Ultimo studio sulle temperature dall'olocene ad oggi,mai cosi' caldo,mai!



  • Chi volesse senza piu' dubbi togliersi lo sfizio della verita' su quanto letto sinora sulle temperature degli ultimi secoli e sulla marea di inesattezze divulgate in essere alle stesse,per i motivi piu' svariati ma sostanzialmente penso di supporre con dovizia di causa per presunta convinzione di sapere e cattiva interpretazione, puo' leggere quanto segue :-

    "- LA RIVISTA SCIENCE, TRA LE PIU' QUALIFICATE AL PIANETA, HA DIVULGATO IN DATA 4 APR. 2013- IL SEGUENTE STUDIO -" IL CLIMA SULLA SEDIA A ROTELLE"-
    CHIARAMENTE TITOLO OFFERTO A QUELLO CHE IL NS CLIMA PASSA IN QUESTA ERA; STUDIO CONDOTTO DALL'UNIVERSITA' DELL'OREGON E HARVARD -

    RELATORI- SHAUN MARCOTT, JEREMY SHAKUN , PETER CLARK , ALAN MIX . RILEVANTE APPARE SOPRATUTTO LA METODOLOGIA USATA PER LO STUDIO CHE MOSTRA CON SEGNO INEQUIVOCABILE CHE QUESTO STUDIO, TERMINATO SOLO 15 GG FA' ( ! ! ! ) DICE CHE IL RISCALDAMENTO CHE TUTT'ORA DURA, NON

    SI E' MAI AVUTO DA . . . . . . <<1500 ANNI A QUESTA PARTE ! ! !>>. . . . .E CHE LE TEMPERATURE SONO DEL . . . . 75% - ( settantacinque !) SUPERIORI A QUELLE DELL'OLOCENE !

    QUESTO STUDIO SI CONCLUDE CON LA DETERMINAZIONE CHE SE NON VI SARA' UNA CAUSA INDIPENDENTE DAL FATTORE INTERNO CLIMATICO TERRESTRE,

    S'ALLUDE PROBABILM. AD UNA FASE SOLARE ECCEZ. DEBOLE, ENTRO FINE DI QUESTO SECOLO (2100) LA TEMP. MEDIA GLOBALE AUMENTERA' DI 3° CIRCA !!

    CAROTAGGI, SEDIMENTAZIONE, CAROTE DI GHIACCIO ,CORALLI ETC. , HANNO UNA RISOLUZIONE TEMPORALE DI 120 ANNI C.A. CON VARIABILI PROXY, OSSIA

    LO STUDIO DI QUEGLI ELEMENTI IN BASE ALLA LORO VARIABILITA'. MA SONO PIU' FALLACI DI QUEST'ULTIMO PASSO SCIENTIFICO CHE SEGUE DIVERSO

    CORSO (e manco a farlo apposta, matem,,.bah.!) SI CHIAMA :- AGGREGAZIONE "STACK" 5X5"- CHE PRENDE IN CONSIDERAZIONE DA 5 a 10 DEVIAZIONI

    STANDARD SOPRA LA MEDIA DELL'OLOCENE. UN MODO PER CHIARIRE COSA SIA L'OLOCENE E L'ANTROPOCENE, E' QUELLO DI UNIRE LE TEMPERATURE RICOST-

    RUITE DA MARCOTT,CON QUELLE DELLA DEGLACIAZIONE SUCCESSIVA ALL'ULTIMA ERA GLACIALE, E CON LE PROIEZIONI CLIMATICHE PER QUESTO SECOLO;

    SI OTTIENE UN GRAFICO CHE E' SIMILE ALLA FIGURA DI PROFILO D'UNA SEDIA A ROTELLE! ! ! CIOE' , DAL BASSO DELLE RUOTE, IN SALITA VERSO LA SPALLIERA ,CON LA TEMPER. MEDIA IN CRESCENZA SUCCESSIVA ,TANTO DA DARE I CONTORNI AD UNA SIMILE FIGURA!

    DA QUI IL TITOLO ALLO STUDIO ! VISTO QUEL CHE RAPPRESENTAVA IL GRAFICO. A QUEL CHE PARE,QUINDI NON RESTA CHE L'AFFIDARSI AD UN CICLO MINIMO DELLA NS STELLA.
    PERO',RESTA INEQUIVOCABILE LA CRESCITA ESPONENZIALE DELLA TEMPERATURA GLOBALE,MEDIA DEL PIANETA,NONOSTANTE LE MINI ERE, I MINI TREND, E

    I CICLI AVUTI, CHE HANNO INTERESSATO SOLO PORZIONI E MAI AVREBBERO FATTO TOCCARE,TALI ERE ,LE MEDIE ATTUALI.

    QUESTA LA PARTE CHE SMENTISCE QUANTI, NEGAZIONISTI, CONVINTI, SOSTENGANO, CHE CIOE' SI EBBERO NEL PASSATO CONDIZIONI SIMILI, CON TEMP.

    SIMILI, TUTTO APPARE FALSO E DISCREDITATO. E' LA SCIENZA CHE PROGREDISCE.., FORSE CON L'AUSILIO DI …QUALCHE MATERIA AD ESSA UTILE..chissa';)



  • @Luca:

    Chi volesse senza piu' dubbi togliersi lo sfizio della verita' su quanto letto sinora sulle temperature degli ultimi secoli e sulla marea di inesattezze divulgate in essere alle stesse,per i motivi piu' svariati ma sostanzialmente penso di supporre con dovizia di causa per presunta convinzione di sapere e cattiva interpretazione, puo' leggere quanto segue :-

    "- LA RIVISTA SCIENCE, TRA LE PIU' QUALIFICATE AL PIANETA, HA DIVULGATO IN DATA 4 APR. 2013- IL SEGUENTE STUDIO -" IL CLIMA SULLA SEDIA A ROTELLE"-
    CHIARAMENTE TITOLO OFFERTO A QUELLO CHE IL NS CLIMA PASSA IN QUESTA ERA; STUDIO CONDOTTO DALL'UNIVERSITA' DELL'OREGON E HARVARD -

    RELATORI- SHAUN MARCOTT, JEREMY SHAKUN , PETER CLARK , ALAN MIX . RILEVANTE APPARE SOPRATUTTO LA METODOLOGIA USATA PER LO STUDIO CHE MOSTRA CON SEGNO INEQUIVOCABILE CHE QUESTO STUDIO, TERMINATO SOLO 15 GG FA' ( ! ! ! ) DICE CHE IL RISCALDAMENTO CHE TUTT'ORA DURA, NON

    SI E' MAI AVUTO DA . . . . . . <<1500 ANNI A QUESTA PARTE ! ! !>>. . . . .E CHE LE TEMPERATURE SONO DEL . . . . 75% - ( settantacinque !) SUPERIORI A QUELLE DELL'OLOCENE !

    QUESTO STUDIO SI CONCLUDE CON LA DETERMINAZIONE CHE SE NON VI SARA' UNA CAUSA INDIPENDENTE DAL FATTORE INTERNO CLIMATICO TERRESTRE,

    S'ALLUDE PROBABILM. AD UNA FASE SOLARE ECCEZ. DEBOLE, ENTRO FINE DI QUESTO SECOLO (2100) LA TEMP. MEDIA GLOBALE AUMENTERA' DI 3° CIRCA !!

    CAROTAGGI, SEDIMENTAZIONE, CAROTE DI GHIACCIO ,CORALLI ETC. , HANNO UNA RISOLUZIONE TEMPORALE DI 120 ANNI C.A. CON VARIABILI PROXY, OSSIA

    LO STUDIO DI QUEGLI ELEMENTI IN BASE ALLA LORO VARIABILITA'. MA SONO PIU' FALLACI DI QUEST'ULTIMO PASSO SCIENTIFICO CHE SEGUE DIVERSO

    CORSO (e manco a farlo apposta, matem,,.bah.!) SI CHIAMA :- AGGREGAZIONE "STACK" 5X5"- CHE PRENDE IN CONSIDERAZIONE DA 5 a 10 DEVIAZIONI

    STANDARD SOPRA LA MEDIA DELL'OLOCENE. UN MODO PER CHIARIRE COSA SIA L'OLOCENE E L'ANTROPOCENE, E' QUELLO DI UNIRE LE TEMPERATURE RICOST-

    RUITE DA MARCOTT,CON QUELLE DELLA DEGLACIAZIONE SUCCESSIVA ALL'ULTIMA ERA GLACIALE, E CON LE PROIEZIONI CLIMATICHE PER QUESTO SECOLO;

    SI OTTIENE UN GRAFICO CHE E' SIMILE ALLA FIGURA DI PROFILO D'UNA SEDIA A ROTELLE! ! ! CIOE' , DAL BASSO DELLE RUOTE, IN SALITA VERSO LA SPALLIERA ,CON LA TEMPER. MEDIA IN CRESCENZA SUCCESSIVA ,TANTO DA DARE I CONTORNI AD UNA SIMILE FIGURA!

    DA QUI IL TITOLO ALLO STUDIO ! VISTO QUEL CHE RAPPRESENTAVA IL GRAFICO. A QUEL CHE PARE,QUINDI NON RESTA CHE L'AFFIDARSI AD UN CICLO MINIMO DELLA NS STELLA.
    PERO',RESTA INEQUIVOCABILE LA CRESCITA ESPONENZIALE DELLA TEMPERATURA GLOBALE,MEDIA DEL PIANETA,NONOSTANTE LE MINI ERE, I MINI TREND, E

    I CICLI AVUTI, CHE HANNO INTERESSATO SOLO PORZIONI E MAI AVREBBERO FATTO TOCCARE,TALI ERE ,LE MEDIE ATTUALI.

    QUESTA LA PARTE CHE SMENTISCE QUANTI, NEGAZIONISTI, CONVINTI, SOSTENGANO, CHE CIOE' SI EBBERO NEL PASSATO CONDIZIONI SIMILI, CON TEMP.

    SIMILI, TUTTO APPARE FALSO E DISCREDITATO. E' LA SCIENZA CHE PROGREDISCE.., FORSE CON L'AUSILIO DI …QUALCHE MATERIA AD ESSA UTILE..chissa';)

    L'ho letta anch'io ieri dopo la tua luca e devo dire che c'erano pochi dubbi che l'era industriale avesse avuto un contributo notevole e non si parla di qualche decennio ma d'un paio di secoli
    Comunque vi è da rilevare che un estensione dei ghiacci come nel Pleistocene non si è avuta mai sulla Terra ma non credo neppure che bisogni andare cosi' all'indietro per trovarne di estensioni piu' ampie l'articolo della pubblicazione ci dice infatti che anche solo 1550 anni fa la Terra aveva temperatura media nettamente inferiore all'attuale e
    con tutto il sommo sforzo di pensarla come si vuole ci si accorge comunque che a mano che ci avvicina alle ns epoche il fattore sale ; come mai ? attraversiamo un millennio e passa caldo? non credo, esiste una correlazione tra piu' factor che abbia contribuito senza dubbio, delle concause, ma non siamo certo in un periodo freddo o tale

    Luca, sono argomenti che toccano la suscettibilita' di quanti sostengono il contrario di tutto, lo si evince da l'interesse che attirano credo te ne renda conto, sai a volte si salta..
    mi comprendi no, inutile ricordare che non sono per negaz. o altre tipologie ma unicamente per persone davvero interessate alla scienza con la S maiuscola. In molti ci rimarcano
    il fatto nuovo da apprendere che staremo andando verso un nuovo trend piu' improntato al freddo e mentre l'asseriscono, non fanno caso che da soli stiano ammettendo che quindi questo è, ed è stato un periodo in netto surplus di caldo per il pianeta. Incentrano la discussione sul fattore antrop. ma molte volte chi parla di questi argomenti se ne frega delle cause e va' dritto a veder se vi fossero rimedi. Ma non è da tutti capire. Ciao e buon lavoro:rolleyes:



  • Il surriscaldamento terrestre o meglio del suo clima negli ultimi decenni e in particolar modo negli ultimi 30 anni, è da considerarsi da fattore a max rilievo d'attivita' umana

    a max rilievo pero', non UNICAMENTE A TALE CAUSA! E' limpido che vi sia stata una espansione industriale e demografica notevole ed abbiamo intossicato parecchio….., ma....

    io faccio una semplice domanda che esula dal normale contesto : quante bombe all'idrogeno son scoppiate da Hiroschima e Nagasaki ad oggi nell'atmosfera? Per test di vari paesi?

    Non ultimo quest'altro folle di PyongYang che ne ha fatte in segreto almeno 2..! E altri test degli anni 70' e 80' in guerre fredda da Usa e russi? Pero' non ho visto molti articoli

    sugli effetti avuti all'atmosfera terrestre...,eppure di quanti Kilotoni sono composte? Si sa' o no quanti anni d'inquinamento occorrerebero per mettersi in pari con una tale esplosione?
    No, non sappiamo niente..., pero' sappiamo quanto e come bene abbiamo inquinato con le ns auto o le nostre fabbriche o i ns sistemi energetici o di riscaldam.

    Siamo in una fase o meglio ,direi che stiamo uscendo lentamente da questa, in riscald. eppur vero, abbaimo avuto ere ove vi fossero condizioni completamente diverse dalle attuali e non possiamo paragonare tutto la bilancia si sbilancia ....appunto, la terra era pure una palla rovente in raffreddamento una volta e ha conosciuto ere anche molto piu' calde di questa e le ha superate,soprat. la sua atmposfera le ha attraversate piuttosto benino, senza gran sfaceli e restando "immune" e piu' o meno composta allo stesso modo

    d'allora. Quindi, direi che le capacita' RIGENERATIVE le abbia eccome. E sono forti e combattono bene. Piuttosto la minaccia viene dal troppo effetto da serra che se ne fa'.

    Si dice che la maggior causa ne sia derivata da troppa Co2, ma non è proprio cosi'. Sono piu' d'una causa nel determinare un accentuazione del riscaldam. per mancato scambio intertermico , ovvero i raggi che non ritornano allo spazio una volta colpita la superfice terres.

    Ma anche l'attivita' solare che negli ultimi decenni è stata forte e ha alzato tutti i TLC terrestri, facendo "bollire" alquanto il pianeta e la sua atmosfera. E quest'ultima causa, è

    quella sotto la lente d'ingrandimento e soprat. VOLGE AD UN CAMBIO di rotta e soprat. c'interessa maximamente, perche' con essa (l'attivita' solare) a cambiarla QUESTA ROTTA

    NON CI VORRANNO MILLENNI, ma bastera' un quinquennio probabilmente,COME GIA' ACCADUTO NEL PIU' RECENTE PASSATO, NEL FINE 700' E INIZIO 800', senza scomodare

    i dinosauri per precisare. Sono trend e mini ere cicliche, che hanno delle nascite e durate, sono a max ragione determin. dall'attivita' della ns Stella e sono sempre esistite.

    Nulla di trascendentale. E' parte del sistema climatico terretsre, e va' al di la' di alter interazioni piu' ad ampio spettro di durata millenaria, riguardano dei cicli piu' concentrici e brevi di oscillazione della fase solare e conseguente clima della Terra associato.

    Quindi nell'asserire che si vada contro un altro tipo di trend climatico, non vuol dire non comprendere che se ne esca da uno in surplus di caldo mentre lo si dica,ma al contrario

    significa proprio annunciarlo e non negare nulla, ma non dirlo o non enunciarne la possibilita',che poi è concreta viste le ultime sull'attivita' del Sole e non inventaria, sarebbe

    come fare della non scienza cmq. Conclusione ; Terra piu' calda come non mai ? bene ne prendiamo atto, al di' la di colpe e attribuzioni...., ma ora si cambia, con grandi possibilita' di riuscita e forse per buona pace di tutti si ,.......raffreddera' sta' benedetta Terra...., e usciremo da questa fase, almeno.....m'auguro che vada cosi'...poi,il padrteterno sa'.....,Ave.



  • Resta in piedi sostanzialmente il fatto che il surriscaldam., "il riscaldam. + " si è accentuato negli ultimi secoli e in particolar modo negli ultimi decenni, è confermato anche da uno studio Europeo che traccia dal 1970 un leggero crescendo poi esploso verso la fine di quegli anni e meta' 80'

    la cosa strana se si vuole in nota è questa; come mai si sono registrati nonostante una diminuz. del pack artico degli ultimi anni, degli inverni talvolta molto freddi in Europa,come x es. quest'ultimo Marzo da record quasi x il continente, e poi,

    anche se si registra quanto detto, come temp. medie globali, pero' bisogna ammettere che i fenomeni alquanto anomali come lo strat-warming dello scorso inverno debbono essere attribuiti con pochi dubbi ad un eccesso di riscaldam+, in porzioni piu' alte dell'atmosfera ,come nella stratosf, che solitamente mantiene piu' freddo al suo interno ,data l'altezza in cui giace, puo' essere ,lo s-w un presagio di un forte surplus d'aria eccessiv. calda, da non trovare spazio che all'insu', quindi ""migrare""verso alte latitudini, quando vi è appunto un accumulo di caldo atmosferico, e poiche' sappiamo che l'aria calda in eccesso va' in su', rispetto alla fredda + piu' densa, ecco spiegati i fenomeni come lo strat.w.
    anche in periodi piu' caldi. Raggiungono zone come il polo, e scalzano l'aria fredda presente, facendola scendere a latitud. + basse e dando luogo al fenomeno di quest'inverno.
    Sarebbe interessante verificarne le comparse dello SW x vederne questa possibilita', che avvalorerebbe questa tesi. saluti



  • Ciao Luca, non so' se conosci il principio della casualita' di GRANGER. E' stato da poco applicato ( lo scorso febbr.) da un gruppo di ricercatori italiani sullo studio della serie

    STORICA DELLE TEMPERATURE MEDIE GLOBALI DI SUPERFICE E CONNESSIONE DELLA CO2. Essa serve a determinare questa correlazione tra la "CASUALITA'" e il decorso

    "NATURALE" delle stesse e il loro rapporto.In linea teorica, la divisione tipica del mod. di Granger, tra variabili esogene ed endrogene, nel senso che le prime causano le seconde
    sembrerebbe ideale pur nel contesto di un metodo d'idagine econometrico e non fisico.

    A patto d'accettare che un eventuale risultato positivo restituisca o fornisca almeno informazioni sulla relazione esistente tra <<la serie="" di="" tipo="" statistico="" e="" non="" fisico="">>
    nel senso che certamente non s'ottengono informazionicirca i meccanismi attraverso i quali si ESPRIME LA RELAZIONE CASUALE.

    Meccanismi che è certamente fondamentale conoscere, prima di intraprendere un qualsiasi studio o COMPARATIVITA' TRA TEMPERATURE DEL PASSATO E D'OGGI, E CHE SOLLEVANO MOLTE PERPLESSITA' TRA QUESTI STUDIOSI CIRCA LA VERIDICITA' DEI FATTI AD ESSE ATTRIBUITE; AD ONOR DEL VERO, NON PARE ESSERCI GRAN CORRELATIVITA'.
    Gia' nel 2010, alla 20a Conferenza sulle PROBABILITA' E LA STATISTICA NELLE SCIENZE ATMOSFERICHE, affrontava lo stesso medesimo argomento, cioe' una CASUALITA' O MENO SULLA CRESCITA DELLA C02 IN ATMOSFERA E IL DECORSO NATURALE DELLE TEMPERATURE, mettendo in risalto CHE NON E' POSSIBILE STABILIRLO CON LO STUDIO DELLA STATISTICA, quindi tutto cio' appare alquanto superfluo, nelle argomentazioni del passato e in quelle con soggetti del futuro, inteso come antagonisti a questo argomento,

    perche' poiche' com'è ben spiegato, non v'è stabilita correlazione, appare del tutto inutile, sprecato e insulso affrontare questo tipo di rapporto, che NON E' STABILITO, in quanto
    le deterministiche per farlo semplicemente…....non esistono. Come non esiste secondo l'applicazione GRANGER, la determinazione alcuna, alla relativita' del clima odierno e quella del passato, perche' è stato stabilito che il metodo, in sede applicativa, riesce a dare un buon contributo SOLO E SOLTANTO PRENDENDO 2 VARIABILE PER VOLTA.

    Quindi come puoi osservare, tutte e molte direi delle supposizioni al riguardo di possibili INTERAZIONI e /o UGUAGLIANZE di climi passati & odierni, sono solo frutto di ipotesi e teorie non piu' supportate come nel passato anche recentissimo, proprio perche' i nuovi studi ci mettono a conoscenza di nuove tecniche che superano le vecchie. E' un processo molto comune nella scienza, come in tutti i campi, specie in quello medico. Forse si riuscira' meglio a curare anche il ns. paziente malato...., il clima! saluti:rolleyes:</la>



  • salve andrew

    no onestamente non conoscevo questo tipo di studio e lo ritengo molto annesso alle cose di cui sopra specificate,

    il tuo contributo lo trovo utilissimo proprio per avvalorare la tesi che porta alla verita' climatica che ogni giorno porta nel suo grembo un elemento nuovo a supporto, che il clima viva lo stadio odierno con una netta immissione di contributi extra naturali e che le interazioni che esse hanno son all'evidenza di tutti i maggiori enti o persone preposte a tale scopo.
    Quest'altro stdio da te riportato mette l'accento tra statistica e correlazioni del clima passato e fa' emergere come sia quasi impossibile relazionarsi ad un tempo diverso e con molte variabili intervenute, sia d'una origine, che d'un altra. Non ci si puo' basare solo sull'elemento statistico per formulare previsioni e -o proiezioni tendenzialistiche ,proprio per i motivi che studi del genere annettono allla scienza in questi ultimi anni. Ma lo si era capito da piu' aspetti; e' una strada lunga ed inerpicata, fatta di molti contrasti di ideologie talvolta confusionarie e prive di approfondimenti. Restano pero' queste persone e questi studi, che col tempo a mio avviso faranno emergere sempre di piu' la vera verita' climatica, che nessuno pretende di sapere, ma che certamente non è nel solo confronto dei dati del passato piu' o meno recente, quando entrano le molte variabili di cui facevi accenno in gioco. Grazie per il contributo, fatto da chi evidentemente studia e approfondisce elementi di ogni sorta, e non si ferma a teorie forse un po' datate e direi anche superate; com'è noto la scienza, e lo hai ricordato tu, va' avanti come in tutte le discipline, non per altro che per l'accertamento della verita', in questo specifico ,di quella climatica. ciao;)



  • Accertare o meno, le probabilita' di verita' climatiche, non esonera dal fatto che non siamo scemi…......, che il clima abbia subito un clamoroso "stop" nel percorso, lo hanno visto anche da ..........MARTE!!

    Solo chi x propri scopi, checche'siano, fanno fumoni sul fatto, poco importa, gli speculari argomentatari ci son sempre....ovunque. Ma orecchie occhi e sensi tutti li hanno e oggi

    purtroppo ,ti venderebbero la Luna a fette se se ne presenta l'occasione.....ma non siamo scemi...!


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.