta 'bbona???
    insomma una ne deve andare per il verso giusto e che miseria..



  • si speriamo paolo anche se gfs ha ridimensionato le termiche…......bah speriamo



  • grazie montel,spero che vivremo un bell episodio x me da giovedi fino a sabato mattina nevichera e da te anche….........ciao montel e speriamo bene,occhio che se w shifta vasella



  • Un piccolo contributo al lungimirante thread aperto da Luca ;)

    Tutto quanto descritto si concretizzerà in modo particolare tra mercoledì e venerdì, allorquando un severo blocco d'aria gelida travasatosi dall'Artico, imboccherà la via francese del Rodano per tuffarsi a piene mani sul bacino tirrenico. Il contrasto con l'afflusso di aria più mite in risalita dal comparto afro-medietrraneo costruirà una estesa perturbazione che porterà precipitazioni diffuse tra la sera di martedì e quella di mercoledì; in questo caso però si tratterà di aria mite, Scirocco in prevalenza, dunque la neve sarà relegata alle quote appenniniche, mediamente intorno ai 1400 metri. Poi nella notte su giovedì la prima svolta: transita proprio sulla verticale del Lazio il minimo di pressione legato a questa perturbazione e subentra un primo cambiamento d'aria, con il vento che ruota a nord e che reca il primo sostanziale calo delle temperature. Ma non sarà ancora arrivata l'ora. L'aria difatti si sarà fatta anche temporaneamente più asciutta e così si potranno avere delle schiarite nella mattinata di giovedì. Nel frattempo però un secondo impulso legato all'irruzione artica si sarà tuffato dal golfo del Leone verso il mare di Corsica; qui, anche grazie al contributo dinamico offerto da uno strappo di vento alle quote superiori, andrà approfondendosi rapidamente un secondo minimo di pressione, il quale si metterà in moto verso il Tirreno centrale, dove arriverà in serata. A precederlo un corpo nuvoloso nuovo di zecca (per gli addetti ai lavori: probabilmente una comma in successiva trasformazione in back bent occlusion?) alimentato da una notevole vorticità ciclonica alle quote superiori, e propenso quindi a un ottimo tiraggio verticale, favorevole alle precipitazioni.

    Il suo imminente arrivo sarà testimoniato nel tardo pomeriggio di giovedì, con un Libeccio freddo che rinforzerà portando rapidamente sul Roma e Napoli le prime nubi minacciose. Le prime gocce non tarderanno a farsi vedere, mentre inizialmente i fiocchi scenderanno fin verso i 300-400 metri. L'approfondimento del corpo nuvoloso però permetterà alle precipitazioni di intensificarsi in serata e questo causerà un rovesciamento del blocco freddo dalle quote superiori; ricordiamo che a 1300 metri sono previsti -6 gradi e a 5100 ben -38. La colonna d'aria verrà dunque attraversata da un brivido verticale ed ecco i primi fiocchi comparire sulla Capitale intorno all'ora di cena. Parte la notte bianca per Roma e per i Romani, ma a Napoli? La situazione potenzialmente sarebbe molto buona, con una colonna d'aria favorevole, e anche discretamente instabile (possibili rovesci nevosi) tuttavia il vento teso dal mare (per quanto in origine freddo) potrebbe spingere un po' troppo le nevicate verso l'interno, con un meccanismo simile a quello messo in atto dalla Bora sulle coste adriatiche. Napoli dunque potrebbe vedere la neve nei quartieri alti, con fiocchi misti ad acqua sul resto della città. Bene tutti gli altri centri dell'entroterra fino all'alba, compresi Caserta e naturalmente, Avellino e Benevento. Ottimi accumuli attesi anche sui monti del Cilento.



  • X noi adriatici luc auna mazza in pratica??????? peggioratissimo il run di gfs06 mi pare,anche se è quello che ha molti meno dati confermi???????????nevicherebbe solo venerdi a 200 mt e basta dopodiche pioggia…..................marche intendevo in particolare maceratese



  • @cristian8282:

    X noi adriatici luc auna mazza in pratica??????? peggioratissimo il run di gfs06 mi pare,anche se è quello che ha molti meno dati confermi???????????nevicherebbe solo venerdi a 200 mt e basta dopodiche pioggia…..................marche intendevo in particolare maceratese

    ehm! :roll:



  • @stevengal:

    @cristian8282:

    X noi adriatici luc auna mazza in pratica??????? peggioratissimo il run di gfs06 mi pare,anche se è quello che ha molti meno dati confermi???????????nevicherebbe solo venerdi a 200 mt e basta dopodiche pioggia…..................marche intendevo in particolare maceratese

    ehm! :roll:

    quindi in sostanza: evento o non evento? NON EVENTO! :evil:



  • http://www.3bmeteo.com/giornale/meteo_articolo-9750.htm

    bastava poi guardare queste cartine con un po' di attenzione per sapere che dietro il titolo non c'era quasi nulla: dovunque guardi e qualunque giorno scegli leggi solo e sempre pioggia, la neve fa sporadiche comparse qua e la brevemente e solo in altitudine, per il resto sono solo lanci mediatici per attirare lettori e il solito vecchio FANTAMETEO che è come lo SPECCHIO DEI DESIDERI, "sei tu la più bella del reame" :lol: :lol:

    Questa poi le batte tutte… venerdì mattina: molte nubi al Nord Est con residue nevicate sino in pianura sulla Romagna, schiarite altrove. Gran freddo ovunque al mattino. Temperature in lieve rialzo



  • @cristian8282:

    X noi adriatici luc auna mazza in pratica??????? peggioratissimo il run di gfs06 mi pare,anche se è quello che ha molti meno dati confermi???????????nevicherebbe solo venerdi a 200 mt e basta dopodiche pioggia…..................marche intendevo in particolare maceratese

    Guarda Cristian la differenza sta nella forma più ellittica del minimo al livello del mare nella giornata di giovedì. Questo sembra favorire una sorta di spinta delle precipitazioni verso nord (oltre il fuoco settentrionale dell'ellisse), con maggior coinvolgimento anche della pianura Padana occidentale (nevicate ;) ). Anche sulle Marche tutto si sposta verso nord, quindi sembrerebbero favorite a questo punto le zone a nord di Ancona, con neve possibile fino alle coste. A sud di Ancona ci saranno invece due fattori negativi a remare contro, nel Maceratese solo il primo, nell'Ascolano anche il secondo. 1) la minore intensità delle precipitazioni, quindi del rovesciamento freddo dall'alto, con limite delle nevicate che sale verso i 300 metri. 2) la parziale ombra pluviometrica proiettata dalle frange appenniniche rispetto ai venti da nord-ovest. Il target delle precipitazioni è comunque per la prima metà di giovedì. Già nel pomeriggio o al più in serata l'occlusione se ne andrà quindi venerdì rimarrà solo un po' di nuvolaglia sparsa per rotazione del vento da nord-est a 850hPa ma difficile che venga giù qualcosa.

    Cmq l'evento, come dici tu giustamente, rimane per le regioni tirreniche tra le quali rientrano in zona cesarini ancheToscana ed Umbria ma per un successivo corpo nuvoloso, quindi a partire da giovedì sera.

    Ciao!



  • ancona quest' anno è il finis terrae della neve!!!
    ho capito, neve in romagna e nel pesarese, ad ancona arriverà qualcosa ..da ancona in giù poco o niente insomma è stato il canovaccio di quest'inverno, già dal freddo prenatalizio



  • @Luca.Angelini:

    Un piccolo contributo al lungimirante thread aperto da Luca ;)

    Tutto quanto descritto si concretizzerà in modo particolare tra mercoledì e venerdì, allorquando un severo blocco d'aria gelida travasatosi dall'Artico, imboccherà la via francese del Rodano per tuffarsi a piene mani sul bacino tirrenico. Il contrasto con l'afflusso di aria più mite in risalita dal comparto afro-medietrraneo costruirà una estesa perturbazione che porterà precipitazioni diffuse tra la sera di martedì e quella di mercoledì; in questo caso però si tratterà di aria mite, Scirocco in prevalenza, dunque la neve sarà relegata alle quote appenniniche, mediamente intorno ai 1400 metri. Poi nella notte su giovedì la prima svolta: transita proprio sulla verticale del Lazio il minimo di pressione legato a questa perturbazione e subentra un primo cambiamento d'aria, con il vento che ruota a nord e che reca il primo sostanziale calo delle temperature. Ma non sarà ancora arrivata l'ora. L'aria difatti si sarà fatta anche temporaneamente più asciutta e così si potranno avere delle schiarite nella mattinata di giovedì. Nel frattempo però un secondo impulso legato all'irruzione artica si sarà tuffato dal golfo del Leone verso il mare di Corsica; qui, anche grazie al contributo dinamico offerto da uno strappo di vento alle quote superiori, andrà approfondendosi rapidamente un secondo minimo di pressione, il quale si metterà in moto verso il Tirreno centrale, dove arriverà in serata. A precederlo un corpo nuvoloso nuovo di zecca (per gli addetti ai lavori: probabilmente una comma in successiva trasformazione in back bent occlusion?) alimentato da una notevole vorticità ciclonica alle quote superiori, e propenso quindi a un ottimo tiraggio verticale, favorevole alle precipitazioni.

    Il suo imminente arrivo sarà testimoniato nel tardo pomeriggio di giovedì, con un Libeccio freddo che rinforzerà portando rapidamente sul Roma e Napoli le prime nubi minacciose. Le prime gocce non tarderanno a farsi vedere, mentre inizialmente i fiocchi scenderanno fin verso i 300-400 metri. L'approfondimento del corpo nuvoloso però permetterà alle precipitazioni di intensificarsi in serata e questo causerà un rovesciamento del blocco freddo dalle quote superiori; ricordiamo che a 1300 metri sono previsti -6 gradi e a 5100 ben -38. La colonna d'aria verrà dunque attraversata da un brivido verticale ed ecco i primi fiocchi comparire sulla Capitale intorno all'ora di cena. Parte la notte bianca per Roma e per i Romani, ma a Napoli? La situazione potenzialmente sarebbe molto buona, con una colonna d'aria favorevole, e anche discretamente instabile (possibili rovesci nevosi) tuttavia il vento teso dal mare (per quanto in origine freddo) potrebbe spingere un po' troppo le nevicate verso l'interno, con un meccanismo simile a quello messo in atto dalla Bora sulle coste adriatiche. Napoli dunque potrebbe vedere la neve nei quartieri alti, con fiocchi misti ad acqua sul resto della città. Bene tutti gli altri centri dell'entroterra fino all'alba, compresi Caserta e naturalmente, Avellino e Benevento. Ottimi accumuli attesi anche sui monti del Cilento.

    Come sempre, bella analisi di Luca, particolarmente intrigante (sotto il profilo orticellistico….) nella parte in neretto.
    La presenza di aria gelida in quota unitamente a marcati gradienti verticali dovrebbe rappresentare il "valore aggiunto" in questa circostanza, seppur nei limiti del possibile.
    Mi spiace soltanto che, al di là di tutto, oggettivamente l'evento non ci sarà per tutti.
    Speriamo almeno per qualcuno, a questo punto....
    ;)



  • @paolo:

    ancona quest' anno è il finis terrae della neve!!!
    ho capito, neve in romagna e nel pesarese, ad ancona arriverà qualcosa ..da ancona in giù poco o niente insomma è stato il canovaccio di quest'inverno, già dal freddo prenatalizio

    ok, ma il primo decennio 2000 spesso la neve andava da Ancona in giù con i cieli pesaresi poco nuvolosi e quelli anconetani nevosi, se per quest'ano va così devi accettarlo.
    Uscendo dall'orto…

    A me pare che questo peggioramento stia mettendo seriamente in difficoltà i previsori complice anche la dualità GFS-ECMWF ma anche l'insolita configurazione barica presente a livello europeo, mai come ora posso affermare, (dal momento che nessuno si è espressamente esposto con certezza a sole 48 ore) "ai posteri l'ardua sentenza" oppure "chi vivrà vedrà" :lol:



  • hai ragione!! però come al solito,ancona che sta in mezzo resta spesso fregata.. o prende de qua e de là o non prende niente.. nel dicembre 2007 mentre da san benedetto in giù c'erano 30 cm qui fece appena un'imbiancata!!
    e poi senigallia sta nella stessa barca nostra, speramus in frigore :D



  • @paolo:

    hai ragione!! però come al solito,ancona che sta in mezzo resta spesso fregata.. o prende de qua e de là o non prende niente.. nel dicembre 2007 mentre da san benedetto in giù c'erano 30 cm qui fece appena un'imbiancata!!
    e poi senigallia sta nella stessa barca nostra, speramus in frigore :D

    un latino alquanto makkeronico XD !!!!



  • @montel-NA:

    @Luca.Angelini:

    Mi spiace soltanto che, al di là di tutto, oggettivamente l'evento non ci sarà per tutti. Speriamo almeno per qualcuno, a questo punto….
    ;)

    e nfatti, forse per qualcuno (tra l'altro noi bassopadani siamo in pole position e quindi sono pure contento ;) ) ma certo non per molti, per dirla tutta sarà una faccenda per pochi intimi e soprattutto per poco tempo… :cry:
    Ma i media ci stanno sguazzando abbaloòòos (alla grande, in bolognese) e vai con la "offensiva glaciale" :lol: :!: :lol: :!:


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.