Lo spread



  • Volevo attirare l'attenzione sulla forte incertezza in area groenlandese dal 19-20 gennaio. Incertezza forte significa che su quell'area,se in quel run il modello evidenzia li una bassa pressione,potrebbe starci anche un alta pressione,in quanto l'incertezza è la differenza di geopotenziale su quell'area tra il run in questione e la tendenza media. Ma si può capire da un run se quell'incertezza tenderà a risolversi in una figura barica opposta rispetto a quella proposta in quel run?
    E un'altra cosa: io sapevo che le situazioni in inverno di forte incertezza sono spesso dovute alla presenza dell'anticiclone termico russo che può riservare sorprese dell'ultimo momento. È vero? E se si,in futuro potremo aspettarci una svolta modellistica con inaspettate retrogressioni?



  • @Ghiaccio96:

    Volevo attirare l'attenzione sulla forte incertezza in area groenlandese dal 19-20 gennaio. Incertezza forte significa che su quell'area,se in quel run il modello evidenzia li una bassa pressione,potrebbe starci anche un alta pressione,in quanto l'incertezza è la differenza di geopotenziale su quell'area tra il run in questione e la tendenza media. Ma si può capire da un run se quell'incertezza tenderà a risolversi in una figura barica opposta rispetto a quella proposta in quel run?
    E un'altra cosa: io sapevo che le situazioni in inverno di forte incertezza sono spesso dovute alla presenza dell'anticiclone termico russo che può riservare sorprese dell'ultimo momento. È vero? E se si,in futuro potremo aspettarci una svolta modellistica con inaspettate retrogressioni?

    Secondo gli indici NAM - , Q.B.O. - negativa , e l' eccezionale estensione nevosa in sede Russa- Siberiana propendono per un probabile H.P. termico Orso Siberiano in forma . Da statistica il periodo in cui l' Anticiclone Russo raggiunge il suo massimo vigore è tra la 1a e 2a decade di Febbraio. La possibile svolta modellistica potrebbe esserci tra la 3a dec. di gennaio e 1a dec. di febbraio .



  • speriamo davvero tanto !!!!!!!!!!!!!!!!!



  • @tony:

    Secondo gli indici NAM - , Q.B.O. - negativa , e l' eccezionale estensione nevosa in sede Russa- Siberiana propendono per un probabile H.P. termico Orso Siberiano in forma . Da statistica il periodo in cui l' Anticiclone Russo raggiunge il suo massimo vigore è tra la 1a e 2a decade di Febbraio. La possibile svolta modellistica potrebbe esserci tra la 3a dec. di gennaio e 1a dec. di febbraio .

    Ma nel periodo sotto osservazione,l'ultima decade di gennaio,non ci sarebbero sorprese quindi? L'incertezza è ancora forte dal 20,è incerta la traiettoria della saccatura artico-marittima stando agli ultimi run di oggi. Ma dopo l'isolamento quindi non potrebbero esserci retrogressioni entro fine mese?
    Ormai sono entrato nell'ottica che da febbraio non è più inverno. Speriamo bene,almeno la neve sui nostri cimini fino a quote di bassa montagna…



  • Credo che vadano fatte delle differenzazioni

    l'area Greenland è una cosa , la Russa-Siberiana un altra. Poi, gli index non c'entrano con configuraz. a pochi gg. Non ne hanno l'ingerenza,in quanto è solo un fatto d'un quadro barico del momento. In un caso o nell'altro, comunque, ossia d'alta press. , quindi Scand+ oltre alla Groenl., o di Low Press. , penso che sia l'Hp Azzorriana a svolgere il compito piu' pesante. Se s'elevera' piu' a Nord, ad occidente d'essa, avremo uno stato di LOW P. sicuro,cosi' come credo ad est del promontorio. Senno' viceversa. Infine al contrario io credo che per fine mese direi dal 24/26 e sino al 1-2 di Febbraio possa aversi un altra ondata moderatamente fredda.



  • Quindi l'incertezza forte in area groenlandese non è collegata alla presenza dell'anticiclone termico? Allora non credo che avremo sorprese continentali per quest'ultima decade… Mah,vediamo un po' che succederà...



  • io credo pure che Febbraio saprà sorprendere !!!!!



  • @Ghiaccio96:

    Quindi l'incertezza forte in area groenlandese non è collegata alla presenza dell'anticiclone termico? Allora non credo che avremo sorprese continentali per quest'ultima decade… Mah,vediamo un po' che succederà...

    Un attimo, farei chiarezza..

    quale collegamenti intravedi? O vien fuori l'uno, con aria artico-marittima, o vien l'altro, con la possibilita' del continentale. La depressione Greenland-Island (che loro si' son collegate) puo' esser responsabile del 1° caso. Per il continentale, il pattern è diverso. Il legame con la Greenland -zone, è debole o assente,cosa che invece è molto presente nelle dinamiche invernali del N.America.



  • Si ma chi ha fatto fisica dell'atmosfera, sa' anche che la definizione d'avvezione artico-maritt. è un tot superficiale, per l'Italia intendo. Spiego,il perche':

    l'aria viene cosi' denominata per il suo "attraversare" l'oceano con direttrice di massima NW-Se, va bene. Ma una volta giunta su orografie come quelle della bassa Francia e Alpine, si rinsecca nuovamente perdendo quella caratteristica iniziale, per cui l'umidita' presente in % diminuisce anche piu' del 50. In fisica dell'atmosfera, cio' è denominato
    "Trasformazione Pseudoadiabatica", tant'è che il Fohen è una valida comprovazione di questo meccanismo. Per cui, alemno in Italia e parte dei paesi Mediterranei in cui l'aria artik-maritt. attraversa luoghi montuosi, le differenze con la Continentale , pur restando, s'assottigliano. Solo che l'aria Russo-Sib., apporta le ondate piu' intense di gelo, perche' l'aria fredda che staziona da mesi in un territorio, muovendosi per "avvezione" ossia per movimento orizzontale e non incontrando nessun mare mitigatore, risulta all'origine e alla meta, nettamente piu' gelida.



  • @Ing.Berardi:

    Un attimo, farei chiarezza..

    quale collegamenti intravedi? O vien fuori l'uno, con aria artico-marittima, o vien l'altro, con la possibilita' del continentale. La depressione Greenland-Island (che loro si' son collegate) puo' esser responsabile del 1° caso. Per il continentale, il pattern è diverso. Il legame con la Greenland -zone, è debole o assente,cosa che invece è molto presente nelle dinamiche invernali del N.America.

    In effetti come farebbe l'orso a portare incertezza più ad ovest,al massimo è l'incertezza in area atlantica che comporta incertezza anche sullo sviluppo dell'anticiclone termico,in quanto un getto molto forte in arrivo dall'atlantico inibirebbe il deposito di aria gelida sulle piane russe… Grazie per i chiarimenti :)



  • @andrew:

    Si ma chi ha fatto fisica dell'atmosfera, sa' anche che la definizione d'avvezione artico-maritt. è un tot superficiale, per l'Italia intendo. Spiego,il perche':

    l'aria viene cosi' denominata per il suo "attraversare" l'oceano con direttrice di massima NW-Se, va bene. Ma una volta giunta su orografie come quelle della bassa Francia e Alpine, si rinsecca nuovamente perdendo quella caratteristica iniziale, per cui l'umidita' presente in % diminuisce anche piu' del 50. In fisica dell'atmosfera, cio' è denominato
    "Trasformazione Pseudoadiabatica", tant'è che il Fohen è una valida comprovazione di questo meccanismo. Per cui, alemno in Italia e parte dei paesi Mediterranei in cui l'aria artik-maritt. attraversa luoghi montuosi, le differenze con la Continentale , pur restando, s'assottigliano. Solo che l'aria Russo-Sib., apporta le ondate piu' intense di gelo, perche' l'aria fredda che staziona da mesi in un territorio, muovendosi per "avvezione" ossia per movimento orizzontale e non incontrando nessun mare mitigatore, risulta all'origine e alla meta, nettamente piu' gelida.

    In effetti si,per sbarcare sul mediterraneo l'aria artico-marittima deve prima scavalcare le catene montuose della Francia meridionale e alpi,seccandosi quindi. Ma nel passaggio sull'oceano l'aria viene scaldata,mentre come dici tu quella continentale mantiene le temperature basse perché si muove solo sulla terraferma. Quella artico-marittima quindi rimane comunque un aria di cattiva qualità. E poi ci pensa il tirreno a scaldarla e riumidificarla ulteriormente,troppo spesso ho sperato da bambino di vedere tutto imbiancarsi e invece ho visto cadere solo gragnola e neve tonda :'(


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.