Marzo: Inizio con hp, o altra irruzione?



  • Per certo abbiamo il maltempo odierno che s'appresta e la rimonta tiepida del dopo. Ma qualcosa nelle analisi dai primi di Marzo, lascia aperta la porta ad un movimento congiunto dell'Azzorriano e del Vp, che potrebbe dar luogo da 3/4 di Marzo al 9/10, ad un new affondo artico, probabile da SC. Al momento è solo ipotetico visti gli oltre 10gg. che separano, ma c'è l'indizio. Sarebbe come gia' ebbi modo di accennare, lo sviluppo dei "quasi" ultimi spasmi del VPS. Vedremo



  • Per fine mese dicesti che in moto retrogrado aria continentale sarebbe potuta arrivare da E/SE. Così non è stato,ma le possibilità si erano fatte molto alte,perché quel vortice in quota disceso dall'artico russo sul mar nero e poi mediterraneo orientale,invece di portare la neve a Gerusalemme,c'era una forte possibilità che la portasse da noi,con le dinamiche che dissi tu,tant'è che ho aperto anche la discussione "sorprese prima del 20 febbraio". Ci sei andato dunque molto vicino. Speriamo che stavolta questa possibilità vada a segno…

    Volevo far notare delle cose: il modello climatico CFS ha ancora un attendibilità molto bassa,è riuscito ad azzeccare le tendenze per l'estate scorsa quasi alla perfezione,sperando che non sia stato solo un caso,ma per il resto è penoso,si salva soltanto la tendenza per il mese dopo,o meglio,io guardo solo i run dirgli ultimi 15 gg del mese per il mese dopo e faccio una media delle anomalie di hp o lp che vede in ogni run. I run più affidabili in ogni caso sono gli ultimi del mese.
    Ad ora il modello ha visto una prevalenza di anomalie termiche negative per marzo sull'Italia,dal 15 intendo,con anche run come questo in corso che vede retrogressioni gelide da est. Ma ancora tutto da prendere con le pinze,dato che il run prima vedeva anomalie positive su ovest europa per forte getto canadese e Azzorre addosso. Continuerò comunque a monitorare e a vedere se ci sono delle figure bariche che ripropone spesso per il mese in arrivo...



  • Fai confusione

    l'analisi d'andrew è rivolta sia allo scacchiere Euro Medit. ma anche a quel che accada o possa succedere a livello emisferico. A parte il fatto che 2 ondate ci son state (quindi l'evento c'è ed è in corso) quello che ha seppellito Boston (3 mt. di neve..) Buffalo, Detroit,Cleveland (OH) con -17°, e con tutti i grandi laghi ghiacciati al 95% della loro superfice, come lo denomini un "leggero affondo freddo" ? Quindi, credo che tu possa imparare (consiglio) che quando si parla dei movim. del Vp, lo si fa' non per una sol porzione ma EMISFERICAMENTE, perché non è possibile sapere con diversi gg. d'anticipo, ove vi possa essere una "colata" importante ma solo che vi sara'. Poteva esser per noi, ma è stata per gli USA, invece.
    Il mod. CFS V2, è un mod. sperimentale che tien conto delle anomalie e le confronta con le "basi" statistiche(oltrche' tener conto della col. barica del Vp) isotermiche, pluviometriche e dei venti ossia della circolaz. merid. o zonale del luogo. Logico che i suoi "runs" ++ affidab. siano a pochi gg. : arriva a 1092 h ! Ma sulla scorsa estate, non ha avuto solo culo…



  • @andrew:

    Per certo abbiamo il maltempo odierno che s'appresta e la rimonta tiepida del dopo. Ma qualcosa nelle analisi dai primi di Marzo, lascia aperta la porta ad un movimento congiunto dell'Azzorriano e del Vp, che potrebbe dar luogo da 3/4 di Marzo al 9/10, ad un new affondo artico, probabile da SC. Al momento è solo ipotetico visti gli oltre 10gg. che separano, ma c'è l'indizio. Sarebbe come gia' ebbi modo di accennare, lo sviluppo dei "quasi" ultimi spasmi del VPS. Vedremo

    Credo sostanzialmente che assisteremo ad un'altalena tra Azzorre e Artico. Gia' ne intravedo una di possibilita' e non parlo di quella molto blanda di martedi' , perché in piena norma, bensi' di una tra fine 1a decade e seconda a meta' mese circa. Si va' disponendo un assetto da "onda pl. dinamica mobile"la qual cosa fa' instaurare un regime prettamente dinamico-primaverile, ovvero belle giornate tiepide, interconnesse a periodi con scambi meridiani. Do l'imprinting, andrew, seguire l'onda 1 e 2, in primavera si "dinamicizzano" .



  • @p.franco:

    Fai confusione

    l'analisi d'andrew è rivolta sia allo scacchiere Euro Medit. ma anche a quel che accada o possa succedere a livello emisferico. A parte il fatto che 2 ondate ci son state (quindi l'evento c'è ed è in corso) quello che ha seppellito Boston (3 mt. di neve..) Buffalo, Detroit,Cleveland (OH) con -17°, e con tutti i grandi laghi ghiacciati al 95% della loro superfice, come lo denomini un "leggero affondo freddo" ? Quindi, credo che tu possa imparare (consiglio) che quando si parla dei movim. del Vp, lo si fa' non per una sol porzione ma EMISFERICAMENTE, perché non è possibile sapere con diversi gg. d'anticipo, ove vi possa essere una "colata" importante ma solo che vi sara'. Poteva esser per noi, ma è stata per gli USA, invece.
    Il mod. CFS V2, è un mod. sperimentale che tien conto delle anomalie e le confronta con le "basi" statistiche(oltrche' tener conto della col. barica del Vp) isotermiche, pluviometriche e dei venti ossia della circolaz. merid. o zonale del luogo. Logico che i suoi "runs" ++ affidab. siano a pochi gg. : arriva a 1092 h ! Ma sulla scorsa estate, non ha avuto solo culo…

    Io mi ricordo che disse che nell'ultima decade dell'aria continentale in moto retrogrado avrebbe potuto mettersi in moto,aggirando dei massimi sull'Europa orientale,ed entrare da E/SE,dall'area del mar nero,verso l'Europa centrale. Non trovo il messaggio,ma non credo di essermelo sognato ;) in ogni caso la possibilità c'era,esattamente come disse lui,quindi è lo stesso un gran bel risultato :)



  • Ciao, ghiaccio, t'ho risp. sull'altro post. Buona dome;)nica



  • @p.franco:

    Fai confusione

    l'analisi d'andrew è rivolta sia allo scacchiere Euro Medit. ma anche a quel che accada o possa succedere a livello emisferico. A parte il fatto che 2 ondate ci son state (quindi l'evento c'è ed è in corso) quello che ha seppellito Boston (3 mt. di neve..) Buffalo, Detroit,Cleveland (OH) con -17°, e con tutti i grandi laghi ghiacciati al 95% della loro superfice, come lo denomini un "leggero affondo freddo" ? Quindi, credo che tu possa imparare (consiglio) che quando si parla dei movim. del Vp, lo si fa' non per una sol porzione ma EMISFERICAMENTE, perché non è possibile sapere con diversi gg. d'anticipo, ove vi possa essere una "colata" importante ma solo che vi sara'. Poteva esser per noi, ma è stata per gli USA, invece.
    Il mod. CFS V2, è un mod. sperimentale che tien conto delle anomalie e le confronta con le "basi" statistiche(oltrche' tener conto della col. barica del Vp) isotermiche, pluviometriche e dei venti ossia della circolaz. merid. o zonale del luogo. Logico che i suoi "runs" ++ affidab. siano a pochi gg. : arriva a 1092 h ! Ma sulla scorsa estate, non ha avuto solo culo…

    Gia' , Frank, ma lo sai tra te e me c'è (gran) sintonia.Altri, mi conoscono meno.:)



  • Eh gia', c'avete a' sintonia voi arti…eeehh..., e a' sinfonia! Aho, nun ve sbacettate piu', senno' penso male ! Mo' vho detto.

    Prof , "lei po' alla sua veneranda....., (ah..ah...ha ! ;):smile:)



  • @andrew:

    Per certo abbiamo il maltempo odierno che s'appresta e la rimonta tiepida del dopo. Ma qualcosa nelle analisi dai primi di Marzo, lascia aperta la porta ad un movimento congiunto dell'Azzorriano e del Vp, che potrebbe dar luogo da 3/4 di Marzo al 9/10, ad un new affondo artico, probabile da SC. Al momento è solo ipotetico visti gli oltre 10gg. che separano, ma c'è l'indizio. Sarebbe come gia' ebbi modo di accennare, lo sviluppo dei "quasi" ultimi spasmi del VPS. Vedremo

    Beh,che dire,ad ora pare che tu sia stato persino più cecchino di un modello fisico matematico,molto prima di loro hai visto queste possibilità. Oltretutto ci hai preso in pieno anche con la data d'inizio!!
    Non cantiamo vittoria però ancora,perché sull'ovest atlantico l'incertezza è forte e il getto canadese potrebbe piallare il tentativo di spinta dell'azzorre verso nord del 3/4 marzo,però le carte sono molto belle,da neve a bassa quota per le adriatiche sud e speriamo anche il tirreno se la circolazione fredda sui Balcani sganciasse una saccatura verso sud ovest,dal cuore dell'Europa danubiana. Nord più a secco ma comunque freddo invernale. Potrebbe risultare un altro marzo da aggiungere alla lista di quelli con episodi nevosi fino a bassa quota,speriamo bene,l'occasione mancata di oggi e del 28 ancora non l'ho digerita,spero di rifarmi…
    Comunque complimenti!! :D ;)



  • Ciao Ghiaccio, ti ringrazio per le lodi. Qui cerchiamo di far al meglio sia nell'analisi intenta alla proiez.,che in quella climatica. Ad ogni modo, c'è ancora un certo margine, purtroppo il tempo c'ha abituato a fidarci da molto vicino;)



  • Si c'è un certo margine ancora,ma la possibilità c'è ed è forte, e il fatto che tu l'abbia intravista a così tanta distanza temporale dimostra la tua preparazione ;)



  • Guardando l'AO si evince il forte calo da quasi +4 a +1 per inizio marzo,proprio nel momento in cui avverrà la colata artica da noi. Poi di nuovo forte picco massimo e poi di nuovo crollo intorno a metà mese,fin verso la parità: nuova colata intorno a metà mese? Sarà questo uno dei mesi di marzo più freddi degli anni 2000?
    Forse sto esagerando,però il trend della AO sembra a noi favorevole. Spread ancora forte su ovest atlantico dal 3 marzo e poi anche sul mediterraneo. Forte incertezza dunque sugli sviluppi della colata,vista fin troppo orientale da GFS negli ultimi run,senza più la costruzione del ponte di wejkoff. Ci sarebbe dunque un po' di neve giusto per le adriatiche fin quasi al piano,ma nemmeno tanta… Spero dunque in una bella rodanata e persistenza della neve,per una conclusione d'inverno veramente soddisfacente...



  • @Ghiaccio96:

    Si c'è un certo margine ancora,ma la possibilità c'è ed è forte, e il fatto che tu l'abbia intravista a così tanta distanza temporale dimostra la tua preparazione ;)

    grazie ghiaccio, l'entrata dell'aria fredda avverra' abbastanza repentinamente; le quote e la neve , saranno cosa delle ore che s'approssimeranno all'evento e saranno senz'altro qui al sito in "prima". Ma ci vuol ancora del tempo. Si, Marzo in effetti mostrera' degli aspetti del tutto dinamici, con anche presenza dell'hp Azzorriana. Ma anche come detto un volto invernale com'è di sua consuetudine,infatti Marzo è un mese a prevalente carattere e aspetti piu' invernali. Qualora mostra difformita' piu' calde o molto miti e senz'altro piuun anomalia. Gli ultimi decenni hanno visto diversi inverni in tarda stagione rappresentarsi e diverse estati con prolungamenti in Settembre Ottobre. E' una caratterizzazione dell'anomalia climatica di questi tempi.



  • Già,marzo risulta più facilmente freddo che non primaverile. Soprattutto come dici tu l'inverno dalle nostre parti arriva tardi il più delle volte…
    Sono già comunque parzialmente deluso dal freddo in arrivo,perché nei 12z di stasera anche reading ritratta il ponte anticiclonico con la Scandinavia. Il grosso dl freddo verrà dunque riassorbito dal VP. Neve diffusa quindi il 5,poi qualche fenomeno nevoso basso sulle adriatiche per altri 1-2 giorni e poi di nuovo sotto una forte hp delle Azzorre,con la speranza che l'inverno ci riprovi a metà mese. Ancora è acceso lo spread dal 3/4 marzo sull'ovest atlantico,spero che possano migliorare ancora invece di peggiorare...



  • Molte volte gia' ho fatto presente che in determinati frangenti (steep bordeline stagione/stagione) i runs dei vari mod. subiscono modifiche in poche h. Questo è dovuto al fatto che l'inserimento nei "cervelloni" dei dati è alquanto instabile, non lineare, dovuto al progressismo della dinamicita' del periodo. Per cui in sede previsionale , bisogna attendere le h. + vicine, per un attendibilita' degna. In sede previsionale. In quella che la precede, l'analitica , va' un po' meglio, perché il discernere delle conclusioni non è soggetto ad una previsione capillare e diffusa ma piu' ampia. Detto cio', che sovente capita a cavallo tra due stagioni, penso che non prima di martedi' le idee si schiariranno. Consiglio: anche se a poca distanza, meglio GFS di ECMWF; solitamente i due mod. si dividono i compiti, l'inglese a breve-medio e l'americano a lungo ma stavolta è meglio quello degli States.



  • Quindi arriveremo con l'incertezza fino all'ultimo! Spero che non cambi almeno il primo affondo perturbato,rivedrei la neve marzolina dopo 5 anni…
    Grazie per il consiglio,valuterò dunque GFS come più affidabile,in effetti è stato ECMWF che sulla scia di GFS ha ritrattato il ponte con i massimi scandinavi...



  • Nulla d'eclatante comunque, sia chiaro. Anche in conferme di GFS, estrapolando al max le condizioni e difficile pensare che neve raggiunga le coste. Dovrebbe incrudirsi la proiezione in queste ultime 48 ore. Ma non penso (piu' ad un alleggerimento..)



  • Comunque, al di la', bravo andrew nella previsione, anche se non sara' poi cosi' dura, è l'analisi che va' in tendezialita' di conferma. E non era a pochi gg.



  • Andrew, a breve sara' ahime' costretto a far previsioni improntate ad un anno MOOLTO CALDO! Lo DICO QUI , E IN ANTEPRIMA. NASCERA' DAPPRIMA UN EL NINO LIKE MA PRESTO SARA' "STRONG". E LEI PROF. CI "ILLUMINI" PRESTO, CON LA FSE D'ATTIVITA' SOLARE, CHE HO LETTO IN GRAN RIPRESA!!! I FLARE SUL PLASME , IMPAZZANO GIA', SEGNO DI GRAN RISVEGLIO SOLARE (volevano i trend cool freddi…! seeee.....; ECCOLI SERVITI. PLEEEEAASE !!! ):evil:



  • salve a tutti ho avuto problemi con il pc..finalmente attivo..devo dire..che il rallentamento zonale era prevedibile,anche in regime di NAM POSITIVO in quanto in questo periodo fisiologicamente il vp..va incontro man mano ad un collasso….ecco quindi la sciabolata artica in seno alla brusca frenata zonale..e di conseguenza masse artiche invaderanno l'italia,c'e'da dire che i minimi che si formeranno produrranno furioso maltempo con neve in adriatico a 300 mt..mediamente


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.