La regione artica e il ruolo dei cambiamenti climatici



  • Nella regione artica non si direbbe ma vivono ben 3.5 mil. di persone e anche le opportunita' di sfruttamento delle risorse non mancano.
    Oggi si attribuiscono gli effetti maggiori del surriscaldamento proprio a quest'area del pianeta. massimamente deputata a riceverne gli effetti e a mostrarli in tutta l'ottica di grandezza con in primis lo scioglimento dei ghiacci e dei ghiacciai e delle zone di permafrost.
    La proiezione degli enti preposti come L'OMM., segnala la possibilita' che entro il 2050, l'Artico potra' aver perso il 40 % dei suoi ghiacci. Cio' comporterebbe un effetto domino facilmente realizzabile in fisica e geologia ,chiamato "risalto"dove appunto sarebbero i Mari a riceverne gli effetti in primo luogo e poi le aree costiere attigue ed anche piu' lontane. Gli effetti climatici sarebbero di sicuro impatto e tornare indietro sarebbe opera per l'uomo assai complicata e forse impossibile. Ma l'artico o meglio tutta l'area del circolo polare , e sotto osservazione anche per le opportunita' "fruttifere" cui prima s'e' fatto accenno. Paesi come Norvegia ,Svezia , Finlandia,Canada e Alaska , Danimarca e Russia, si contendono anche quel che il sottosuolo (parecchio ricco) riesce a dare. E alle ratifiche dei trattati non tutti aderiscono, in partic. non sfugge la mancata adesione per es., degli Stati Uniti. La valutazione dei fenomeni "GEOMORFOLOGICI" ha indotto insieme alla crescita delle temperature, rivalutazioni dell'aspetto socio-economico, portando ad inasprimenti talvolta sulle questioni climatico-economiche, che come si puo' intuire hanno connessioni sempre piu' forti. La Convenzione sui diritti del Mare , del 1982, stabilisce appunto i diritti delle aree costiere e degli stati artici, dei "passaggi navali e rotte di transito", della Sovranita' Territoriale (art. 86- ) e giurisdizione degli spazi marini, con l' UNCLOS ( United Nations Conventions of the Law of the Sea).
    Come si vede , l'intercorrelazione tra CLIMA-TERRITTORIO-SFUTTAM. RISORSE e ben evidente, ecco perche' val la pena seguire queste vicende che potrebbero portare a piu' di quel che oggi e solo sospettoso: alla VERA determinazione dello stato dei CIRCOLO POLARE, CLIMATICAMENTE ED ANCHE GLOBALMENTE PARLANDO. Ci torneremo su.



  • Intervento di spessore assoluto questo andrew. Lascia intendere come sia e quale ruolo giochi l'Area Artica nel complesso sistema climatologico
    che non puo' essere indissolubilmente scisso dall'attivita' umane e dalle conseguenti interazioni sull'ambiente (clima) e sulla fauna marina
    un innalzamento di pochi G°, è degno di rilevanza attenta per inficio totale del Filoplancton,che in molti ignorano ma scompare con un solo grado in piu' di rialzo,dalla zona di pertinenza. Con innesco di serie a catena nella riproduzione. E danni irreversibili.



  • E attuale oltremodo ,direi. Difatti ,il new rapport dell'IPCC, condannatelo pure o meno, sta' a voi, ma sostiene che siamo al…..CAPOLINEA! SENTITE QUESTA E POI SE NE PARLA

    Entro il 2050, si dovranno tagliare ad ogni costo e con ogni mezzo, le emissione dei gas serra ritenuti responsabili del 40 / 70 % !!! Temperature previste in crescita in proporzioni che vanno da 3.8° a 4.7° entro il 2100. I maggiori "tagli" sul fronte energetico. Si, e intanto in Abruzzo pensano a brindare sul fatto che si sia tolta la piattaforma Ondina2 dal mare per i prox anni, piattaforma d'estrazione di GAS!! Si' cosi poi, ce lo compreremo da Putin, che gia' strozza l'Ucraini e Co. Discussione aperta…si entri, ne va' del ns .....futuro.



  • Prof, la piattaforma di trivellaz. si chiama "ombrina mare". Ma non credo che sia deputata solo all'estraz. di gas, mi pare anche di petrolio, per questo sono insorti gli adriatici. La situazione poi, dell'artico è ben nota almeno da 20anni, ma con se e i ma, si è tirato a campare tanto, troppissimo…,e con tutti i detrattori , negazionisti , & Company del caso compresi enti e perfino centri cosidetti meteoclimatici (?'..??) tanto da ridistribuire specie prendendo in considerazione noi nel bel paese (d'un tempo) una sorta di contrapposizioni tanto inutili quanto deleterie alla materia e alla scienza. Come si faccia a negare qualcosa sotto gli occhi di tutti e le sue causali, salvo esser un po' .."tocchi", ah , almeno solo cosi' si spiega. L'artico soffre alche' se ne dica dai vari bistrattori e malfidanti. Le proiezioni degli enti compreso L'Ipcc,non sono menzognere,lo sono chi nega e fa' finta che tutto vada bene, oramai sempre piu' scienziati fanno in modo che i paesi aderenti ai trattati, siano in numero crescente per la problematica che potrebbe essere senza ritorno. Bn fatto andrew, tornaci sopra perche' serve specie in questo frangente. Altro che trend inversi...,quest'anno gia' ha perso ogni possibilita' di avere un annovero tra i...meno caldi! Dovrebbe fare in media piu' fresco di 2° ca, per tutto il restante. Surreale..



  • Discussione pertinente al momento e d'estrema attualita' , visto lo stato odierno del Polo Nord e la sua influenza climatica planetaria. Negli ultimi tempi o mesi, oltre 2 milioni di persone hanno firmato una petizione per misure atte a difendere la sede artica, perche' ritenuta oramai la chiave del sistema climatico. Perfino alcuni degli ultimi Uragani dell'ultimo decennio, si puo' attribuire alla causa del riscaldamento troposferico e delle zone piu' basse artiche , per lo scioglimento e la conseguente desalinizzazione delle acque Atlantiche e non solo, perche' appunto non tutti son al corrente del fatto che un acqua ""meno salata"" e piu' facilmente riscaldabile e quelle correnti trasportatrici di acque desaline e piu' fredde verso le zone tropicali ,innescano la genesi dei potenti Uragani, come Sandy e Katrina che mietono vittime e danni. Oltretutto gli scienziati hanno individuato anche una sorta di "diga" in zona subtropicale, dovuta all'interferenza delle masse che si confondono oramai delle celle (hadley-Ferrel) diga dovuta alla stasi permanente ,troppo, di figure BARICHE ALTOPRESSORIE DI SBARRAMENTO, per un FORTE RALLENTAMENTO DELLA CORRENTE A GETTO (Jet_Stream) la quale, non ha piu' le stesse dinamiche d'un tempo, ed è osservabile tale fenomeno dagli estremi in un sola area EMISFERICA D'OPPOSTE CONFIGURAZIONI DEL PATTERN. GELO E FREDDO IN U.S.A.,
    MITE E CON ASSENZA DEL FREDDO QUI DA NOI. PERCHE' IL JET-STREAM, non lavora BENE! PER IL CHANGE CLIMATICO IN ATTO. Un altro fattore in causa è L'ENERGIA IN ECCESSO , CHE S'ACCUMULA IN MARE ED E' MOLTO BEN VISIBILE DALL'ANALISI DELLE SSTA OCEANICHE. CIO', QUESTO FATTORE , E' DENOMINATA L'ENERGIA-EXTRA. CALORE IN ECCESSO (si indovini un po? la causa..) IN QUEL "LIQUIDO", CHE IL PIU' STRAORDINARIO ACCUMULATORE ESISTENTE. E LA FISICA APPLICATA INSEGNA CHE ANCHE UN PICCOLO INNALZAMENTO DI 0.2,5-3° DELLA TEMP. DEI MARI , INNESCA FENOMENI POTENZIALMENTE DISASTROSI SUL CLIMA TERRESTRE.
    DAL 1950 AD OGGI, SI STIMA CHE LE T° DEGLI OCEANI SIANO AUMENTATE DI c:a: 0.5 / 0.7° ED IL VAPORE ACQUEO DEL 4%. CON UN EFFETO GLOBALE SULLE PRECIPITAZIONI PARI ALL'INCREMENTO DELL' 8%. a SETTEMBRE SCORSO S'E' REGISTRATO IN ATLANTICO IL 2o RECORD DI T° DI SEMPRE, CIOE' DA QUANDO S'EFFETTUANO LE MISURAZIONI MARINE: 1.3° SOPRA LA MEDIA. QUEL CHE BASTA A CREARE UN ""MOSTRO"" MARINO E CLIMATICO. ALTRO CHE ANALISI E PREVISIONI DELL' AMO -NAO E AO
    ED ENSO etc. etc., IL PIU' DELLE VOLTE "SBALLANO" LE PREVISIONI, LE ANALISI NON CONDUCONO DOVE SI VORREBBE, LO SI E' NOTATO DA UN VENTENNIO ALL'INCIRCA ?' E LE ULTIME COMPETIZIONI ELETTORALI NON HANNO AVUTO ALL'INTERNO DEI LORO DIBATTITI LA PAROLA …."CLIMA" ; PER NON PARLARE DEGLI ULTIMI CAPI DEL GOVERNO SUCCEDUTESI. BEN TRE (3), E NESSUNO CHE ABBIA SPESO UNA SILLABA. E C'E' ANCHE UN PROGETTO CHE VEDREBBE L'ITALIA INSERITA IN "PROFONDE " STRUTTURALIZZAZIONI" , ATTE A FAR DIVENIRE LO STIVALE , IL TEXAS EUROPEO, CON TRIVELLAZIONI ED ESTRAZIONI AD INCREMENTARSI. VABBE' LA CRISI, MA ESISTONO LE FONTI ALTERNATIVE O SBAGLIO. IO HO VISTO NELL'ULTIMO DECENNIO LO STIVALE COSPARSO DI PALE EOLICHE…..,HO AVUTO ALLUCINAZIONI ?'?'....


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.