SOLE,17aCONF, A ROMA IO C'ERO E VI FACCIO IL PUNTO



  • Come ogni volta in cui si è tenuta una simile occasione di conferenze o altro, sul tema solare & Co, grazie alle conoscenze acquisite nel campo e alla professione
    svolta sono partecipe come anche stavolta a tali riunioni, in questo caso tenutasi a Roma dall'8 al 10 scorsi, al Grand Hotel P. dei Principi. La conferenza organizzata dalla Paganelli Risk Solutions Ltd era in lingua inglese, ma per fortuna siamo ben …attrezzati in questo senso! Il tema:- The Impact of Space Exposition on modem society, hazard forecasting prevention ,mitigation and insurance at international level "

    La prima sessione rigurda proprio le tempeste spaziali e L'EMISSIONE DI PARTICELLE DAL SOLE, (ENERGETICHE). E' intervenuto il Prof. Masserotti, dell'osservatorio astronomico di Trieste, che ha parlato dell'eventualita' del verificarsi di tempeste GEOMAGNETICHE e della possibilita' di preavviso per le stesse che spazia dalle 48 ad un min. di 24 ore per la Terra, in questo frangente, ove si puo' apprezzare un attivita' di superfice intensa,ripresasi in questo Maggio in modo particolare, forse con tutta probabilita' il picco di questo 24o ciclo.

    Queste tempeste causano sovente guasti e gravi interferenze alla rete elettrica e alle telecomunicaz., facendo rischiare black-out e paralisi dei sistemi, dei sistemi GPS etc.
    Costituiscono pericolo serioo per i voli, specie i transoceanici,(alta quota) su rotte polari, ma anche per quelli a medie altitudini,tranne che per le piu' basse latitudini.
    Si è inoltre discusso sulla eventualita' di DEBOLEZZA PROLUNGATA DI QUESTA FSE SOLARE, E DEL PROSEGUO DI QUESTO CICLO 24, CHE NONOSTANTE LE FRAME E LE ESPLOSIONI DI SUPERFICE DI QUESTE ULTIME ORE CONOSCE UNA ATTIVITA' ORAMAI INCONSUETAM. DEBOLE.

    Attualmente registriamo una serie di potenti brillamenti sulla superfice solare, classificati con livello X- FLARE (>= 10^-4W/m^2) livello questo penultimo in termini di scala prima dell'allarme max.

    Il telescopio SOHO ci informa costantemente del vento solare e di queste emissioni di raggi X, che come si nota sono alte per via della forte attivita' di superfice.

    Tuttavia la globale attivita' della stella resta ai minimi storici oramai da 5 anni quasi, e un minimo molto vicino agli storici appare concreto e non solo teorico.
    Cio' non sta a significare sconvolgimenti per il pianeta terra e la sua atmosfera nell'immediato, considerando che una bassa attivita' solare ha bisogno di circa un

    anno terrestre per rimarcare solo il 12% di "trasmettibilita'" sulla atmosfera terrest. e sulla superfice oceanica (ancor meno..), quindi ancora niente allarmismi

    ma tenere conto della situaz. e monitoraggio continuo; infine interessante appare l'odierna mappa MUF- (Maximum Usable Frequencies) la mappa , per i non

    esperti, delle alte frequenze della radiazione solare che colpisce la Magnetosfera terrestre (causa anche le Aurore Boreali) e puo' essere utilizzata dai radioamatori per capire le onde di frequenza maggiori che colpiscono le zone terrestri ove siano i fadeouts, che si producono a seconda dei livelli di raggi X prodotti dall'attivita'

    dei forti brillamenti della superf. solare. Quindi,non solo interferenze e disturbi, come si vede. At proxima



  • ah bravo frANCO hai partecipato quindi ad una conferenza molto interessante..mA SI è parlato anche del ciclo solare?? e del suo minimo previsto nel corso dei prossimi anni???? delucidaci ;)



  • Per ora c'è quel che ho spiegato, per l'avvennire lo sa' Iddio…..,

    volendo parafrasare....,con l'intento che sappiamo (anzi ancora molto poco..) che la ns stella puo' riservarci sorprese come improvvisi risvegli...

    per ora s'apprezza un incremento dell'attivita' di superfice, come esplosioni anche violente e frame del tipo descritto, alcune hanno mosso in direzioni dei pianeti prospicenti come nel caso di Mercurio "sfiorato" dal vento solare ma non del tutto raggiunto e dalla propagazione di questi effetti. La Magnetosfera terrestre ci protegge in parte, alcuni disturbi ho saputo ci son stati e ci sono ancora nelle radio frequenze e trasmissioni di vario tipo, queste emissioni lo fanno. Per quel che concerne il minimo solare,che oltre quest'attivita' di
    superfice prosegue, la debolezza del ciclo 24 è evidenziata per paradosso proprio ..dal suo max; il monitoraggio continuo dell'astro, ci dara' conferme future ma io penso,come la
    maggior parte degli addetti e no, che prosegua, abbinarlo a qualche minimo del passato è un tantino ancora prematuro ma ci si avvicina molto per durata. Se cosi' fosse, cioè che
    durasse ancora, non sarebbe piu' solo ipotesi un minimo come quelli piu' recenti ma la previsione "solare" non esiste ancora.



  • Bellissima spiegazione p.franco, sono restato affascinato da questo tipo di argomenti e sul sole in modo speciale
    penso che stiamo vivendo una fase storico della vita forse probabile una nuova era della stella che ci porti dove ancora non sappiamo.Meno male che si trova lei in questo forum che ha tempo per noi con queste spiegazioni cosi' dettagliate. Anche cristian molto bravo ,complimenti. Solo una domanda,grazie. questa fase è piu' debole ,uguale o meno di quelle di Maunder ,Dalton Etc.? saluti


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.