Il 1° mese d'Inverno: vediamolo.



  • Siamo sotto campana altopressoria, ed è un bene come gia' accennato per le persistenti fasi pluvio che hanno investito piu' parti del nostro paese e incisivamente il Nord ovest ma non solo.

    Ora quanto è destnata a durare questa fase e quali sviluppi: come s'è avuto modo di leggere dall'Editoriale, almeno sino a martedi' la "campana" sara' di garanzia.
    Poi, la Wave1, o onda planet. del Pacifico, s'infrangera' col suo dominio , nuovamente sul settore Canadian-Islandese, apportando una nuova sacca perturbata anche al settore Europeo, se anche con matrice fredda al suo interno , lo scopriremo nei prox giorni ma facilmente anche dato il periodo, si'. E per chi…

    Piu' probabile che sia l'area di NW del continente a subirne gli effetti e se cosi si confermasse, allora potremmo assistere ad un altro affondo perturbato per alcune delle ns aree, purtroppo parrebbe sempre le stesse ed anche il sett. Tirrenico. Ma piu' olte , nel cuore dicembrino, cosa succedera'?

    L'analisi non è sciolta completamente ma val la pena osservare anche come sull'asse Russo-Siber., vada ad approfondirsi il freddo, tanto da far registrare t° molto fredde e non certo simili allo scorso periodo fine autunnale. Quindi, sottostimare delle avvezioni fredde che abbiano la compiacenza della configurazione adatta, non è del tutto consigliabile, viste le differenze. Cert'è che, bisogna attendere qualche giorno per dissipare i dubbi che ancora permangono.



  • la settimana si apre con l'hp ancora a leggera protezione sul comparto euro. Ma sara' debole e flebile. Il vortice canadese è pronto a spianare la strada a nuovo fronte perturbato che da NW, raggiungera' dapprima le regioni settentr. e poi il resto tirrenico,anche se in priomo luogo non con cospicue precipitazioni. E dal ponte dell'Immacolata, che si prospetta un piu' cruento affondo , anche a carattere piu' freddo, e dal 10 del porx mese , potrebbe interessare la zona ligure nuovamente e poi tutto il centro tirrenico con un incursione questa volta anche accompagnata da un calo termico piu' considerevole, vista la provenienza d'aria nettamente di matrice artico -marittima. I plotter delle proiezioni dei modelli intravedono questa eventualita', che se confermata , porterebbe alla 1a vera incisivita' di stampo piu' invernale . Seguiremo gli Update.



  • Io prevedo un dicembre abbastanza sottotono con prevalenza di questi scenari… In poche parole temperature leggermente sopra media al nord ovest, leggermente sottomedia lungo l'adriatico (esposto a correnti orientali)... Precipitazioni maggiori al centro-sud, scarse al nord tranne Alpi di confine... Irruzioni artiche avranno come obiettivo i Balcani... Le irruzioni artiche si alterneranno a riprese della zonalità con alta pressione ben salda sull'Europa centro-occidentale.





  • Con quella mappa in postazione, s'arriverebbe a termiche molto basse per l'area triestina e venti fortissimi di bora, una vera irruz. da ne coi fiocchi. L'area balcanica,compresa tra Ungheria, Romania e Bulg., sarebbe sotto l'effetto di neve intensa e gelo ma dubito che s'avveri. Meteociel ha sempre un po' d'esasperazione modellistica. Non è del tutto escluso un change del pattern attuale, intendiamoci ma scenari drastici come quelli proprosti in questi ultimi 2 /3 giorni, penso appartengano all'euforia di aver visto carte e mappe con dei segni di cambiamento, e anziché collocarli al fatto che stiamo per entrare in inverno, vengono invece attribuiti come fossero degli eventi d'eccezionalita' ma non lo sono. E non è riferito all'autore (o autrice, xche' scusami ma non so se sei femmina o uomo,dato che l nome si presta x entrambi..) ma bensi' è riferito appunto a chi queste mappe le propina per…...strumentalismo e sensazionalita'. Si sa, lo strillìo, funziona sempre come attira mosche....

    direi che in sostanza, buoni ingredienti ci sono, VEDASI IN TERRA D RUSSIA QUALI INDEX ABBIAMO, VEDASI ALTRESI', IL COMPORTAMENTO DEL NUCLEO DEL VPS, MA…...

    sara' decisivo per il destino invernale del settore Euro, innanzitutto l'Atlantico; poi , quel che decidera' di fare il Vp, IN BASE AD EVENTUALI STRATWARMING, OVVERO I FAMIGERATI RISCALDAM. DELLA STRATOSF. VERSO IL POLO, E QUEST'ULTIMI, QUELLI DI FORTE INTENSITA' , NELI ULTIMI 5 ANNI, SONO AVVENUTI CON 2 (DUE) PARTICOLARI "PECULARIETA' "........1A- MOLTO REPENTINAMENTE 2a - FUORI DA OGNI PERIOD SOLITAMENTE SPECIFICATO ED INDICATO ( Genn. & Febbr.) Anche Dicembre puo' averne benissimo, e persino Novem. ed Ottobre (parte finale), son piu' radi ma accade. Come se ne son visti in uscita invernale a MARZO E APRILE......X QUELLO CHE,
    MOLTE PASQUE, SON STATE FREDDE E NEVOSE.COLOR]



  • prof Franco….. cosa dice lei per il prossimo periodo ???? cosa avremo ?



  • All'orizzonte non vedo irruzioni artiche degne di nota. Piuttosto le temperature torneranno nella media, tuttavia non so quanto durera'. Successivamente potrebbe tornare l'alta pressione…



  • @adoratoredelfreddo:

    prof Franco….. cosa dice lei per il prossimo periodo ???? cosa avremo ?

    Se avremo il confermarsi d'un blocco "doppio" ad ovest, con l'Azzorriano e ad est con uno balcanico, dopo questo passaggio perturbato di queste ore, allora potremmo assistere ad una colata articad'un certo spessore. Al momento non è sufficientemente chiaro se si possa ipotizzare "per" o "dopo" il ponte prox w.e. Ma va' osservato che sia nela porzione di >Russia Euro,che negli stessi Balcani, la t° media sta' scendendo notevolmente. Intense gelate gia' si registrano in area est, danubiana. L'ho detto e lo ripeto volentieri…..,per aver ingressi freddi in sede Mediterr., bisogna aver la corretta configurazione, quella prima dettata è una con buoni propositi d'attuazione.
    Per il proseguo, resta a mio avviso l'incognita della NAO & AO annessa, se dovesse cedere ancora in terra neg.(-), be' allora le influenze fredde, si potrebbero accentuare. Ma ad un certo punto, potremmo assistere all'intervento del Continentale, se le cose andassero verso una certa "direzione", perché quell'area è inversamente termicizzata rispetto allo scorso uguale periodo dell'anno.



  • ….... speriamo davvero che accada questo, professore =)



  • Si spera prof Franco, al momento gli indici sono molto indecisi.



  • Io credo che Dicembre ci mostrera' qualcosa di piu' freddo, che la situazione si sblocchi, da quest'eterno autunno che dura circa sei mesi. Perche' gia' l'estate è stata tutto un autunno e meno male.

    C'è comunq uno studio giapponese che si irradia verso una tendenza fredda prossima futura. Il problema , è vedere quanto ..futuro, se prossimo o, anteriore.



  • La tendenza è per un bloking dell'Azzorriano ,che si potrebbe estendere per meridiani e favorire una discesa dell'artico per il ponte dell'Imacolata. Da giovedi' arriveranno conferme o smentite a questa configurazione.



  • E son arrivate conferme, andrew….
    [ma quanto mai, te, becchi smentite..] bye, from prof.



  • speriamo sia così… ma io voglio il continentale.......!!!!



  • Dal 15 dicembre circa le temperature al nord subiranno una forte impennata, fino a 8-9C a 850hPa. L'ondata ''di caldo'' con ogni probabilita' ci accompagnera' sino alla fine di dicembre. Dal 15 quindi le inversioni termiche saranno marcate, con nebbia e smog nella val padana. Molto mite in montagna (purtroppo!).



  • Ao positivo e nao fortemente positivo anche nel lungo termine… Solo il sud potrebbe risentire di una circolazione piu' fresca con isoterme di circa 3-4 gradi lungo il basso adriatico...



  • Freddo arrivato come da previsione. Ora, attendiamo il prox w.e. quando un nuovo impulso di maltempo s'affaccera' sul bacino Mediterraneo.

    Ci sara' al seguito una rimonta altopressoria, è vero ma non è decisa la durata; la configurazione patternistica scongiura previsioni oltre i 10gg. Analizzeremo.



  • Secondo me durerà, eccome… Al nord perlomeno la neve c'è la possiamo scordare prima di Natale...



  • Il sud potrebbe risentire di circolazioni fresche provenienti dai Balcani.



  • Potrebbe essrci prima del S. Natale, un altra irruzione dall'artico, se ne valuta in queste ore la possibilita'. Di certo, nessuno ha parlato di ingerenze eccezionali fredde per quest'inverno, al momento non ve ne sono le condizioni. Si prosegue sostanzialmente sotto l'impulso dell'onda Wave 2,che sta' a significare, spinte dell'onda verso l'Atlantico e step di fermi da esso e quindi impulsi dall'artico.Non c'è un pattern delineato preciso odierno. Terremo alto l'aggiornamento.


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.