Scoperte numerose emissioni di metano nell’ Atlantico!



  • Un gruppo di ricercatori statunitensi guidati dal geologo A. Skarke ha sondato il fondale dell’ oceano atlantico dell’ east-coast americana scoprendo oltre 570 pennacchi che emettono grandi quantità di gas metano ad una profondità compresa tra i 50m e i 1700m.

    La causa di queste emissioni di metano non è dovuta alla presenza di giacimenti di petrolio o movimenti di placche tettoniche, ma è causata dall’ aumento di temperature delle acque oceaniche; infatti in quella zona il metano è immagazzinato in idrati di metano, composti, in forma solida, che si creano in determinate condizioni con elevate pressioni e basse temperature.

    Piccoli sbalzi della temperatura delle acque oceaniche provocano il rilascio del metano contenuto in queste strutture.

    Tuttavia è difficile stabilire da quanto tempo siano iniziate queste emissioni e si pensa che alcuni di questi pennacchi siano attivi da più di 1000 anni.

    Questi emissioni di gas potrebbero avere un forte impatto sul’l ecosistema terrestre; infatti il metano proveniente dalle profondità oceaniche viene ossidato in anidride carbonica causando l’ acidificazione degli oceani; inoltre la parte di metano che riesce a raggiungere l’ atmosfera provoca un aumento delle effetto serra terrestre causando ulteriore aumento delle temperature terrestri.

    fonte: Scoperte numerose emissioni di metano nell' Atlantico! | Meteobergamasco



  • Wow,che bello! :)



  • @manu24:

    Wow,che bello! :)

    grazie manu24 :)



  • Gia', wow–-! ma pure EUREKA !!!;)

    Se po' allaccia'un tubicino.....,qui da me il prezzo è divenuto pazzesco.!:rolleyes:



  • @giuliano:

    Gia', wow–-! ma pure EUREKA !!!;)

    Se po' allaccia'un tubicino.....,qui da me il prezzo è divenuto pazzesco.!:rolleyes:

    c' è chi sfrutta già quei giacimenti ;)

    Rivista Ligure di Meteorologia 17 - Clatrato (Clathrate) Idrato, il ghiaccio che brucia



  • Quindi il Clathrate, che assona molto il suo nome al "catrame", sarebbe il responsabile dell'effetto serra. Gia', trovo 2 problemi pero' : primo- difficile riscontrare un era geologica o climatica simile alla ns. , in tutto e per tutto rigurado a cio' che produce il G.W., ossia ghiacci disciolti, effetto serra ai max livelli, PPM in sedimenti che non hanno nella loro composiz. di natura , ad esem., cadmio, piombo o benzene, tutti particolari della raffinaz. degli idrocarburi, la natura non raffina by-self, gli elementi organici ritrovati in questi anelli o carotaggi. Secondo- seppur fosse tutto a posto ma come ho detto ne dubito, non sarebbe meglio non PERFORARE PER CERCAR ENERGIE E PROCURARE CON LA QUASI TOTALITARIETA' DI CERTEZZA L'ESALAZIONE DI QUESTI GAS, SPRIGIONANDOLI IN ATMOSFERA PERCHE' IN ESTRAZIONE NON PUO' ESSERVI IL CONTROLLO TOTALE DELLE ESALAZIONI? Siamo troppi sul pianeta e l'Energia serve! E non basta per tutti. Questo è il problema; ma anziche' incentivare le alternative, come fanno i paesi ++civili ed avanzati, concettualmente, in molti altri prevale la politica dello SFRUTTO! EOLICO, FOTOVOLTAICO E ALTRO, OVE SONO, CHE SE PARLA DA TRENT'ANNI?''..

    Se butto una bomba ad idrogeno in un Vulcano, non posso dire poi che questi ha ERUTTATO? GIUSTO?' NON TOCCHIAMO PIU' LE RISORSE NAT' DELLA TERRA, PUO' ESSERE PERICOLOSO , TRIVELLARE!



  • @Ing.Berardi:

    Quindi il Clathrate, che assona molto il suo nome al "catrame", sarebbe il responsabile dell'effetto serra. Gia', trovo 2 problemi pero' : primo- difficile riscontrare un era geologica o climatica simile alla ns. , in tutto e per tutto rigurado a cio' che produce il G.W., ossia ghiacci disciolti, effetto serra ai max livelli, PPM in sedimenti che non hanno nella loro composiz. di natura , ad esem., cadmio, piombo o benzene, tutti particolari della raffinaz. degli idrocarburi, la natura non raffina by-self, gli elementi organici ritrovati in questi anelli o carotaggi. Secondo- seppur fosse tutto a posto ma come ho detto ne dubito, non sarebbe meglio non PERFORARE PER CERCAR ENERGIE E PROCURARE CON LA QUASI TOTALITARIETA' DI CERTEZZA L'ESALAZIONE DI QUESTI GAS, SPRIGIONANDOLI IN ATMOSFERA PERCHE' IN ESTRAZIONE NON PUO' ESSERVI IL CONTROLLO TOTALE DELLE ESALAZIONI? Siamo troppi sul pianeta e l'Energia serve! E non basta per tutti. Questo è il problema; ma anziche' incentivare le alternative, come fanno i paesi ++civili ed avanzati, concettualmente, in molti altri prevale la politica dello SFRUTTO! EOLICO, FOTOVOLTAICO E ALTRO, OVE SONO, CHE SE PARLA DA TRENT'ANNI?''..

    Se butto una bomba ad idrogeno in un Vulcano, non posso dire poi che questi ha ERUTTATO? GIUSTO?' NON TOCCHIAMO PIU' LE RISORSE NAT' DELLA TERRA, PUO' ESSERE PERICOLOSO , TRIVELLARE!

    non proprio, forse mi sono spiegato male nell' articolo :)

    queste emissioni di metano sono una conseguenza del GW, ma non la causa…
    Poi queste emissioni diventano poi un feedback positivo che aumentano ulteriore l' effetto serra, anche se l' emissione antropiche di metano sono molto maggiori di queste oceaniche...
    Però quando si vanno poi a fare le simulazioni climatiche a lungo termine, tutte le fonti di emissioni diventano comunque importanti, ad esempio bisognerebbe considerare anche il metano emesso a causa dello scioglimento del permafrost siberiano ecc ecc...

    saluti!



  • suvvia siamo al limite del ridicolo, fucking greenpeace!!!!


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.