Nuove teorie e glob. Cooling; gia' nel 1933, la luna era sospettata…



  • C'è chi si da' meriti e riceve consensi su testi che pubblica e fa' un gran fragore su messa in opera di teorie che scovando per bene ed essendo esperti si trovavano gia' nel lontano 1933, a cura di Alfonso Fresa da Milano, che trascrive opinioni "antiche " sugli effetti lunari sulla superfice terrestre e sui mari, nonche' sull'intera atmosfera. I cicli del ns satellite erano ben sotto esame non solo per le maree ma per tutta una serie di osservazioni sull'orbita della Luna, che avrebbe un andamento molto discontinuo nella sua ellissoide, con sottocicli ed "incroci" straordinariamente periodici, da calcolare in peridi estremamente variabili ma che poi RITORNANO sempre in essere, come tutto nel Sistema Solare che conosciamo.

    Anche la somma dell'influenza Solare a quella del ns satellite, fa' si che, si denoti un vero e proprio campo energetico sulla superfice terrestre, che ha la possibilita' d'interazione maggiore quando i fenomeni della stella principale sono alti.

    L'influenza e quindi la correlazione tra Luna-Sole (come campo energetico) e Atmosfera della Terra, fu' data in una delle primissime volte gia' da studiosi quali D'Alembert, Clairaut e Bernoulli, che ritrovarono nelle loro ricerche , una vera e propria "MAREA ATMOSFERICA" , cioè l'influenza sull'Atmosf., delle fasi delle Luna ma anche del Sole e la somma delle due.

    Ma il fisico Laplace, sconfesso' questo teorema; egli misuro' la variazione barometrica in piu' punti, vicini e piu' lontani in Europa, per vederne gli effetti durante una fase di Plenilunio e durante l'assenza lunare, ed essa, la variaz. del barometro, fu' cosi' scarsa ( c.a 1/18° di mm.) che il fondatore de, "La Meccanica celeste" , abbandono' quasi subito la teoria.Tra il 1814 e il 1858, altri studiosi confermarono l'incocludenza di tale teoria. (Viviers - Eisenlohr -Bouvard) fatte nelle citta' di Karlsruhe e Parigi.

    La Fisica oggi, non ha trovato ancora una "legge" che possa legare con calcoli precisi le VARIAZIONI BAROMETRICHE AI CICLI SINODICI E LE ORBITE LUNARI.

    Durante le "fasi" lunari, 1° quarto, secondo , mezza e ultimo piu' Plenilunio, furono da tempo associati i cambi meteorologici, da contadini innanzitutto.
    Ma la realta' è , che nessun studio di rilevazione scientifica dal 1916, era gia' piu' moderna , ad oggi, sia riuscito a correlarne per davvero l'influenza.
    Perche' si veda, la legge della Fisica e i presupposti della stessa , si basano su calcoli matematici e prove appurate e non su dicerie tramandate dai popoli o su credenze centenarie se non quando, millenarie.

    Nell'antichita', si credeva persino che la LUNA fosse l'occhio d'un divino, che periodicamente s'aprisse per gurdare ed ammonire gli uomini in Terra.
    Altro che nuove scoperte..



  • Non sapevo di queste interazioni tra luna e clima terrestre

    sono quindi piu' delle ipotesi che delle realta'? Credo che poco conosciamo ancora delle correlazioni tra astri e clima



  • Ma veramente la luna influenza il clima terrestre in qualche modo? Io fin ora ero rimasto alle previsioni contadine del tempo in base ai cicli lunari,cose da medioevo…



  • Il nostro satellite, è perfino sospettato di aver fatto innamorare decine di milioni di persone…., io credo che l'abbian fatto piu' i ....verdoni! Bah..



  • @Ing.Berardi:

    C'è chi si da' meriti e riceve consensi su testi che pubblica e fa' un gran fragore su messa in opera di teorie che scovando per bene ed essendo esperti si trovavano gia' nel lontano 1933, a cura di Alfonso Fresa da Milano, che trascrive opinioni "antiche " sugli effetti lunari sulla superfice terrestre e sui mari, nonche' sull'intera atmosfera. I cicli del ns satellite erano ben sotto esame non solo per le maree ma per tutta una serie di osservazioni sull'orbita della Luna, che avrebbe un andamento molto discontinuo nella sua ellissoide, con sottocicli ed "incroci" straordinariamente periodici, da calcolare in peridi estremamente variabili ma che poi RITORNANO sempre in essere, come tutto nel Sistema Solare che conosciamo.

    Anche la somma dell'influenza Solare a quella del ns satellite, fa' si che, si denoti un vero e proprio campo energetico sulla superfice terrestre, che ha la possibilita' d'interazione maggiore quando i fenomeni della stella principale sono alti.

    L'influenza e quindi la correlazione tra Luna-Sole (come campo energetico) e Atmosfera della Terra, fu' data in una delle primissime volte gia' da studiosi quali D'Alembert, Clairaut e Bernoulli, che ritrovarono nelle loro ricerche , una vera e propria "MAREA ATMOSFERICA" , cioè l'influenza sull'Atmosf., delle fasi delle Luna ma anche del Sole e la somma delle due.

    Ma il fisico Laplace, sconfesso' questo teorema; egli misuro' la variazione barometrica in piu' punti, vicini e piu' lontani in Europa, per vederne gli effetti durante una fase di Plenilunio e durante l'assenza lunare, ed essa, la variaz. del barometro, fu' cosi' scarsa ( c.a 1/18° di mm.) che il fondatore de, "La Meccanica celeste" , abbandono' quasi subito la teoria.Tra il 1814 e il 1858, altri studiosi confermarono l'incocludenza di tale teoria. (Viviers - Eisenlohr -Bouvard) fatte nelle citta' di Karlsruhe e Parigi.

    La Fisica oggi, non ha trovato ancora una "legge" che possa legare con calcoli precisi le VARIAZIONI BAROMETRICHE AI CICLI SINODICI E LE ORBITE LUNARI.

    Durante le "fasi" lunari, 1° quarto, secondo , mezza e ultimo piu' Plenilunio, furono da tempo associati i cambi meteorologici, da contadini innanzitutto.
    Ma la realta' è , che nessun studio di rilevazione scientifica dal 1916, era gia' piu' moderna , ad oggi, sia riuscito a correlarne per davvero l'influenza.
    Perche' si veda, la legge della Fisica e i presupposti della stessa , si basano su calcoli matematici e prove appurate e non su dicerie tramandate dai popoli o su credenze centenarie se non quando, millenarie.

    Nell'antichita', si credeva persino che la LUNA fosse l'occhio d'un divino, che periodicamente s'aprisse per gurdare ed ammonire gli uomini in Terra.
    Altro che nuove scoperte..

    Ho compreso a chi si riferisce lei

    mah, personalmente credo piu' ad un esperto comune, meteorologo o climatologo o astronomo che sia e non credo che la tesi a cui fa' riferimento , sia del tutto comprovata da questo mondo scientifico che ho accennato.
    Che la luna o altri astri in particolare quando allineati, possano dar luogo a campi magnetici e gravitazionali, è possibile. Giove , che è presente ad est in questo periodo pochi giorni fa' ha avuto un allineamento con Plutone, il 4 per l'esatezza, e la NASA ha informato che perfino noi sulla Terra per effetto di forte gravita', siam stati piu' leggeri della norma per alcuni minuti, 5 all'incirca. Quindi gli effetti son comprovati in seno a magnetismo e gravitazionali. Ma sull'atmosfera gli stessi, oltre al solar flux, non ve ne sono d'accertati planetari ma solo suppositivi. La spettacolarita' della notizia puo' far scalpore pero'.


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.