Zoommata delle nevicate al Nord



  • Auguroni alle Befane e ai Befani di questo forum(me compreso) :mrgreen: :mrgreen:

    Una breve e temporanea tregua quella del giorno dell'Epifania, poi ci penserà un vigore vortice in formazione sulle Baleari a determinare un “brutale” cambiamento delle condizioni atmosferiche a partire da giovedi sera. La spinta della saccatura verso il cuore del Mediterraneo centro occidentale, farà si che un nucleo molto freddo in quota si vada a gettare sul Mare Nostrum, andando a scavare un vigoroso minimo depressionario. Con l'avanzata del mulinello vorticoso che nel frattempo si sarà ulteriormente rafforzato anche per gli apporti energetici dovuti ai flussi di calore sensibile e latente, il tempo subirà un graduale e sensibile peggioramento ad iniziare dai settori più occidentali. Così dopo un inizio di giornata in “sordina”, la nuvolosità nel corso del pomeriggio-sera di giovedi andrà aumentando sui settori più occidentali. Tra la sera e la notte su venerdi si attendono delle nevicate diffuse al Nordovest, sino in pianura tra Piemonte e interne liguri, a quote basse in Lombardia, oltre i 200-500m altrove a causa delle correnti più tiepide portate dallo Scirocco. Possibile neve anche tra Savona e Genova. Queste inoltre favoriranno una risalita graduale della quota neve. Ad eccezione del piacentino ove potrà verificarsi qualche sporadica nevicate, tra pianure venete, Emilia Romagna, Mantovano e Bresciano sarà invece pioggia. Ma in seno alla pettinata umida trasportata da un forte vento a basso livello, il fronte nuvoloso agirà sulle regioni tirreniche con tutta la sua potenza tanto che abbondati precipitazioni coinvolgeranno ancora una volta la Toscana e la Liguria di levante, assumendo carattere temporalesco. Le piogge guadagneranno terreno verso il Lazio, la Campania e il nord della Sicilia. Venerdi ancora un altra giornata di passione. Al Nord avremo precipitazioni diffuse ed abbondati al mattino in lento esaurimento dal pomeriggio a partire da Ovest. Le nevicate si porteranno a quote più alte, dai 200-400m sulle Alpi centro orientali in graduale aumento sino a 700-120m. Solo sul Piemonte potremmo vedere la neve a quote molto basse. Tra interne liguri e basso Piemonte, specie tra Alessandrino e Astigiano non si esclude che le nevicate siano tali da apportare, a fine evento, accumuli molto abbondanti (sino a 50cm). Il brutto tempo continuerà a coinvolgere il Centrosud, specie quelle del versante tirrenico. Temporanee schiarite sull'estremo Meridione. Ma con lo spostamento verso sud del minimo, ecco riaffiorare un area potenzialmente molto instabile tra Sicilia e Ionio, zone dove potremmo assistere ad una attività temporalesca localmente di forte intensità. Sabato l'aria fredda in entrata dal Rodano si sarà poi dilagata a tutta la Penisola estendendosi anche al Sud dove si attende un sensibile calo delle temperature. Ma questa è un altra storia che vi racconteremo al prossimo appuntamento…



  • ma guarda 1 pò che novita!!!!! :mrgreen: :mrgreen:



  • Ennesima clamorosa toppata, al nord ovest non si è vista una briciola di neve da ieri sera e anzi, cieli sereni come nelle mattine estive e temperatura +5.0.



  • Non credo sia una vera toppata, è che il Nord è un concetto che inganna, chi è NORD? sul forum ho "scoperto" che, a forza di "microscale" e di "sinottiche", per Nord qui si intende a mala pena l'arco alpino e parte delle pianure limitrofe, quindi le "nevicate al nord" (come si capisce anche dal bel disegno che correda il lancio) in realtà interessano il 10-15% del territorio normalmente considerato "Nord" dalla "gente comune", che pensa ad un Nord che va da Rimini ad Aosta (ovest) e a Trieste (est) passando da spezia e massa/lucca ad ovest e da ravenna e rovigo ad est.
    Se la vediamo così, in effetti le previsioni sono corrette… capisco allora lo scorno per chi pensa di essere "nord" e si ritrova la pioggia o il sole...

    :roll: :idea:



  • non vi lamentate amici dal rubicone in sù, non lamentatevi.. volete che vi metta le immagini dei sibillini,così vi immagonite un pò???
    se voglio sciare o passare una domenica sulla neve mi devo fare 500 km… e questo nell'anno del freddo glaciale nel resto d'Europa...
    ma tanto con che me la prendo? col destino? il tempo è questo e bisogna prenderlo così.. sembra sempre sul punto di arrivare qualche irruzione continentale in adriatico e invece niente, si era detto l'8, poi il 9, poi il 10...



  • Perchè toppata? Mica doveva nevicare stanotte, la previsione della neve al nord si riferiva alla notte su venerdì.

    A proposito, a integrazione della già esaustiva analisi di Francesco, aggiungo una mia linea previsionale:

    Tra la tarda serata di giovedì e la notte su venerdì neve fino in pianura su Piemonte, fondovalle aostano, Piacentino e, più bagnata, su ovest Lombardia. Limite dei fiocchi posto lungo la direttrice Piacenza-Bergamo-valle Camonica. Ad est pioggia al piano e neve oltre i 400 metri. La tramontana scura trascinerà parte del cuscino freddo piemontese verso le province liguri di Genova e Savona, dove a tratti il vento potrà portare bufere di neve miste ad acqua a lambire le zone costiere.

    La linea di confluenza tra la Tramontana al livello del suolo e i forti venti meridionali al di sopra, determinerà la costruzione di un imponente ammasso nuvoloso aggiuntivo, ulteriormente esaltato dall'Appennino ligure, talchè su Cuneese, Astigiano e Alessandrino le nevicate risulteranno particolarmente copiose, con accumuli anche localmente superiori ai 40 centimetri.

    Nel frattempo sottovento all'asse della saccatura un flusso caldo-umido in arrivo dal nord Africa irromperà rapidamente nel corso della notte su venerdì sotto forma di Scirocco, imboccherà il corridoio adriatico finendo per investire poi buona parte del nord, dove alzerà le temperature e il limite delle nevicate, con la pioggia che guadagnerà rapidamente quota su nord-est ed Emilia fin verso i 1400 metri. In mattinata anche in Lombardia rialzo dei fiocchi tra 1000 e 1200 metri, in ulteriore rialzo nel pomeriggio.

    La pioggia subentrerà anche in Liguria e sul fondovalle aostano, con fiocchi solo oltre i 1000 metri. Il lago freddo piemontese invece terrà ancora nella fascia pianeggiante tra il Cuneese e l'Alessandrino dove i fiocchi, pur misti a pioggia, riusciranno ancora nel pomeriggio a fare la loro comparsa a tratti fin verso i 400 metri.

    In serata il grosso del sistema perturbato si porterà oltralpe, interessando ancora l'arco alpino con nevicate tra i 1000 metri di valle d'Aosta e Piemonte e i 1400 metri di Lombardia e Triveneto. Altrove ultimi piovaschi ma con tendenza a generale e definitiva attenuazione dei fenomeni.

    Chi vivrà vedrà :mrgreen:

    Salutoni



  • @Luca.Angelini:

    Perchè toppata? Mica doveva nevicare stanotte, la previsione della neve al nord si riferiva alla notte su venerdì.

    A proposito, a integrazione della già esaustiva analisi di Francesco, aggiungo una mia linea previsionale:

    Tra la tarda serata di giovedì e la notte su venerdì neve fino in pianura su Piemonte, fondovalle aostano, Piacentino e, più bagnata, su ovest Lombardia. Limite dei fiocchi posto lungo la direttrice Piacenza-Bergamo-valle Camonica. Ad est pioggia al piano e neve oltre i 400 metri. La tramontana scura trascinerà parte del cuscino freddo piemontese verso le province liguri di Genova e Savona, dove a tratti il vento potrà portare bufere di neve miste ad acqua a lambire le zone costiere.

    La linea di confluenza tra la Tramontana al livello del suolo e i forti venti meridionali al di sopra, determinerà la costruzione di un imponente ammasso nuvoloso aggiuntivo, ulteriormente esaltato dall'Appennino ligure, talchè su Cuneese, Astigiano e Alessandrino le nevicate risulteranno particolarmente copiose, con accumuli anche localmente superiori ai 40 centimetri.

    Nel frattempo sottovento all'asse della saccatura un flusso caldo-umido in arrivo dal nord Africa irromperà rapidamente nel corso della notte su venerdì sotto forma di Scirocco, imboccherà il corridoio adriatico finendo per investire poi buona parte del nord, dove alzerà le temperature e il limite delle nevicate, con la pioggia che guadagnerà rapidamente quota su nord-est ed Emilia fin verso i 1400 metri. In mattinata anche in Lombardia rialzo dei fiocchi tra 1000 e 1200 metri, in ulteriore rialzo nel pomeriggio.

    La pioggia subentrerà anche in Liguria e sul fondovalle aostano, con fiocchi solo oltre i 1000 metri. Il lago freddo piemontese invece terrà ancora nella fascia pianeggiante tra il Cuneese e l'Alessandrino dove i fiocchi, pur misti a pioggia, riusciranno ancora nel pomeriggio a fare la loro comparsa a tratti fin verso i 400 metri.

    In serata il grosso del sistema perturbato si porterà oltralpe, interessando ancora l'arco alpino con nevicate tra i 1000 metri di valle d'Aosta e Piemonte e i 1400 metri di Lombardia e Triveneto. Altrove ultimi piovaschi ma con tendenza a generale e definitiva attenuazione dei fenomeni.

    Chi vivrà vedrà :mrgreen:

    Salutoni

    Ecco appunto, detto molto ma molto meglio di me da Luca. Angelini che è un "Tecnico", ma è lo stesso concetto da me espresso quindi concordo 100% :!:


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.