Il global warming e' basso, e in ribasso.



  • Visto il continuare dell'avvicendarsi sul discorso del AGW ,perche' di questo maggioritariamente si parla e non solo del G.W inteso come causa variabile naturale,sento di dover spendere due parole in proposito a tema, per fare chiarezza e dissipare una certa qual confusione che inevitabilmente dopo diversi post aperti si viene a creare, nonche' polemiche che sono poi inutili anche se qualcuno dice che son sale del discorso.Allora noi,cerchiamo d'addolcirlo questo discorso per l'utenza che si collega e per gli appassionati,nuovi e piu' datati.
    Diciamo subito che qui al F>ORUM v'è una divisione degli utenti, i vecchi registrati: Tony, Caravaggio, Cristian ed altri sono per un basso ,NON CONTRIBUTIVO, tasso del G.w., nel senso che non ha influenze sul clima ne ' ne avute ne' ne avra'. Nella terra di mezzo ci sono Andrew, e il sig Guido, contrari e a favore di quanto poco sopra, Luca F., Fulvio ,Giuliano etc. (non posso ricordare bene tutti!..)

    Hanno ragione i primi. E se ho dimenticato da ambo i lati qualcuno,me ne scuso. Ma il G w. è basso da vent'anni o al ribasso,se si vuole, il suo contributo è di "stima" nell'ordine del 15/20% su scala a cento, quindi pochino e non ci sono prove checche' se ne dica della sua contribuzione al clima se non SUPPOSITIVE!

    Ma con le supposizioni applicate ad una scienza come la climatologia ….,gia' sarebbe difficile in una scienza esatta, figurarsi a questa; gia' negli inizi degli anni 80'
    v'erano proiezioni apocalittiche sull'effetto serra e il risc. glob. Ricordo si parlava di possibile innalzam. della temp. globale di 3/4°, una follia gia' dell'epoca.

    Ed è proprio l'ultimo articolo postato da LucaF., a pestarsi i piedi. Egli non ne è l'autore , ma il "riportatore", quindi credo non s'offendera', e spiego i motivi..

    nel suddetto art., si fa' riferimento alle ONDE PLANETARIE, ma poi c'e' il pezzo nel quale si sostiene che gli Oceani assorbirebbero il calore in eccesso e lo ridistribuirebbero piu' in la', consumando la termodinamica, per cui il G.W. sarebbe ad oggi celato da questo fenomeno..bene, MA ALLORA..............................

    ESISTE UN PROCESSO NATURALE DI AUTOGENERAZIONE E/O DI SCAMBIO TERMICO PER CUI LA TERRA E LA SUA ATMOSFERA SI DIFENDEREBBERO O CMQ, TROVEREBBERO ALTERNATIVA AD UN MAGGIOR RISCALDAMENTO! Ma non viene menzionato da questi autori, loro indicano solo che E' LI' CHE SI NASCONDEREBBE IL G.W.

    IL VERO INVECE, STA' NELLE ONDE PLANETARIE: LE ROSSBY, MULTICITATE DA ME, LE WAWE SEVEN (COSIDETTE PERCHE' SETTE SUCCESSIVE),.

    Il processo delle onde, puo' aumentare o diminuire gli effetti di fenomenologia estrema sul pianeta, i loro moti nelle loro caratteristiche sono fonte di studi ma tali studi sono giovani, sappiamo che esistono ma non cosa le faccia muovere piu' o meno rapidamente. E non è possibile imputarlo al G.w., perche' appena conosciamo il loro esistere, figurarsi se sappiamo le interazioni che subiscono, che è l'ultima appendice dell'apprendere d'una materia.

    Il meccanismo che le fa' muovere è sotto la lente proprio in questi anni, e con o senza alcuna interazione , di effetti serra o d'altro, se sapessimo bene come e cosa le faccia rallentare e muovere....ale', avremmo le previsioni a medio lungo, a portata di tasca! Ma poiche', equivale a dire, ad oggi eh, beninteso, equivale dicevo a dire .....domani su quella parte di cielo ,comparira' una nuvola ed avra' questa forma! Ad oggi, è possibile quest'asserzione? No. E cosi e per il moto creato da queste onde, figurarsi le loro supposte ipotetiche interazioni che riceverebbero..

    Se le anomalie climatiche INDOTTE, LO SONO PER QUESTE ONDE LO STUDIO OVE E'? CHI L'HA CONDOTTO? CHE RISULTATI DIEDE? Risposta, non c'è.

    Anche il CNR condusse uno studio di ricerca ma solo sulle Rossby,un modello sulla circolaz. planetaria, che aveva nella sua forma spettrale cinque livelli verticali,
    ed è integrato numericamente per lo studio con applicaz. numerica non lineare

    Il modello ha una sua forma semplificata, in approssimazione BAROTROPICA ed integrato analiticamente. Serve a studiare e comprendere i moti di propagazione delle perturbazioni che si muovono per l'appunto su tali onde planetarie. Lo studio venne effettuato con lo scopo princip. di scoprire i tempi di propagaz. di tali fronti perturbati,le traiettorie le posizioni in relazione alle loro dimensioni e all'intensita' del flusso zonale.

    Questo è un punto di ricerca nelle teleconnessioni, che in futuro saranno sempre piu' importanti. piccolo P.S. (non s'offenda nessuno,ma anche quest'anno x la Juve ci son pochi avversari, forse solo il Napoli,mah non so'..) Ave



  • @p.franco:

    Visto il continuare dell'avvicendarsi sul discorso del AGW ,perche' di questo maggioritariamente si parla e non solo del G.W inteso come causa variabile naturale,sento di dover spendere due parole in proposito a tema, per fare chiarezza e dissipare una certa qual confusione che inevitabilmente dopo diversi post aperti si viene a creare, nonche' polemiche che sono poi inutili anche se qualcuno dice che son sale del discorso.Allora noi,cerchiamo d'addolcirlo questo discorso per l'utenza che si collega e per gli appassionati,nuovi e piu' datati.
    Diciamo subito che qui al F>ORUM v'è una divisione degli utenti, i vecchi registrati: Tony, Caravaggio, Cristian ed altri sono per un basso ,NON CONTRIBUTIVO, tasso del G.w., nel senso che non ha influenze sul clima ne ' ne avute ne' ne avra'. Nella terra di mezzo ci sono Andrew, e il sig Guido, contrari e a favore di quanto poco sopra, Luca F., Fulvio ,Giuliano etc. (non posso ricordare bene tutti!..)

    Hanno ragione i primi. E se ho dimenticato da ambo i lati qualcuno,me ne scuso. Ma il G w. è basso da vent'anni o al ribasso,se si vuole, il suo contributo è di "stima" nell'ordine del 15/20% su scala a cento, quindi pochino e non ci sono prove checche' se ne dica della sua contribuzione al clima se non SUPPOSITIVE!

    Ma con le supposizioni applicate ad una scienza come la climatologia ….,gia' sarebbe difficile in una scienza esatta, figurarsi a questa; gia' negli inizi degli anni 80'
    v'erano proiezioni apocalittiche sull'effetto serra e il risc. glob. Ricordo si parlava di possibile innalzam. della temp. globale di 3/4°, una follia gia' dell'epoca.

    Ed è proprio l'ultimo articolo postato da LucaF., a pestarsi i piedi. Egli non ne è l'autore , ma il "riportatore", quindi credo non s'offendera', e spiego i motivi..

    nel suddetto art., si fa' riferimento alle ONDE PLANETARIE, ma poi c'e' il pezzo nel quale si sostiene che gli Oceani assorbirebbero il calore in eccesso e lo ridistribuirebbero piu' in la', consumando la termodinamica, per cui il G.W. sarebbe ad oggi celato da questo fenomeno..bene, MA ALLORA..............................

    ESISTE UN PROCESSO NATURALE DI AUTOGENERAZIONE E/O DI SCAMBIO TERMICO PER CUI LA TERRA E LA SUA ATMOSFERA SI DIFENDEREBBERO O CMQ, TROVEREBBERO ALTERNATIVA AD UN MAGGIOR RISCALDAMENTO! Ma non viene menzionato da questi autori, loro indicano solo che E' LI' CHE SI NASCONDEREBBE IL G.W.

    IL VERO INVECE, STA' NELLE ONDE PLANETARIE: LE ROSSBY, MULTICITATE DA ME, LE WAWE SEVEN (COSIDETTE PERCHE' SETTE SUCCESSIVE),.

    Il processo delle onde, puo' aumentare o diminuire gli effetti di fenomenologia estrema sul pianeta, i loro moti nelle loro caratteristiche sono fonte di studi ma tali studi sono giovani, sappiamo che esistono ma non cosa le faccia muovere piu' o meno rapidamente. E non è possibile imputarlo al G.w., perche' appena conosciamo il loro esistere, figurarsi se sappiamo le interazioni che subiscono, che è l'ultima appendice dell'apprendere d'una materia.

    Il meccanismo che le fa' muovere è sotto la lente proprio in questi anni, e con o senza alcuna interazione , di effetti serra o d'altro, se sapessimo bene come e cosa le faccia rallentare e muovere....ale', avremmo le previsioni a medio lungo, a portata di tasca! Ma poiche', equivale a dire, ad oggi eh, beninteso, equivale dicevo a dire .....domani su quella parte di cielo ,comparira' una nuvola ed avra' questa forma! Ad oggi, è possibile quest'asserzione? No. E cosi e per il moto creato da queste onde, figurarsi le loro supposte ipotetiche interazioni che riceverebbero..

    Se le anomalie climatiche INDOTTE, LO SONO PER QUESTE ONDE LO STUDIO OVE E'? CHI L'HA CONDOTTO? CHE RISULTATI DIEDE? Risposta, non c'è.

    Anche il CNR condusse uno studio di ricerca ma solo sulle Rossby,un modello sulla circolaz. planetaria, che aveva nella sua forma spettrale cinque livelli verticali,
    ed è integrato numericamente per lo studio con applicaz. numerica non lineare

    Il modello ha una sua forma semplificata, in approssimazione BAROTROPICA ed integrato analiticamente. Serve a studiare e comprendere i moti di propagazione delle perturbazioni che si muovono per l'appunto su tali onde planetarie. Lo studio venne effettuato con lo scopo princip. di scoprire i tempi di propagaz. di tali fronti perturbati,le traiettorie le posizioni in relazione alle loro dimensioni e all'intensita' del flusso zonale.

    Questo è un punto di ricerca nelle teleconnessioni, che in futuro saranno sempre piu' importanti. piccolo P.S. (non s'offenda nessuno,ma anche quest'anno x la Juve ci son pochi avversari, forse solo il Napoli,mah non so'..) Ave

    Buondi', prof. franco

    la mia è una ctazione di uno studio non effettuato da me. Lo dico e scrivo di chi fosse quindi non è come mi hanno detto un pensiero personale
    che poi io pensi che il riscaldam. glob si sia preso una pausa , be' è opinione assai diffusa tra gli scienziati di mezzo mondo, forse piu'. E avvisano, che sarebbe una grossolana sciocchezza sottovalutare questo aspetto odierno e metterlo anziche' in memoria come tale cioè un frangente temporaneo , sventolare inni all'inesistenza o all'invenzione del fenomeno che non puo' certamente far parte d'un isteria collettiva che abbranca milioni di persone o qualche mld tra cui molti scienziati.

    Gli cito una altra fonte di studio recentissima . La Scripp Institutions of Oceanograpich di San Diego Calif. ha emesso ( 30 AGO / 2013 !!! ) il seguente comunicato sull'oggetto -

    " Vi è , in tema di approfondim. sullo stato del G.W. , una netta discrepanza tra la porzione del Pacifico Orientale e Occid., discrepanza attribuibile senza dubbio all'assorbimento del calore residuo in eccesso della Terra da parte dell'Oceano. Ma prima o poi , questione di qualche anno al max. continua il bollettino, tale eccesso verra' restituito all'atmosfera come accaduto nei precedenti cicli "

    E un processo denominato INVERTER ASSIMILATING HOT - Quindi in quegli anni ( 2o3 c.a.) il processo di rialzo riprendera' con vigore. un' altra fonte molto autorevole ma assai poco citata è la barriera corallina-

    il collasso è avvenuto principalmente per l'aumento della variabilita' della fase ENSO, quando le temp. di quella porzione dell'Oceano sono aumentate a dismisura e poi di colpo diminuite, proprio per l'effetto IATO che quell'Oceano propone e che è stato individuato.

    Durante i forti periodi di oscillaz. ENSO, le barriere lungo la costa del Panama hanno smesso di crescere, decrescita che è durata decenni. la coincisione con le forti fasi ENSO non è riscontrabile in una pura coincidenza ma è frutto di monitoraggi e "carotazione " nelle barriere, per osservarne lo stato di salute e poi poter emettere simili conclusioni.
    Nulla di campato in aria.

    In Australia a Sidney, vi è stato un Symposium di 80 scienziati da tutto il mondo e il meeting trattava la salvezza dal riscald. del Pacifico Orientale nei prox decenni e della barriera corallina compromessa da questo, fonte oggettiva di come il Pacifico per ora , sia il Ns salvatore , nel senso che accumula tutto il calore in eccesso in quella porzione (est) a maggior ragione, ma che poi lo restituira' con vigore nei prox. anni. Cio' basta secondo me ad asserire che il Gw. per il momento è andato in pausa, è come lei dice in ribasso
    è temporaneamente celato proprio perche' assorbito dal Pacifico che poi ce lo vomitera' addosso tra un po'. Mi pare che lo dica anche lei no? saluti



  • interessante questa discussione! Complimenti al prof franco

    Lucaf ,per favore,mi posti la ricerca originale della Scripp, sul loro sito ho trovato questa notizia, dove dice che la pausa del GW è dovuta al passaggio della PDO in fase negativa (che influenza il ciclo enso, favorendo fasi di nina…)

    https://scripps.ucsd.edu/news/13251

    Grazie! :)



  • Io ho appreso la notizia su Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile alla voce "Perche' il global warming è in pausa, la risposta dal Pacifico". ciao



  • Ma puoi avere notizie anche qui:- www.nature.com- [url=http://www.sciencenews.org.



  • Ho vivo piacere che questa discussione risalti molto,

    c'è in effetti debbo dirvi un po' di confusione , ma è un tranello in cui è facile cadere! I periodi o cicli o mesocicli, di WARM & COOL differiscono da questa faccendaun pochino e vi spiego ,se avrete bonta', il perche'.

    Se io faccio andare un motore in una zona bella aperta di campagna e viaggio di giorno e notte ,avro', conseguenzialmente un riscaldamento del propulsore della vettura, di giorno, e quando invece viaggero' la notte , esso sara' piu' raffreddato e "fresco"….Ok?

    Se pero', il viaggio vado a farlo, per ipotesi ,nel deserto e mettiamo che viaggio solo di giorno, quel propulsore di quella vetture riscaldera' di piu' e soffrira' maggiormente. E' un banale esempio, per compararlo al ns pianeta, vale a dire che se introduco molto assai probabilisticamente altra unita' calda ad un warm naturale con molta possibilita', avro' un surplus di calore, cioè quel che accade nel semplice esempio. L'automobilista di quella vettura, non potrebbe lamentarsi che il suo radiatore bollirebbe col meccanico se.....poi,

    gli dicesse che viaggia quasi esclusivamente nel deserto e per di piu' solo di giorno, no? Cosi', noi, ..abbiamo un surplus, che il ns pianeta cerca di affrontare, e per fortuna che ci sono questi immensi Oceani, perche' sarebber dolori. Essi, prendono tutto il calore in eccesso, fosse da variabile nat o forcing antrop. Pero'..........,c'è un fatto......,

    quando si crea, perche' purtroppo si crea, il fattore a "box close" ,perche' il sistema non comunica con l'esterno, intendo l'atmosfera, non interagisce ma è un sistema in una sorta di equilibrio solitario, allora le cose si complicano un pochino..., la "box close" la scatola chiusa entra in sofferenza perche' alcuni gas, e manco è detto per gioco forza la Co2

    potrebbero esservene d'altri, la Co2 è salita sul banco degli imputati ma l'inizio fu MOLTO suppositivo, ecco che l'atmosfera reagisce come fa' una serra e quel minimo di surplus
    cosa ti fa' ?
    Non fa bene ritornare i raggi cosmici ricevuti dal Sole nello spazio, quindi si attua un super riscald., L'origine potremmo farla noi, e dico P-O-T-R-E-M-M-O...,ma non ci son prove sufficienti , al momento.
    Ma che noi saremmo gia' la causa di tutto il surplus delle temp globali del pianeta, é una sentenza gia' scritta e non si vuol sentire la difesa....Spero d'aver delucidato. Ave



  • Si è una spiegazione plausibile in fondo è cio' che si sostiene, non è tutta colpa dell'antropicita' ma un innesco parziale v'è stato. Non si puo' fare fumo in una stanza e poi non avere una finestra da aprire, o il fumo deve cessare
    per questo trovo calzante il suo esem caro prof. Teniamo viva la discussione,anche per il prospetto aut-inverno prox



  • @p.franco:

    Ho vivo piacere che questa discussione risalti molto,

    c'è in effetti debbo dirvi un po' di confusione , ma è un tranello in cui è facile cadere! I periodi o cicli o mesocicli, di WARM & COOL differiscono da questa faccendaun pochino e vi spiego ,se avrete bonta', il perche'.

    Se io faccio andare un motore in una zona bella aperta di campagna e viaggio di giorno e notte ,avro', conseguenzialmente un riscaldamento del propulsore della vettura, di giorno, e quando invece viaggero' la notte , esso sara' piu' raffreddato e "fresco"….Ok?

    Se pero', il viaggio vado a farlo, per ipotesi ,nel deserto e mettiamo che viaggio solo di giorno, quel propulsore di quella vetture riscaldera' di piu' e soffrira' maggiormente. E' un banale esempio, per compararlo al ns pianeta, vale a dire che se introduco molto assai probabilisticamente altra unita' calda ad un warm naturale con molta possibilita', avro' un surplus di calore, cioè quel che accade nel semplice esempio. L'automobilista di quella vettura, non potrebbe lamentarsi che il suo radiatore bollirebbe col meccanico se.....poi,

    gli dicesse che viaggia quasi esclusivamente nel deserto e per di piu' solo di giorno, no? Cosi', noi, ..abbiamo un surplus, che il ns pianeta cerca di affrontare, e per fortuna che ci sono questi immensi Oceani, perche' sarebber dolori. Essi, prendono tutto il calore in eccesso, fosse da variabile nat o forcing antrop. Pero'..........,c'è un fatto......,

    quando si crea, perche' purtroppo si crea, il fattore a "box close" ,perche' il sistema non comunica con l'esterno, intendo l'atmosfera, non interagisce ma è un sistema in una sorta di equilibrio solitario, allora le cose si complicano un pochino..., la "box close" la scatola chiusa entra in sofferenza perche' alcuni gas, e manco è detto per gioco forza la Co2

    potrebbero esservene d'altri, la Co2 è salita sul banco degli imputati ma l'inizio fu MOLTO suppositivo, ecco che l'atmosfera reagisce come fa' una serra e quel minimo di surplus
    cosa ti fa' ?
    Non fa bene ritornare i raggi cosmici ricevuti dal Sole nello spazio, quindi si attua un super riscald., L'origine potremmo farla noi, e dico P-O-T-R-E-M-M-O...,ma non ci son prove sufficienti , al momento.
    Ma che noi saremmo gia' la causa di tutto il surplus delle temp globali del pianeta, é una sentenza gia' scritta e non si vuol sentire la difesa....Spero d'aver delucidato. Ave

    Si, ho capito…

    Interessante il riferimento ai raggi cosmici; infatti ci sono recenti studi, dello scienziato Svensmark, che mettono in relazione l' attività solare, il numero di raggi cosmici che raggiungono la Terra e la formazione delle nubi, i risultati sono ancora provvisi e contrastanti...

    Le Stelle che modificano il Clima - MeteoGiornale.it



  • @Luca:

    Io ho appreso la notizia su Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile alla voce "Perche' il global warming è in pausa, la risposta dal Pacifico". ciao

    OK, grazie!



  • @caravaggio90:

    Si, ho capito…

    Interessante il riferimento ai raggi cosmici; infatti ci sono recenti studi, dello scienziato Svensmark, che mettono in relazione l' attività solare, il numero di raggi cosmici che raggiungono la Terra e la formazione delle nubi, i risultati sono ancora provvisi e contrastanti...

    Le Stelle che modificano il Clima - MeteoGiornale.it

    Beh, sostanzialmente, e qui esprimo un pensiero person. ma che ho da diverso tempo, oltre alla magg o min formazione di nubi che i raggi possono determinare

    quel che ha il "suo" effetto e su cio' mi confrontavo con un collega biochimico dell'universita' di Bologna, sono 2 gas che sono fin dagli anni 50' sotto la lente >>

    il Biossido di zolfo (S02) e il Biossido d'Azoto (N02), il primo presente quando o meglio "liberato" quando s'utilizza un combustibile fossile contenente zolfo, ad es.

    carbone e derivati, petrolio grezzo etc. Dagli anni 80', fu adottata per questo gas, la misura di ridurne drasticamente la quantita' di zolfo all'interno del gasolio,

    molti se ne ricorderanno con le auto, i meno giovani….,poi il secondo che si libera nelle combustioni dei motori a scoppio, molto presente nei centri urbani ovviam

    responsabile delle famose "piogge acide" che in supermetropoli ,quali Tokio Londra Shangai Citta' del Mexico New Y., hanno avuto in passato i loro effetti. Il ricor

    so alla "catalizzazione" delle vetture ha parzialm risolto alcune problematiche. Restano pero' altri gas, dai risultati o meglio effetti ancora un po' sconosciuti sull'

    ambiente, e sono :- Il Benzene (C6H6) - il Monossido di Carbonio- La PM10 (polveri sott.) Certamente bisogna pur ammettere che questi elementi dati e nati per

    processi iniziati con l'industrializz., non sono presenti in natura ma sono risultanze della manipolazione umana. Da qui il contributo di quel 15/20% di cui si faceva

    accenno in altre occasioni. Ma il punto FOCALE è qui (ed è il quesito che gia' allora ci ponevamo..) ; possono alcuni o anche solo uno dei citati elem. inquinanti o

    gas elencati, fare per dirla in parole povere da "scudo" nell'atmosfera ad un innalzamento della temp. media, fosse per contributo seppur esile o per maggior cau

    sa variabile naturale ? (magg. flux solare x spiccata attiv. high)- Cioe' ,puo' crearsi effettivam. una "barriera" invisibile e difficilm individuabile per posiz e zone

    che abbia il famoso effetto-serra? Certo, s'obiettera' che molti studi confortati da grafici che ho visto migliaia di volte, mostrano un effettivo riscaldam. del passato

    meno e piu' remoto, ma avere degli anni o dei decenni col riscald alto nel passato è cosa ovvia e nota e non contestabile; lo è pero', se si comprende con calma,

    contestabile l'effetto RIFRANGENTE O DI RIFRAZIONE, che s'otteneva a quel tempo e che s'ottenga allo stato odierno, ovvero la CAPACITA' di restituire calore

    nello spazio dopo.....la scaldata. E questo non è possibile studiarlo nel passato. Si sa' solo che ci si riscaldava, e si confida molto sul fatto che avvenisse perche'

    conforta sul piano COMPARATIVO, e serve o servirebbe a dimostrar che avvennisse anche allora; pero' bisogna vedre tutte le modalita' del processo...............,

    solo " L'AVVENTO " non è sufficiente del tutto. Ora allo studio, vi è proprio quest'aspetto: c'è un fattore ostacolante al ""ritorno"" del calore nello spazio, cosi da

    raffredar per bene il pianeta, proprio come avveniva durante le scaldate primordiali ,o no? Questo è il quesito + importante che si DOVRA' determinare, perche'

    determinato, non lo è. E questo è il campo di maggior scontro tra oppositori e favorevoli. Pero', talvolta gli uni e gli altri si ...perdono di piu' nella responsabilita'

    attribuitiva ma a questo punto...è superficiale. :rolleyes:



  • Va bene non sei d' accordo, ma evitiamo questi interventi palesemente polemici e provocatori…

    Se vuoi ne vuoi discutere CIVILMENTE ti faccio 2 domande

    1. come dici in questi anni il AGW è mascherato da alcuni fattori naturali, quindi non credi che, almeno in parte, il GW possa essere stato accentuato da altri fattori naturali (Sole, vulcani, cicli oceanici...)?

    2. In un mondo ipotetico senza umanità come sarebbe cambiato il clima dal 1880? La temperatura sarebbe scesa, sarebbe rimasta costante o sarebbe aumentata?Perchè?

    Se invece vuoi solo far polemica non rispodermi, grazie.



  • @caravaggio90:

    Va bene non sei d' accordo, ma evitiamo questi interventi palesemente polemici e provocatori…

    Se vuoi ne vuoi discutere CIVILMENTE ti faccio 2 domande

    1. come dici in questi anni il AGW è mascherato da alcuni fattori naturali, quindi non credi che, almeno in parte, il GW possa essere stato accentuato da altri fattori naturali (Sole, vulcani, cicli oceanici...)?

    2. In un mondo ipotetico senza umanità come sarebbe cambiato il clima dal 1880? La temperatura sarebbe scesa, sarebbe rimasta costante o sarebbe aumentata?Perchè?

    Se invece vuoi solo far polemica non rispodermi, grazie.

    Innanzitutto rispondo sempre perche' sono "civile" checche' ne pensi. In secondo luogo, io non sono affatto dell'idea che delle variabili naturali non sono intervenute allo scopo ma che sono da aggiungere semmai al fattore antropico che cmq ha la sua pregiudiziale nel discorso in quanto che, il maggior effetto dannoso di accrescita d'un effetto che non è solo riscaldam. naturale, son da "cappa" cioè da effetto serra, che taluni gas che mi sembra siano ben elencati,sono presenti nell'eta' industriale e non molto tempo prima, anche perche' come li misurassero non si' sa' neppure bene. Il sole ed altri fattori naturali, se provo a girare la domanda, farebbero accrescere un simil effetto? O si nega del tutto che ci sia? Le metrolpoli di cosa soffrono? d'aria pura? non credo, per cui un effetto l'uomo ce l'ha, parziale quando e come si voglia ,ma il sole non crea effetti cosi' dannosi. Senza umanita' per me, il mondo sarebbe senz'altro migliore, per me, poi tutti possono avere la loro opinione..



  • a domani ciaoooo!!!



  • @fulvio:

    Innanzitutto rispondo sempre perche' sono "civile" checche' ne pensi. In secondo luogo, io non sono affatto dell'idea che delle variabili naturali non sono intervenute allo scopo ma che sono da aggiungere semmai al fattore antropico che cmq ha la sua pregiudiziale nel discorso in quanto che, il maggior effetto dannoso di accrescita d'un effetto che non è solo riscaldam. naturale, son da "cappa" cioè da effetto serra, che taluni gas che mi sembra siano ben elencati,sono presenti nell'eta' industriale e non molto tempo prima, anche perche' come li misurassero non si' sa' neppure bene. Il sole ed altri fattori naturali, se provo a girare la domanda, farebbero accrescere un simil effetto? O si nega del tutto che ci sia? Le metrolpoli di cosa soffrono? d'aria pura? non credo, per cui un effetto l'uomo ce l'ha, parziale quando e come si voglia ,ma il sole non crea effetti cosi' dannosi. Senza umanita' per me, il mondo sarebbe senz'altro migliore, per me, poi tutti possono avere la loro opinione..

    Sì sono d' accordo; infatti secondo me le emissioni e le altre attività umana hanno un certo impatto sul clima, non voglio certo giustificare l' inquinamento, a me interessa solo studiare e capire come e perchè il clima cambia



  • @caravaggio90:

    Sì sono d' accordo; infatti secondo me le emissioni e le altre attività umana hanno un certo impatto sul clima, non voglio certo giustificare l' inquinamento, a me interessa solo studiare e capire come e perchè il clima cambia

    Bravo. Infatti vedi che le posizioni non son poi cosi' distanti, Anche a me interessa solo ed esclusivamente questo, cioè comprendere i motivi non solo del cambiamento, ma del perche' e per farlo occorre la visione a 360° nella quale concorderai v'è necessita' di approfondire tutti gli argomenti tra cui anche l'eventuale traccia antropica rilasciata dalle attivita' dell'uomo. L'inquinamento dell'ambiente, per fare un esempio, non è certo naturale, quando passi dinanzi ad una zona qual'essa sia, e vedi determinate cose ,hanno pur sempre un impatto; a porto Marghera (Ve), per citarne un altro, non respirano piu' e nella zona di Mestre, si potrebbe chiedere agli abitanti quale sia la situazione dell'aria; son esempi banali ma pur sempre fatti esistenziali, di certo fare una maratona sul ponte che collega Mestre a Venezia non sarebbe del tutto salutare..cosi'è, per molte zone fortemente industrializzate. Trovo interesante infine la discussione sulle nubi e sul loro apporto in termini di freddo-caldo al pianeta, è una materia che fa' impazzire molti scienziati perche' difficilmente riproponibile come esperimento in laboratorio. Pero' il flux solare ha un suo rilievo nella formazione di determinate nubi; pare che la situazione cambi di piu' ad una certa quota, piu' in alto,ove talvolta si son registratei sbalzi notevoli con l'ausilio dei dati satellitari. Una conferma mi viene in mente nella giornata odierna , l'11 Settemb., l'anniversario dei tragici fatti americani…fu scoperta una cosa, probabilmente da chi è sempre allerta su questioni meteoclim. Fu visto, che all'interdizione dei voli sui cieli americani, data dall'amministraz. per ovvi motivi di difesa, fu registrato un calo delle temp. in quota sopra il N. America. Fu dovuto all'interruzione dei voli? Non è chiaro, ma è pur sempre un fatto da annotare. ( Scie di condensa...? chissa')



  • Il Global Warming è un Trend Climatico di lungo raggio , iniziato da oltre un secolo , si definisce Trend di Fondo , forse è la T. media globale in calo , in ribasso .

    La T. media Globale è quella che subisce oscillazioni verso l'alto /aumento , o in basso / diminuzioni .http://www.climate4you.com/images/HadCRUT4%2020yearTrendAnalysis.gif

    probabilmente è la T. media globale attuale , che è un valore termico il risultato , che sta scendendo , e non il G.W. che è un Trend Climatico.

    Inizio XXI sec. decennio 2000 il piu caldo in assoluto dal 1850.
    http://www.climate4you.com/images/HadCRUT4%20MAATand3yrAverage%20NH%20NormalisedFor1979-1988.gif

    http://www.climate4you.com/images/HadCRUT4%20100yearTrendAnalysis.gif



  • Va bene tony,

    allora :- "è la temperatura media della Terra che s'è fermata ed è in ribasso, un trend a lungo raggio ma che ha arrestato la sua corsa ed in proiezione di ribassarsi,che poi sarebbe il contributo antropico al NATURALE RISCALD. DEL PIANETA, INDI UN SURRISCALDAMENTO….-

    CHE PROPORZIONALMENTE SOMMATO ALLA TEMPERATURA MEDIA DELLA TERRA, PUO' AUMENTARNE I VALORI O DIMINUIRLI. E se è in ribasso,conseguenzialmente ne subisce l'effetto-causa ,la temperatura media della Terra,anche se le due cose non vadano di pari passo e possono essere misurate a passo diversificato, L'AGIRE PERO', e sullo stesso
    campo, quello delle terre emerse e degli oceani. In letteratura scientifica inglese Global Warming. Lo studio che mi ha portato all'osservazione di questo fatto ,è stato condotto sulla MAGNETOSFERA e L'OZONOSFERA TERRESTRI. Sul peso molecolare che ha l'Idrogeno nella VIA DI FUGA NEGLI ALTI STRATI DELL'ATMOSFERA, elemento dal bassissimo peso specifico rispatto agli altri gas presenti nell'aria che respiri. Indi, chiara riduzione dell' HOLE di 03, che garantisce il giusto Idrogeno in atmosfera, molto probabilm. dovuto alle mancate emissioni, oramai pluriannuali ,avute con gli accorgimenti governativi degli stati industriali. La temperatura media ,che risente di questo fatto appena descritto, e che normalmente s'aggira sui 15° C. , non ne' risente in questo frangente ne' probabilm. secondo le proiez. ne risentira' nell'immediato prox. Per cui, G.w. basso ed in ribasso.



  • ciao a tutti!!buona sera…:)



  • io credo che i valori del gw,siano in diminuzione rispetto agli anni scorsi,prima di tutto,in relazione ad un indice AMO,che sta perdendo quota,inoltre secondo scienziati autorevoli e non solo ABDUSSAMATOV,CHE molti ritenevano pazzo,invece con lui si sono allineati molti altri..dicono che il gw si sia arrestato e addirittura ci sia un processo opposto..le cause va be si sa….bassa attivita' solare,vulcani,come ben ha detto caravaggio....e alla corrente del golfo che ha rallentato....ovviamente ce da monitorare il tutto con estrema attenzione....e comunque sulla teoria del gw...molti scienziati stanno facendo addirittura marcia indietro,

    io non so SE SIA GIUSTO O NO,,ASSERIRE CALDO O FREDDO X IL FUTURO.,,.,..MA UNA COSA è certa gli eventi estremi di cui siamo stati vittima nel corso degli ultimi anni...si sono avuti x via dei cambiamenti climatici....CHI VIVRA'' VEDRA' :)



  • @cristian8282mc:

    io credo che i valori del gw,siano in diminuzione rispetto agli anni scorsi,prima di tutto,in relazione ad un indice AMO,che sta perdendo quota,inoltre secondo scienziati autorevoli e non solo ABDUSSAMATOV,CHE molti ritenevano pazzo,invece con lui si sono allineati molti altri..dicono che il gw si sia arrestato e addirittura ci sia un processo opposto..le cause va be si sa….bassa attivita' solare,vulcani,come ben ha detto caravaggio....e alla corrente del golfo che ha rallentato....ovviamente ce da monitorare il tutto con estrema attenzione....e comunque sulla teoria del gw...molti scienziati stanno facendo addirittura marcia indietro,

    io non so SE SIA GIUSTO O NO,,ASSERIRE CALDO O FREDDO X IL FUTURO.,,.,..MA UNA COSA è certa gli eventi estremi di cui siamo stati vittima nel corso degli ultimi anni...si sono avuti x via dei cambiamenti climatici....CHI VIVRA'' VEDRA' :)

    E infatti è proprio cosi' cristian. Il G.w. è basso nella sua crescita, ovvero da tempo non cresce piu' e le previsioni indicano ancora il proseguimento di questa strada. Possibile anche un effetto del tutto naturale, e spiego….......,

    anche in fasi in cui l'interazione antropica sia alta,come gli scorsi anni, il Pianeta o meglio la sua atmosfera ATTUA DEGLI ACCORGIMENTI PER CORRERE AI RIPARI

    uno tra i tanti, è l'assorbimento da parte oceanica del surplus di calore in eccesso, che sia naturale e/o di fattura umana. Chi è appassionato sul serio puo' fare una semplice prova al riguardo,

    Dunque :- " Provate a far questo: se si ha un bagno con vasca, dapprima scaldate la stanza con un phon a vasca vuota. Con un buon termometro (non di scarsa..)

    misurate la temperat. dopo 20min d'accensione nel bagno; ripetere la prova con la vasca ben allagata d'acqua fredda quasi fin l'orlo e non a meta'.

    Rimisurate e vedrete un valore nel 2° caso inferiore al 1°. E la termodinamica. L'acqua della vasca assorbira' parte del valore termico. E ovvio che le 2 prove van fatte alle stesse identiche condizioni. Tempi suggeriti, da 20min in su', ma non meno.

    Ecco, questo semplice esempio basta a far intendere quel che i ns oceani son in grado di fare.


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.