Nuovi indizi sulle cause delle eruzioni dei supervulcani



  • Un nuovo studio svolto da ricercatori americani e pubblicato sul Journal of Volcanology and Geothermal Research fornisce nuove indicazioni sulle cause delle eruzioni dei supervulcani, ovvero tutti quei vulcani in grado di emettere almeno 10^15kg di lava,cenere e polveri nell’ atmosfera causando estinzioni di massa e improvvisi cambiamenti climatici con rapido e intenso calo delle temperature globali.

    Nel corso degli ultimi anni ci sono state numerosi studi per capire i meccanismi delle eruzioni di questi giganti è fondamentale per il monitoraggio di tutti i supervulcani conosciuti sulla Terra.

    Secondo gli autori di questa nuova ricerca, le eruzioni dei supervulcani sembrano essere causate dalla rottura o dalla formazione di crepe del loro tetto e non tanto da un aumento della pressione nella camera magmatica, come accade per le eruzioni dei classici vulcani.

    La ricercatrice Patricia Gregg, Professoressa di geologia dell’ università dell’ Illinois ha dichiarato: ” se vogliamo monitorare i supervulcani e determinare il pericolo di un’ imminente eruzione abbiamo bisogno di capire tutti i meccanismi che possono causare un’ eruzione.
    E’ molto probabile che queste eruzioni siano causate da meccanismo esterni piuttosto che interni e questo li rende molto diversi dai vulcani più piccoli che monitoriamo”.

    I risultati di questa ricerca sono in contrasto con altri studi pubblicati nel 2014 sulla rivista scientifica Nature Geoscience che associavano le eruzioni dei supervulcani alla galleggiabilità del magma e all’ aumento di pressione dell’ interno delle camere magmatica.

    Su questo tema, la Professoressa Gregg ha risposto che nei supervulcani non ci sono indizi evidenti di pressurizzazione e che una volta inseriti i dati di galleggiamento del magma nel suo modello non è stata in grado di riprodurre i risultati del 2014.
    Il modello matematico in questo studio comprende tutte le leggi fisiche: la conservazione di massa, dell’ energia e della quantità di moto.

    Secondo questo modello, il fattore scatenante dell’ eruzione sarebbe una crepa della crosta che si trova sopra la camera magmatica, in questo modo si potrebbe aprire una fessura che permetterebbe al magma di salire verso la superficie.
    Se questa fossa la vera causa dell’ eruzione si dovrebbe monitorare in modo più dettagliato la sismicità e la crosta terrestre nelle regioni al di sopra dei supervulcani.

    Il gruppo della Professoressa Gregg ha intenzione di sfruttare i supercomputer a disposizione dell’ università per sviluppare modelli in 4D della camera magmatica del supervulcano della Long Valley per stabilire in modo più dettagliato se le cause delle eruzioni siano interne o legate a fattori esterni e per osservare una correlazione tra le probabilità dell’ eruzione con le dimensioni della camera magmatica.

    fonte:Nuovi indizi sulle cause delle eruzioni dei supervulcani - Meteo4You



  • Studi sperimentali e come tali son da prendere con le pinze.



  • Pinatubo+Yellowstone elementare Watson!


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.