Febbraio, speranze di neve o piogge ?



  • Archiviato ormai il primo mese di questo 2013, sono molte le cose che si possono gia' sottolineare in evidenza

    uno Strat-Warming che non ha sortito gli effetti sperati per tanti freddofili e appassionati del manto bianco e dei paesaggi innevati,
    chiaro,che ora, si guardi con speranzosa attesa a cio' che il "resto" dell'inverno potra' regalare, e quanto i detti effetti da S.W. finora non risentiti, possano invece avere un ruolo anche per il ns bacino.

    Francamente, non credo. Il pessimismo nasce da un attenta analisi ,poi facilmente sbagliero', ma per adesso sono della supposizione che il mediterraneo, ha un azione quasi a tenaglia, in questo fenomeno dello S.W., sia cioe' "soffrendo" della

    morsa dei 2 principali Split, avvenuti in regione Canadese, e il 2°, in quel dell'Asia centr.orientale. Per cui, gli effetti, i maggiori, li stanno avendo queste 2 porzioni dell'emisfero, e cosi' il fenomeno tanto enunciato, ha avuto modo e tempi per sfogare.

    Nella % delle volte in cui s'è verificato con queste stesse modalita', non solo per l'Italia ma anche per l'Europa, si son avuti effetti molto piu' marginali, nessun evento epocale.

    Quindi passando in rassegna la proiezione per Febbraio, credo che possa configurarsi con una maggior apertura dall'Atlantico, con frequenti precipitazioni, probabilm. anche sopra-media,

    ma con escursioni termiche piuttosto contenute, nessuna forte retrogressione del freddo intenso, non sempre il COUPLING tra STRATO & TROPOSF. avviene ed apporta le conseguenze e le aspettative di molti,

    fatto gia' ampiamente spiegato da chi di dovere e sul sito, e su questo forum;

    M'aspetto quindi un "rafforzo" dell'Alta Azzor. in pieno Atlantico, con "corridoio" aperto ai fronti in discesa da W o tutt'al piu' da NW, con possib. "episodi" di freddo e gelate, ma piuttosto nella norma del periodo, senza eccessi.

    Come detto, maggiori quantitat. di piogge, forse per il centr. N., per depressioni in sede Ligure, frequenti e foriere di burrasche del periodo e intervalli da rimonte alto-pressorie, proprio con modalita' "oscillatoria".

    Solo un gran colpo di scena, che puo' sempre esserci, puo' invertire questo pattern, cosa in cui molti confideranno
    ma credo che per adesso sia questa l'ottica.



  • D'accordo, per me archiviata la fase piu' fredda ora solo bricioline….puo' esserci qualche episodio ma quanto a durata e intensita' ?



  • Attenzione a dar per morta una stagione come questa

    forse probabile una fase all'incontrario di quella della scorsa annata,ovvero anziche' l'inizio del Febbraio, potrebbe….gli effetti del displacement si sortiscono sempre per qualche zona con un po' di ritardo, interessante la situaz. dal 8/02 in poi alcuni runs GFS,

    che resta la mia preferita, non mi dispiacciono nelle proiez.



  • Non la do' per morta "certa" prof., ne' per definitamente conclusa ma credo che eventuali irruzioni avranno vita breve, di pochi gg.,

    3/4 al max. Periodi lunghi di freddo duraturi non ne vedo, l'ha citato anche lei d'altronde le "ondulazioni proseguono" e ne abbiamo ulteriore conferma e riprova in questa settimana, che vedra' l'hp farsi avanti,dopo l'ennesimo affondo freddo, speriamo non troppo calda

    senno' si risvegliano anche quei 2o 3 orsi rimasti…



  • Be',gente

    io posso solo ricordare,che Febbraio di solito non è molto "tenero" in quasi tutte le annate

    se questa poi ha visto una frantumazione tale del vp ed il successivo collasso in varie zone dell'emisfero, e se a cio' aggiungiamo che non s'è ancora conclusa la fase cause-effetti,be' ecco il quadro…..presto fatto.

    Eventi epocali? Bah..,mai detto.......o no....?? mah.....,a proposito, qualcuno di voi ha visto il GFS del 6/7 di Febbr.?? A me per ora fa' un tot rabbrividire...brrr,- @andrew - ....bella quella degli orsi...



  • …. me lo auguro con tutto il cuore... gelo fortissimo <3



  • Infatti,franco lei si riferisce al possibile avvento artico in essere del 06-febbr. Si attendono conferme,potrebbe portare una fase fredda certamente, ma bisogna riconoscere che il forte displac. che è avvenuto, indicava ben altro, anche se sappiamo la prudenza usata su questo forum,specie da lei,in questo argomento ma non da molti altri,non solo riferito al forum ma l'opinione generale.

    Quanta percentuale darebbe,domanda secca, ad un episodio d'una certa rilevanza? E quanta ad un proseguo sulla falsariga odierna? grazie e saluti



  • Buondi', ecco un piccolo quadro riassumente le proiettanti, che vedono quest'altra "avventura" invernale alle porte

    dunque con ordine,rispondo a andrew: postando quest'argomento, speranze ne hai messe in preventivo giusto? Quindi le metterei sul piatto della bilancia insieme ad altre ipotesi, questo resta nella logica..

    Che ne penso? Prima osserverei e farei disamina, la situazione:- ) Il potente affondo d'aria dall'artico, ha investito in misura quasi straordinaria l'area Canadese e parte degli States del N-NE, ed ora s'appresta a scendere ancor piu' giu',

    pare che si siano abbattuti diversi record locali ed il muro dei -50°, in qualche zona. Tutto determinato,dal fenomeno dello S.W.

    Come sappiamo per il vecchio Continente, rispetto a tutto cio', non si dica "briciole" ma siamo li'…., non s'è verificato il famosissimo "bloking" dal vicino Atlantico, gli Split hanno avuto "mete" diverse, insomma le variabili che alla vigilia furono menzionate,

    per far si' che s'avverasse per l'Europa un evento rammentabile, non si son "materializzate"...ma tutto cio' fu oggetto di avvisi ed avvertimenti e chi legge con certa assiduita', lo sa' bene...,

    ma l'inverno, non è finito...anzi, ha colpi, e forse i migliori in canna che abbiamo visto, da Febbr. 12' ! Vediamoli...................................

    Gli split da displacement, che tradotto sta' x "dislocamento" -"trasfert" ecc., sono BOLLE MOBILI, s'espandono verso sud, si ritirano un po',
    si RIESPANDONO nuovamente, nel gioco delle figure bariche del momento, <<incrociandosi>> con le altre PRESENZE BARICHE, sulla scena, e interagendo con esse possono trasferirsi anche altrove, certamente non ritirarsi nell'immediato, vista la loro SEDE OCCUPATA,
    al momento da una potente HP che raggiungera' il suo max nei prox gg.

    Due s'è detto i piu' importanti displacement avvenuti; in sede Candad. e in sede Siberico-Asiatica. Poi c'è la figura onnipresente dell'Hp Azzorr. ,che si espande in questi giorni sull'Italia e sul Mediterr.

    Poi....? Ecco l'importanza dell'ultima figura....., molto probabilm., essa fara' cio' che NON FECE E CHE CI SI AUSPICAVA in prima istanza,

    cioe', la MIGRAZIONE VERSO NORD! In questo contesto, è la dichiarazione di arresa al freddo quasi sicuramente, quanto e dove sono modalita' successive, che si vedranno in sede di dettaglio....

    ma l'importanza e questo; cosa stia a determinarne la risalita (dellHp azz.) verso latitudini superiori, molto probabilisticamente, è lo stesso affondo in quel di Terranova, che poi si "tuffa" letteralm. in pieno Atlantico, e quindi crea risposta opposta.

    Si evidenzia molto,tutto cio', dalla carta Global e N. Emisfero a 500 & 850hpa, dove si puo' notare chiaramente, la linea "oscillante" delle figure chiamate in causa e vederne la loro modularita', con gli affondi e le risalite come appena accennato.

    Penso proprio che dobbiamo aspettarci un periodo dai connotati.....invernali! Ave</incrociandosi>



  • sig.franco una domanda! questi affondo di aria fredda che zona della nostra penisola colpira maggiormente? e se e maggiormente colpita la fascia adriatica avremo possibilita di rivedere la dama bianca anche sulla costa abruzzese? e se si secondo lei con accumoli maggiori dell'anno passato? so che sono domande che nn si fanno, ma ipotizzando? grazie!!!!!!!!!!!!!! evviva il freddo.



  • C'è quest'eventualita', di vedere neve su coste dell'Abruzzo o in generale dell'Adriatico, ma bisogna vedere l'aria fredda che preferenza avra' nello scendere giu'. Certo non quantitativi superlativi, ma la possibilita' resta. Per il settore Ne del paese, le maggiori chance, sono

    quando c'è l'intervento del Continentale, aria di origine Siberiana, possibile in tale contesto, pero' debbo dire anche che la maggiore mi pare d'estrazione artica. ma si sa', poi le cose talvolta si complicano via facendo….x cio', che ho rimandato ai dettagli prox.



  • Novita'??????????



  • Ehh…..un attimino pes 36', non è che qui e come in televisione che s'accende ed esce Bernacca....,procediamo con calmina noi..



  • Bentrovati. Come piu' volte sottolineato, il ruolo piu' determinante in questo pattern che s'appresta ad instaurarsi, lo giochera' la figura che

    allo stato odierno abbiamo "addosso", L'ANTICICLONE ATLANTICO, il quale certamente si posizionera' in diverse zone durante l'avvez. fredda, muovendosi sotto la spinta che ricevera',
    saranno proprio le sue EVOLUZIONI a determinare quel che ci si aspetta, LE ZONE maggiorm. "colpite" dal freddo e soprat. la PROVENIENZA

    del freddo, il quale ,mi pare di poter confermare che potra' assumere da c.a. meta' mese dei connotati piu' continentali e/o almeno con

    tale contributo. Questo perche', è molto semplice; dapprima la discesa avra' natura prettamente Artica, porta del Rodano etc, ma successivamente, poiche' trattasi di vari impulsi successivi, l'ASSE DEL PROMONTORIO ANTICICL., "RUOTERA' " in senso orario lentamente

    chiaro a quel punto che l'aria ASSUMERA' PROVENIENZA PIU' ORIENTALE, inutile sottolineare cosa significhi.

    Quindi contributo Continentale come s'era ipotizzato sin da prime istanze, alla massa fredda gia' scesa. Ma da qui a meta' del mese ne passa d'acqua sotto…..giusto..?? E allora si dovra' procedere con cautela, x vedere zone e posti in cui ci sara' o meno neve e quanta.....

    almeno altri 3/4gg.

    Questo Febbraio, ma direi anche Gennaio, non è che poi abbiano l'aspetto cosi' diverso dallo scorso.....; si veda : lo scorso Genn. avevamo

    un NAM se non ricordo male, a -3.7 c.a. verso fine prima decade, e poiche' in effetti da Stratw., e con tale indice, cioè su quel valore,

    solitamente occorono dai 40 ai 60gg., per aversi gli effetti del fenomeno. Sappiamo poi come fini', con il Febbraio che ricordiamo.

    Adesso non è che voglio alimentare facili ILLUSIONI, perche' come si dice per altre cose, anche qui direi che OGNI STRATWARMING E' UNA

    STORIA A SE', quindi PERFETTE ANALOGIE non vi saranno. Pero' con un NAM sotto i 4.......................................................................



  • ….. io ci credo.... ci ho sempre creduto e melo aspetto un nuovo Burian.... un NAM a meno 4 non può non avere ripercussione come dice anche il prof franco !!! è assurdo....



  • Sig.franco la ringrazio per le sue splendide delucidazioni!!!!! E speriamo che sia un anno pieno di neve addirittura meglio dell'anno scorso!!!!!



  • Aggiornamenti serali molto positivi direi! Intando si delineano i contorni della prima avvezione artico marittima, che porterà un diffuso calo termico e neve prevalentemente dalla collina in su con qualche capatina in emilia. La seconda irruzione più marcata dovrebbe recare un ulteriore brusco calo termico ed una quota neve anche a livello del mare, secie lato adriatico. Tuttavia entriamo in un range temporale troppo elevato per attribuire elevata attendibilità a tale previsione.



  • @pes1936:

    Sig.franco la ringrazio per le sue splendide delucidazioni!!!!! E speriamo che sia un anno pieno di neve addirittura meglio dell'anno scorso!!!!!

    Ringrazio pes ;

    Difficile il ripetersi di un evento come lo scorso anno, soprat. in termini di quantita' nevosa, quello li', è stato davvero eccez. Cmq sia,

    c'è gran fermento in giro, d'aria fredda inteso, e l'analisi d'oggi focalizza l'attenzione su 2 cose in particolare :-

    1a) L'irruzione, sara' lenta dapprima, solo dalla porta Rodanense, obbiettivo PRIMARIO della "colata", il Massiccio Centrale francese, poi il Mediterr. nord occidentale, poi lenta espansione

    2a) In seguito,dal gg. 7 Feb. c.a., l'espansione sara' piu' cospicua e le regioni interessate anzi,l'area del Mediterr. s'allarghera'…

    l'afflusso prendera' forza, e potra' scendere sin nel pieno cuore Africano, interessando Tunisia e Libia ben addentrandosi all'interno.

    Pero' l'evoluzione è in forte fermento ,lo evinco dalle mappe che hanno comportamenti molto "bordeline", quindi credo che saranno diversi gli aggiornamenti nei prox gg. Ave



  • Gia', franco, bordeline, xche' non si capisce nulla o quasi se non quando ci si arriva proprio sotto,sotto,

    cmq non credo vi saranno eventi cosidetti epocali.


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.