I movimenti del vortice polare



  • Volendo fare un po' di didattica ed essendo l'argomento sopra la bocca di tutti ,vediamo quali sono i movimenti piu' importanti che si vedono in quota sull'asse polare , ovvero quelli del VPS.
    Innanzitutto , iniziamo a non considerarlo come una forma "solida" bensi' viceversa come un CONO TRIDIMENSIONALE, col vertice in basso e la porzione larga piu' all'insu',oltre la stratosfera oltre i 5 hpa. Ecco questa struttura subisce nel corso dell'anno solare e DISTRIBUISCE PER CONTROMISURA, dell'aria rispettivamente parlando, dall'EQUATORE O AREE SUB-TROP. e ne invia altrettanta PER CONTROBILANCIO verso tale zone. Scambio TERMODINAMICO viene nomenclato, ed è cio' che fa' "girare" le sorti della nostra atmosfera. Ma quali sono le principali MOSSE a cui bisogna tenere l'occhio, per vederne gli sviluppi i questo periodo? Beh, diciamo che prima di tutto lo sguardo va' rivolto ad …..ovest, e non .....all'insu'! Perche' tutta l'atmosfera , in seno al nostro Emisfero ha il movimento denominato WESTERNLIERS, OVVERO "LINEE DA W ad E" . Ragion per cui, tutto cio' che è meteo, va' osservato da qualla direzione se siamo qui , nel North Hemisphere.
    E cosa ci dice o puo' farlo l'Ovest? Molto;
    per prima cosa, importante sarebbe osservare, se ci interessa l'inverno, CHE ESTATE LA' NELLE AMERICHE DEL N.,sia sia avuta, perche' li', le WESTERLIERS, CORRENTI DA OVEST AD EST DI TUTTA LA CIRCOLAZIONE EMISF. DEL N., SON MOLTO FORTI.
    Poi, successivamente, sara' di non secondaria importanza conoscere quale siano state le HP (Alte Press.) presenti in quell'area, di quale PERSISTENZA O DURATA E DI QUALE INTENSITA', cosi' da avere il quadro piu' chiaro circa GLI SCAMBI TRA LE CELLE DI HADLEY E FERREL, OVVERO VERTICALI, COME SIANO IN CORSO, PERCHE' E' ORA CHE AVVENGONO, per ri-stabilizzazione termoclina del CLIMA terrestre.
    Dopodiche', potremmo cominciare ad intuire quali movimenti ed assetti il Vp, inizi a compiere e quali FORCING O VARIANTI O MEGLIO ANCORA , ANOMALIE, POSSANO RISCONTRARSI, nel suo NUCLEO CENTRALE, che poi subisce la SUDDIVISIONE IN LOBI, OVVERO UNA SERIE DI PORZIONI CHE VANNO A DIVIDERLO, quando l'aria giunta al suo interno, per lo scambio cui accennato prima, nei casi in cui sia stato forte,vanno si diceva a determinarne le sorti invernali e la sua morfosi stagionale. Ora : quella di quest'anno, tutti si chiedono quale sara'??

    Non è chiaro al momento. Pero', posso dirvi per "impressione" che personalmente ho, che un forte WARMING proprio da quell'area ( gli States USA) gia' s'è affermato, e un avvezione fredda interessa il Canada e parte degli stati del Nord continente. Saranno possibili degli altri "forti" Warming per il Vp ?

    rammentiamo sempre, pero' che ad ogni Warming al Polo, la destabilizzazione o lo/ gli SPLIT CHE NE CONSEGUONO, SONO DIFFICILMENTE INTUIBILI PER TRAIETTORIE, SPECIE IN QUESTO PERIODO INTER/STAGIONALE, ovvero di una delle stag. di mezzo. Per tutta la serie di motivi che non tracciano ancora una delineazione precisa e soprat., DEFINITA DEL VP, nel suo ASSE, che ha importanza di rilievo, e nella sua "FORZA" , da cui poi se ne interpretano le dinamiche comportamentali dell'Inverno Boreale. Quindi tutto rimandato? Per i piu' importanti WARMING STRATOSF. POLARI, SI'….a quando??''..., almeno
    un mesetto e qualcosina....,il resto di chi vi conduce verso sicurezze d'esiti invernali perlomeno circa questo parametro (VPS) , be', prendetelo come la zingara che vi legge la mano.......andrete cosi' sul sicuro. A riaggiornarci e a presto. Ave



  • Ottimo intervento che mette pace sulle incombenze invernali. S'è detto che è troppo presto per intravedere le mosse invernali

    esauriente spiegazione , utile e didattica.;)


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.