Neve in Adriatico tra lunedì e martedì, ne vogliamo parlare?



  • E finalmente arrivò anche l'ora degli Adriatici. Vedete ragazzi? Mai disperare, soprattutto quando si muove la stratosfera a darci una mano.

    Il grande sacco di freddo in calata dalla Scandinavia verso il Mediterraneo centrale farà la sua prima imponente sortita sullìEuropa nel corso delle prossime ore. Nel weekend l'avvicendamento di vari minimi depressionari (onde barocline) in seno all'onda madre principale (onda planetaria figliata dal riscaldamento stratosferico in atto) investirà ben bene anche l'Italia. La presenza distubante dell'arco alpino, di concerto con la traiettoria impostata dal getto in alta quota e alle sue iniezioni di vorticità, farà in modo da deviare questi mulinelli vorticosi lungo un percorso obbligato che dal Rodano li porterà sul bacino corso-ligure quindi all'alto Tirreno. Qui subentrerà l'azione destabilizzante di un'altra catena montuosa: gli Appennini. Da questo si può ben capire che il nostro grande sacco depressionario proiettato dall'Artico verrà destabilizzato a impulsi successivi proprio dagli strappi del getto che, sul suo ramo discendente, provvederà ad amplificare l'onda verso il mare Nostrum abbracciando in questo modo l'intero nostro Paese.

    Nella giornata di domenica uno di questi minimi secondari, corazzati di perturbazione, si porterà dall'alto Tirreno verso il medio Adriatico, per poi sfilare lentamente verso il basso Adriatico. Nel corso di questo trasferimento il mulinello andrà a pizzicare aria decisamente fredda dal comparto balcanico e la sospingerà verso l'Italia centrale tramite venti che sulle nostre regioni centrali ruoteranno di oltre 180°, con il Grecale e la Bora che subentreranno al precedente Scirocco. Va da sè che le temperature caleranno anche sensibilmente a partire dalla notte su lunedì. Fino ad allora (in particolare domenica) solo le Marche potranno sperare di vedere neve fino a quote collinari (e l'Emilia Romagna addirittura in pianura). Il bello però arriverà tra lunedì e martedì, quando le correnti in quota (500hPa) ruoterano da nord-ovest introducendo un bel nocciolo di -38°C!: l'allontanamento del sistema frontale principale però relegherà all'effetto di sbarramento orografico le precipitazioni. Sia lunedì che martedì si avrà quindi una classica linea di confluenza costiera poco al largo delle spiagge adriatiche, con rovesci che dapprima sembreranno scaricare in mare, ma che poi nel corso della giornata, si allargheranno anche all'interno. Ecco i nostri fiocchi guadagnare quindi strada tra le coste romagnole, quelle marchigiane e, tratti forse miste a pioggia, anche su quelle abruzzesi, molisane e foggiane, Gargano in primis. Si tratterà di precipitazioni intermittenti, più insistenti in determinati ristretti ambiti territoriali ben noti a chi vi abita, meno alla modellistica in generale che mal digerisce certi microclimi.



  • Ciao Luca, io invece devo cominciare a disperare o una mezza speranza per l'alto lago di Como ce l'ho almeno nel medio termine??



  • Ma no mai disperare, anche se nel'immediato per noi (dico noi perchè per metà sono Menaggino :D ) si mette un po male. Forse unica piiiiiccola speranza la notte su sabato, quando la temporanea rotazione a sud-ovest dei venti in quota a precedere l'ingresso di una perturbazione potrebbe regalare qualche fiocco tra Valtellina, Valchiavenna e alto Lario (forse sul lago però oltre i 300 metri). E la perturbazione? Niente quella arriva da nord e andremo in Foehn già sabato mattina, con rasserenamenti, vento da nord e clima secco, anche se via via più freddo. Qualche spruzzata solo sulle creste di confine ma rimarrà là. Cmq guarda la situazione generale rimane interessante, dopo che mezza Italia sarà finita sotto la neve, dalle carte sembra ci siano buone occasioni anche per noi. Quando? Nella prima settimana di febbraio, ma la butto lì. Adesso dobbiamo pazientare ancora.

    Ciaoo! ;)



  • speriamo luca che non ritrattino è l'ultima occasione per salvare quest'inverno dalla mediocrità!!



  • spaventoso x neve e gelo gfs12 pazzesco se si realizza 9 giuorni di neve memorabile :o



  • Ciao Luca.

    A vedere dalla carta di pressione al suolo dovremmo avere grecale lunedì. Io ho visto piovere con +3 °C al suolo e una -7 a 850 HPa qui (mi riferisco alla costa ovviamente).



  • state tranquilli gfsa06 propone da domenica e x 10 giorni a piu ruprese gelo freddo e neve anche fort ein adriATICO cn la dama bianca fino ai litorali state trqnuilli, -65 h all ingresso dell aria molto fredda…............ ;)



  • Un altro piccolo passo :roll: :

    Guardando la carta della vorticità potenziale, risulta evidente che gli strappi del getto risulteranno determinanti nella collocazione delle figure bariche sullo scacchiere euro-atlantico almeno fino al weekend tra il 6 e il 7 febbraio. In particolare porrei l'attenzione su:

    1. Il jet streak discendente che nel weekend scorrerà tra Islanda, Gran Bretagna e Spagna andando ad amplificare l'onda lunga su tutto il Mediterraneo centro-occidentale. Dalla destabilizzazzione di quest'onda, sia da parte dell'orografia che per motivi più strettamente dinamici, nascerà la prima perturbazione, quella di sabato, e la seconda, quella attesa tra domenica e lunedì, con focus fenomeni su tutto il centro-sud e con il progressivo abbassamento del limite delle nevicate lungo l'Adriatico con probabilità fin su pianure e fascia costiera (a partire dalle Marche verso sud) appunto tra lunedi e martedì. Siamo alla fase 1 di questa ondata fredda.

    2. Il jet streak ascendente che tra lunedì e martedì scorrerà tra il Labrador e l'Islanda andando a gonfiare l'alta pressione subtropicale atlantica che verrà stimolata a sforare fin sulla regione scandinava. Da qui partirà la fase 2 di questa ondata di freddo, con il coricamento degli assi di saccatura ne/sw e la retrogresione di un nucleo depressionario dalla Russia fin sulla regione balcanica, con nuovo interessamento del nostro sud e delle regioni adriatiche tra il 4 e il 6-7 di febbraio. E qui potrebbe scapparci ancora rischio neve fin sulle coste da Rimini a Lecce, oltre che a quote modeste anche sulle altre regioni del sud.

    Tanta carne al fuoco, quindi attendiamo con fiducia e trepidazione il regalo che il Generale ci sta per riservare :mrgreen: .



  • analisi perfetta luca ma domani secondo me saranno decisivi,intanto nel pomeriggio eccellenti gli aggiornamenti indici ao a fondo scala e sembra non riprendersi e nao neutra o debolmente positivia cio comporta fattibile blocking atlantico possente e continue retrogressioni da nord est da domenica intanto neve a 200 m su marche e romagna dalla serata fino alle coste abbondante da lunedi prima parte di martedi.poi dal 4 al 7 posssibile altro step nevoso splendida la dinamicita di questo febbraio,comunque ci divertiremo,gli indici non sbagliano se la nao era troppo giu allora mi preoccupavo. da sabato NOWCASTING MARCHE-ABRUZZO-EMILIA-ROMAGNA E MOLISE E SUD TUTTO :D



  • ragazzi non ce la faccio piu….dite che la vedro la neve in calabria (aspromonte) a 450 m s.l.m....???? :cry: :cry: :cry: :cry:



  • Qualche fiocco a quella quota lo potresti vedere credo tra la sera di lunedì 1 e la prima mattina di martedì 2. Per il resto neve in Aspromonte si, anche bella, ma oltre i 900-1000 metri. Prima di lunedì sera quindi magari fatti una bella puntata a Gambarie, lì il divertimento è assicurato :D

    Ciaoo!



  • d'accordo in tutto, ma non sulla copiosità delle precipitazioni.

    Rimane inoltre l'incognita vento.
    In caso di grecale, dato il mar Adriatico ancora relativamente "caldo" le temperature potrebbe lievitare e attestarsi intorno ai 3 °C lungo la costa anche con una -7 °C a 850 HPa.

    però come è già avvenuto in passato, con una lp tirrenica e dunque non ionica, abbiamo avuto maestrale al suolo, con il grecale che non è riuscito ad "invadere" la costa.



  • secondo me e neve da domenica mattina pom su marche a 200 m poi da lunedi fin dal mattino in pianura e dal pom su tutto il versante adriatico centro-meridionale,poi tranquilli che dal 3 retrogressione gelida e neve in painura da noi ciao



  • meteo 3b per il 3 dà temperature in rialzo e comunque le precipitazioni le vede dall'abruzzo in giù , crist che dici?



  • Ci sono due visioni distinte:

    Quella ECMWF e quella GFS.

    La versione GFS è ok sia per le precipitazioni, sia per le temperature e non dimentichiamoci che qui possiamo contare sull'effetto CAD (cooling air damming) qualora il sistema sinottico che innesca il grecale non sia particolarmente intenso.

    ECMWF è negativo per le precipitazioni, ma tutti gli adriatici sanno che con l'aria fredda che attraversa l'Adriatico l'effetto stau è inevitabile.

    Fermo restando altre possibili variazioni dei modelli, rimango ottimista per le prime ore di lunedì, anche se le precipitazioni saranno deboli.



  • dust concordo ci saranno le pcp ma non disperiamo solo con il nowcasting capiremo di piu i modelli a volte anche a 6 ore variano capisci? quindi tranquillo,paolo neve la vedremo stanne certo



  • intanto gfs 12z ha abbassato il minimo, il che farebbe pensare a clima asciutto per romagna e nord marche. Ma tutti noi conosciamo i balletti di gfs. Vai col nowcasting!!!!



  • Nowcasting emilia orientale (bologna) niente da segnalare, 0°C senza precipitazione, per ora non è aria da neve. :?: :?



  • intanto nevica in veneto,lombardia parte dell emilia fino alla romagna e zone interne di marche, speriamo che tra domani e dopodomani arrivi la neve



  • @cristian8282:

    intanto nevica in veneto,lombardia parte dell emilia fino alla romagna e zone interne di marche, speriamo che tra domani e dopodomani arrivi la neve

    bah, guarda che ti sbagli… qua non fa nulla ma nulla


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.