Andamento Ghiacciai Artici e Antartici



  • In questa fase estiva 2013 molto calda , possiamo , per modo dire , rinfrescarci un pò osservando l'andamento estensione Ghiacciai Artici ed Antartici.
    In questo post . andamento - monitoraggio dei ghiacciai , sappiamo va meglio per l' Antartide, che rispetto all'Artico , mostra un incremento estensione ghiacciai , con una media superiore su base-trend 1981-2010

    per l' Artico , i dati mostrano una sensibile fusione ghiacciai, in particolare dal 1997/1998 in poi , dopo il super El Nino e A.M.O. positivo dal 1993/1994 , Oceani in media piu caldi. http://arctic.atmos.uiuc.edu/cryosphere/IMAGES/seaice.anomaly.arctic.png
    e netto calo negli anni 2000 in cui si sono registrati gli anni piu caldi in assoluto dal 1850.

    T. media globale dal 1998 ( 1998-2005-2010 gli anni piu caldi in assoluto ) ha raggiunto il plateau - il top delle anomalie termiche positive .
    Per il N.H. Emisfero Boreale , dove ci sono terre emerse , vasti Continenti , maggiore effetto antropico , dove si è registrato l' aumento della t. media globale piu sensibile in particolare dal 1981 al 2003 -

    dal 2003 secondo i dati globali , T. Media stabile .ma su livelli alti , decennio 2000 il piu caldo in assoluto .
    oltre a fattori Naturali c'e da considerare un'altro Fattore,
    il fattore ANTROPICO , che probabilmente ha contribuito , come processo di accelerare il Warming.- riscaldamento. in questi decenni .
    ha un po mischiato le " carte " naturali , …Fattori Naturali ,

    Dagli anni '80 è aumentato in modo sensibile la C02 ( Effetto Serra ), con incremento della T. media globale - in correlazione Oceani in Media molto piu caldi rispetto al precedente Trend - trentennio '50-al '79
    anche il contributo Antropico , durante gli anni '60-'70 , e decenni seguenti, c'e stato il maggior - eccezionale incremento INDUSTRIALE - URBANISTICO - EMISSIONI etc . decenni in cui c'e stato un aumento sensibile della CO2 , soprattutto dagli anni '80 - 2000 .

    Grafico statistico andamento ghiacciai Artici ...http://arctic.atmos.uiuc.edu/cryosphere/IMAGES/seaice.anomaly.arctic.png

    questo Grafico comparativo 2007-2013 … http://home.comcast.net/~ewerme/wuwt/cryo_compare.jpg

    alcuni dati che indicano la situazione attuale , da monitorare
    http://arctic-roos.org/observations/satellite-data/sea-ice/observation_images/ssmi1_ice_ext_small.png

    http://ocean.dmi.dk/arctic/plots/icecover/icecover_current.png

    http://nsidc.org/data/seaice_index/images/daily_images/N_stddev_timeseries.png

    Migliore la situazione per i Ghiacciai Antartici :
    http://nsidc.org/data/seaice_index/images/daily_images/S_timeseries.png

    http://arctic.atmos.uiuc.edu/cryosphere/IMAGES/seaice.anomaly.antarctic.png

    la questione , secondo un probabile andamento futuro degli Indici Climatici ; Solare - Minimo Solare ,… e Oceanici - P.D.O. - fasi Enso associati -- e A.M.O prevista nei prossimi anni neg., potrebbero favorire un incremento anche dei ghiacciai Artici , nonostante il rilevante fattore antropico e effetto serra ??



  • ciao tony ti aiuto a tenere aggiornata questa discussione…

    Ottima resistenza dell' artico in questa estate 2013

    Anomalia: -1,1152 di kmq

    attualmente siamo ai livelli del 2008 e del 2009, situazione migliore rispetto al 2012, 2011, 2010, 2007 ;)

    Northern Hemisphere Sea Ice Area

    Confronto 2013 vs 2012

    Bene anche il polo sud, anomalia: +0,910 milioni di kmq



  • @caravaggio90:

    ciao tony ti aiuto a tenere aggiornata questa discussione…

    Ottima resistenza dell' artico in questa estate 2013

    Anomalia: -1,1152 di kmq

    attualmente siamo ai livelli del 2008 e del 2009, situazione migliore rispetto al 2012, 2011, 2010, 2007 ;)

    Northern Hemisphere Sea Ice Area

    Confronto 2013 vs 2012

    Bene anche il polo sud, anomalia: +0,910 milioni di kmq

    ciao caravaggio , grazie



  • I ghiacci artici stanno resistendo abbastanza bene, anomalia:1,125 milioni di kmq…

    Massima estensione estiva dal 2007, poco sopra al 2009…

    Ormai il minimo estivo è quasi raggiunto...

    Northern Hemisphere Sea Ice Area

    Confronto con l' anno scorso….

    Per quanto riguardo il polo sud..

    Estensione record per i ghiacci antartici…

    Anomalia: +1,086 milioni di kmq

    massima estensione da quando esistono le misurazioni satellitari…

    Southern Hemisphere Sea Ice Area



  • Ottima discussione, ben rappresentata e interessante che ci fa' comprendere lo stato del polo che essendo senza terre emerse, ha piu' difficolta' conservative.

    E' da notare cmq a mio avviso, l'altarnarsi di annate in cui si sono avute recrudescenze dei ghiacci e altre in sofferenza, tutte in serie. A dimostrazione che manca a mio modesto parere un periodo di continuita' annuario.Che farebbe bene non solo alla salute dei ghiacci stessi ma anche ad un piu' proficuo andamento impostato netto da una parte. Si portrebbe obbiettare che sia sempre un po' andati cosi',pero' allora è difficile vedere dal solo stato dell'artico obbiettivamente un trend impostato solo ad un senso. Sarebbe lo stesso andamento a non avvalorarne la tesi. Troppo discontinuo nelle annate. E' una cosa che faccio osservare, puo' essere un parere, condivisibile o meno.



  • Secondo rapporti Oceanografiche , ci sarebbe stata una forte fusione ghiacciai Artici negli anni '40 e primi anni '50 in conseguenza al sensibile aumento della Temp. Media nell' Artico negli anni '20 e '30 , come mostra questo Grafico

    http://earthobservatory.nasa.gov/Features/ArcticIce/Images/arctic_temp_trends_rt.gif

    in cui si nota come ad inizio XX secolo , ventennio 1900/1919 piu freddo , segue un sensibile aumento della T. media dagli anni '20 e durante il ventennio '30 -'40 warming trend , poi diminuire in particolare negli anni '60 e '70 , in cui c'e stato un incremento dei ghiacciai Artici , anni '70 maggior estensione Ghiacciai che si presume è stata migliore dei precedenti 60 anni , appunto agli inizi del 1900 come indica il grafico con temp. piu basse. quasi simile agli anni '60 - '70.

    dal 1979 rilevamenti satellitari , http://arctic.atmos.uiuc.edu/cryosphere/IMAGES/seaice.anomaly.arctic.png, si nota
    negli anni 2000 forte fusione dei ghiacciai Artici
    in seguito ad una nuova impennata della T. media negli anni '80 e '90 . Anni 2000 T. media stabile

    http://earthobservatory.nasa.gov/Features/ArcticIce/Images/arctic_temp_trends_rt.gif



  • Due ricerche effettuate sul Polo Sud la prima dalla Britisch Antartic Survey, la seconda da l'ANU Australian National University, dice che la FUSIONE è aumentata negli ultimi 600

    anni e che s'è fortemente intensificata negli ultimi 50.Nei pressi di James Ross Islands, è stato forato il Pack nel 2008 per ben 364 mt e ha dato una visione completa dello stato dei ghiacci degli ultimi sec e decenni

    E' stato misurato lo spessore del ghiaccio e ricostruita la storia di fusione del permafrost e ghiaccio sottostante perenne, nell'ultimo MILLENNIO, dando cosi' prova TANGIBILE del fatto che da circa 600anni, v'e' una fusione piu' costantemente in crescita e che nel 20° sec.,la quantita' di neve caduta e poi <<fusasi>> al suolo, divenendo cosi' PERENNE,

    sia stata dell'ordine del 5% in meno. A quel tempo s'è potuto dimostrare che le temperature in zona FOSSERO DI c.a. 1,6° IN MENO CHE NELL'ULTIMO SECOLO. Per chi comprende cosa significhi, non è poco.

    Nerilie Abram, dirett. dell'ANU, ha asserito che l'immensa Isola Antartica è molto piu' sensibile dell'altro Polo, all'aumento della temp. Globale. E' la 1a volta al mondo che viene fatta questa scoperta (2008) e che si dimostra la suscettibilita' dell'Antartico alla temp. glob. e che vien fatta una misuraz. del genere.

    Il periodo piu' freddo per l'Antartico fu appunto quindi 600anni orsono, con la fusione dimostarta da questo profondissimo CAROTAGGIO effettuato in quel di James Islands, e che da allora v'è una costante crescita che si è poi ulteriormente e fortemente incrementata da 50anni c.a

    Ultima annotazione da chi fa' biologia marina come il sottosc.- mentre il Polo N. subisce notevoli fluttuazioni che lo fanno di anno in anno avere misurazioni molto differenziate,

    proprio perche' fatto e composto di sole acque, l'Antartide essendo "TERRA VERA" al di sotto del Permafrost, ha moti molto piu' lenti;cio' induce facilmente, aiuta cioè, a comprendere come una diminuzione e/o aumento dei ghiacci IN QUESTA ZONA ASSUMA UN CARATTERE MOLTO PIU' VALIDO NELL'ESAME CLIMATICO PLURIDECENNALE CHE AL POLO N., che avendo appunto tali libere fluttuazioni, puo' essere d'indicazione piu' per un andamento stagionale, TIPICAMENTE L'INVERNO di solito, che non la decennalita'.

    Difatti propri'ora tutti gli occhi sono puntati al Polo N., al Vp, per vederne lo stato di salute e le possibili configurazioni future invernali.</fusasi>



  • Estate Artica piu fredda ha favorito una maggiore estensione dei ghiacciai artici , superiore del 60% rispetto allo scorso anno .
    A chilly Arctic summer has left nearly a million more square miles of ocean covered with ice, than at the same time last year an increase of 60 per cent.

    grafico - foto satellitare , Ghiacciai Artici , comparativa Agosto 2012 - Agosto 2013

    http://i.dailymail.co.uk/i/pix/2013/09/08/article-2415191-1BAEE1D0000005DC-503_640x366.jpg



  • Il mod. evidenzia bene come in Groenlandia, specie nella porzione di Ne, vi sia stata una conservazione specifica assai migliore dell'anno scorso. E' un buon dato,pero' attenzione da solo è comprensibile che non basti per dirci che tipo d'inverno avremo



  • @p.franco:

    Il mod. evidenzia bene come in Groenlandia, specie nella porzione di Ne, vi sia stata una conservazione specifica assai migliore dell'anno scorso. E' un buon dato,pero' attenzione da solo è comprensibile che non basti per dirci che tipo d'inverno avremo

    infatti , non basta per indicare un Inverno piu freddo o mite , in particolare nel Mediterraneo sede di Inverni piu miti caratterizzati da fasi - episodi piu rigidi e nevosi.
    anche negli anni '70 , quando i ghiacciai Artici erano molto piu estesi , prevaleva un V.P. compatto e maggiore zonalità , con Inverni nella norma e fasi molto miti come nel 1976 e 1977 .

    questo grafico comparatico 2012 - 2013 periodo Estivo , si nota la bassa pressione in zona artica , con temp. piu basse durante l'estate 2013 favorendo una maggiore estensione dei ghiacciai Artici rispetto al 2012 .

    http://vortex.accuweather.com/adc2004/pub/includes/columns/climatechange/2013/590x658_08271729_screen-shot-2013-08-27-at-12.40.54-pm.png

    Persistent low pressure centered near the pole has kept temperatures over a large portion of the Arctic much cooler this summer compared to what they were during the summer of 2012, leading to less melting of the sea ice. This summer's pattern has also caused the ice to spread out in a greater fashion, according to the National Snow and Ice Data Center (NSIDC).



  • Grafici Comparativi , estensione Ghiacciai Antartide e Artico -
    Aug. 2011 - Aug. 2012 - Aug. 2013
    Ghiacciai Antartici
    http://www.climate4you.com/images/SHSeaIceMonthlyLastThreeYearsAUGUST.jpg

    Ghiacciai Artici
    http://www.climate4you.com/images/NHSeaIceMonthlyLastThreeYearsAUGUST.jpg.jpg

    compatezza Ghiacciai Artici
    http://www.climate4you.com/images/RecentArcticSeaIceThickness.gif



  • Mah, non s'intravedono grandi e sostanziose differenze dal 2011 ad oggi. Cmq buona questa rappresentativa di tony, da' l'aggiornamento sulla salute dei poli, che è come dicevo leggermente accresciuta ma non esponezialmente. Situazione neutra direi



  • buoni, anzi ottimi gli ultimi aggiornamenti dei ghiacci

    Polo nord: anomalia: -0,556 milioni di kmq

    Polo sud: anomalia: +1,010 milioni di kmq



  • @giuliano:

    Mah, non s'intravedono grandi e sostanziose differenze dal 2011 ad oggi. Cmq buona questa rappresentativa di tony, da' l'aggiornamento sulla salute dei poli, che è come dicevo leggermente accresciuta ma non esponezialmente. Situazione neutra direi

    infatti da questi dati i Ghiacciai Artici , anche se in leggero incremento , sono ancora nella media bassa anni 2000

    http://nsidc.org/data/seaice_index/images/daily_images/N_timeseries.png

    http://arctic.atmos.uiuc.edu/cryosphere/IMAGES/seaice.anomaly.arctic.png

    in questo grafico , si nota quasi un identica estensione rispetto al 2007 , forse piu compatti adesso rispetto al 2007 .
    http://home.comcast.net/~ewerme/wuwt/cryo_compare.jpg



  • @fulvio:

    Ottima discussione, ben rappresentata e interessante che ci fa' comprendere lo stato del polo che essendo senza terre emerse, ha piu' difficolta' conservative.

    E' da notare cmq a mio avviso, l'altarnarsi di annate in cui si sono avute recrudescenze dei ghiacci e altre in sofferenza, tutte in serie. A dimostrazione che manca a mio modesto parere un periodo di continuita' annuario.Che farebbe bene non solo alla salute dei ghiacci stessi ma anche ad un piu' proficuo andamento impostato netto da una parte. Si portrebbe obbiettare che sia sempre un po' andati cosi',pero' allora è difficile vedere dal solo stato dell'artico obbiettivamente un trend impostato solo ad un senso. Sarebbe lo stesso andamento a non avvalorarne la tesi. Troppo discontinuo nelle annate. E' una cosa che faccio osservare, puo' essere un parere, condivisibile o meno.

    si , una continuità nell' incremento annuale , che per l' Artico per ora non sembra esserci . concordo ,

    , ma per l' Antartide c'e questa tendenza , aumento ghiacciai …http://arctic.atmos.uiuc.edu/cryosphere/IMAGES/seaice.anomaly.antarctic.png



  • l'ARTIC. DI MANULE MAZZOLENI DI IERI C.M. 16 , NON PARE DI BUON AUSPICIO SUI GHIACCIAI GROENL. E GHIACCI ARTICI.

    DOMANDA D'UTENTE MEDIO : QUALE SARA' L'INFO CORRETTA…( ehee...me la pongo anch'io caro il mio utente...)



  • In questo Grafico relativo le temperature medie - in Località Artiche , si nota per queste località , un incremento delle temperature anche durante il trentennio dal 1921 al 1950 , trentennio anni '30 - '50 , http://img838.imageshack.us/img838/5120/amopositiva.jpg , in correlazione A.M.O. positivo- caldo , Indice Climatico Oceanico Nord Atlantico .

    località Artiche ,
    http://www.climate4you.com/images/ArcticTemperatures.gif

    aumento piu sensibile , come si nota dal grafico , in particolare per le località di SVALBARD e OSTROV

    Le Isole Svalbard , località situata nel Nord Atlantico Artico , sede normalmente esposte a passaggi di Lobi piu freddi del Vortice Polare , zona condizionata sia alle variazioni delle correnti calde Atlantiche , che a situazioni di blocco zonale , che durante l' Inverno determinano intense irruzioni di origine Artica verso l' Europa.

    Ostrov, situata a Nord della Zona Siberiana centrale .



  • Il primo è corretto…..,il secondo faccio notare che sia in realta' un ....ventennio (30-50'..) cmq.., non è per questo l'intervento,

    è che da biologo marino, spiego il fatto in quanto ho lavorato nel lontano 86' in quel del mar del Labrador; nelle annate su'citate, la C.d.G. era ben impostata e scorreva ,specie in Inverno, quand'essa è ben piu' importante per l'azione mitigatrice dei mari piu' settentrionali dell'emisfero nord, con contribuiti notevoli alle acque di superfice di quel luogo.
    Fatto che oggi non avviene del tutto piu'. Essa, si spingeva col suo trasporto caldo e pu' mite, sino alla Groenl. settentr. e ad est, alla Norvegia lambiva CapoNord, tanto che gli uccelli come i gabbiani reali si tuffavano nelle acque in pieno inverno, a lavarsi e pescare. Tra molti, v'e ne eraa uno denominato "uccello delle tempeste" non molto grande , nerastro, privo di bande colorate quasi assenti. Molti esempl. venivano trovati in Mediterr. , alcuni sulle coste dell'Argentario. Perché si cita? Ma perché gli animali sono i primi segni che uno scienziato coglie nel clima in movimento. Non secondi a nessuno. E questo e' cambiato. Va' detto, o è ininfluente..? no, perché se anche cio' accade con regolarita' ..."ciclica" , e una mera stronzata! Gli uccelli e pesci hanno habitat da milioni d'anni, e son quelli che hanno data la loro.....NATURA ! Non perché traslocano...! E quando, son costretti a farlo, è perché intervengono cause ESTRANEE ALLE NATURALI, TANT'E' CHE SI PARLA ....""D'ADATTABILITA' DELLE SPECIE AI DISORDINI..."" ch posson essere - CLIMATICI - GEOLOGICI - AMBIENTALI . Altri non se ne ricordano. Per cui, >

    Una cosa era il RISCALDAM. DELLE ACQUE DI SUPERF. DEL CIRC. POL ARTIK, IN UN EPOCA, CIOE' A DETERMINAZIONE D'UN FATTORE. ALTRO E', INVECE 80 / 90 ANNI DOPO, UN RISCALDAMENTO DELLE STESSE , A TUTT'ALTRO FATTORE DETERMINISTICO , PERO'. VA' DETTO , CHE ANDREBBE SPECIFICATO , SE E QUANDO S'ANNOTA SIMILE COINCIDENZA, IL PERCHE' E IL COME MAI, MA IL SOLO FATTO CHE SIA GIA' ACCADUTO, NON E' DI PER SE' INDICE DI NESSUNA RIPETITIVITA' DELL'EVENTO. SOPRATTUTTO, QUANDO LE CAUSE CHE LO DETERMINARONO A QUELL'EPOCA SONO BEN DISTINTE E DISTINGUIBILI DALLE ODIERNE , NETTAMENTE CAMBIATE.
    La sola registrazione d'un evento la sua classifiicazione, per poi riportarlo come fatto dalla certezza quasi matematica, che esso si verifichera' in un prox futuro o sia gia' presente, come T° d'un mare o D'un continente o di un area o di una porzione emisferica e la successiva comparazione dei dati in supporto della tesi, che riguarderebbe un ERA GIA' PASSATA CON SIMILARI CARATTERISTICHE, è un operazione superata in ambito scientifico gia' da oltre un decennio. PERCHE' SI E' VISTO E POTUTO CONSTATARE CHE CON L'AUSILIO DELLE TECNICHE A SUPPORTO COME DATI DI PRECISIONE INESISTENTI PRIMA E SATELLITI, NONCHE' LA RACCOLTA DELL'ULTIMO TREND OCEANOGRAFICO MA ANCHE TERRESTRE, DAL 2001 A OGGI, L'ASSETTO E ' TALMENTE ANDATO MODIFICANDOSI, CHE , LA COMPARAZIONE DEI DATI COL PASSATO IN QUESTO CAMPO, QUELLO DELLA POSSIB. ""PREVISIONE A LUNGO RAGGIO"" O ""PROIEZIONE FUTURA SU BASE STATISTICA DI UN TREND"" NON HA PIU' LE BASI CHE AVEVA NEL PERIODO ANTECEDENTE AL 2001. [PER INTERVENUTI CHANGE DI FONDO DEI PIU' IMPORTANTI PARAMETRI DI VALUTAZIONE [ PER TROPPO INTERVENTO ANTROPICO..?'?'? ..chissa'…] [COLOR="#000000"Quindi cio' che avvenuto 80-90 o 100 anni orsono, non ha il termine di paragone piu' valido come lo era ieri , con l'assetto nuovo climatico odierno, che vede un estremizzazione del clima in ogni suo aspetto , come non era prima registrato
    AUMENTO DI FREQUENZA)).cIO' CHE PRIMA ACCADEVA, OGGI E DECUPLICATO, SEGNO EFFETTIVO , OGGETTIVO E INCONTROVERTIBILE DEL NUOVO ASSETTO CLIM. E QUALUNQUE BUON APPASSIONATO SA', CHE I TERMINI DI PARAGONE VAN FATTI SOLO ED ESCLUSIVAMENTE , QANDO I PARAMETRI DI COMPARAZIONE SONO SIMILI. NON QUANDO SONO COSI' DIFFERENZIATI. Cosi', ottengo …..lo sballo delle proiezioni ipotizzate d'un trend o di un ciclo addivenire.La Corrente del Golfo s'è modificata. Altre son le cause di questo riscaldamento delle stesse acque del Novecento in quell'area , sia del 920' sia del 930' che nel 950'.., oggi le correnti sub-trop. e quelle Equat., trasportano le quantita' di calore attraverso NUOVI "NASTRI TRASPORTATORI" , che pero' non seguono la traiettoria della CdG, ma altre. E le acque del medi-alto Atlantico, sono calde e miti per piu' tempo nell'arco dei 365 gg. Difatti , l'alimentazione del vortice Islandese , che ci sta' propinando una diffusione di precipitazione con fronti che si susseguono a ripetiz., in sede Mediterr., è proprio a causa del forte temperamento (mitezza) del flusso di correnti calde che s'intersecano col freddo del lougo e danno origine ciclogenica a fronti in discesa da Nw sul comparto Europeo e Mediterraneo, alimentando questa situazione e favorendo piu' l'azione zonale , per cui si ha , come nel caso specifico di quest'inverno, una stagionalita' piu' mite ma piu' piovosa. SalutiOLOR]/COLOR]



  • ciao fulvio , condivido molto di quanto dici , in effetti l'azione antropica è evidente , è un nuovo assetto meteo -climatico con rilevante forzante antropogenica , in particolare dal 1980 , e in questo " caldo " decennio dimostrato dal fatto che nonostante ( parliamo di SSta Oceaniche ) intense fasi Nina Strong ( P.D.O negativa - fredda ) come tra il 2007/2008 e 2010/2011 , se possiamo dire stile anni '50 e '70 , nonostante questo , la T. Media globale si mantiene costantemente su livelli alti , prevalgono forti anomalie termiche positive , come si possono osservare su dati globali dei principali Enti del Clima , e le annate piu calde in assoluto tutte registrate in questo inizio XXI secolo.

    solo una precisazione , anni '30 - '50 era il riferimento esatto , trentennio , poichè A.M.O. è stato in prevalenza positivo nel decennio '30 , decennio '40 e nel decennio '50 , come mostra chiaramente il grafico http://img838.imageshack.us/img838/5120/amopositiva.jpg , in correlazione A.M.O. positivo- caldo , Indice Climatico Oceanico Nord Atlantico

    secondo i DATI NOAA the North Atlantic Ocean have been warmer than average , A.M.O. positivo caldo , in queste periodo dal 1927 al 1947 e dal 1951 al 1961 , quindi in prevalenza caldo , per un trentennio.

    Non sembra tutto inesatto parlare anche di possibile Ciclicità Climatica , perchè come è vero che il decennio 2000 è il piu caldo in assoluto , è anche vero secondo Scienziati , e Esperti del Clima e come stesso gli Enti che studiano i dati globali , affermano che dal 2003/2005 non c'e stato un ulteriore incremento delle temp. se pure è la fase piu calda. e certamente come ho detto l'alta quantità di Co2 sia di origine Naturale ( aerosol di origine Vulcanica , Oceanica - Mari piu caldi - vapore acqueo salinità - e sabbia del deserto ) e di origine Antropica con emissioni gas serra, ( forzante antropogenica ) contribuiscono a mantenere la t. media stabile su valori alti di anomalia termica positiva .http://www.climate4you.com/images/HadCRUT3andHadCRUT4%20Global37MonthlyRunningMeanTempSince1850.gif

    certamente adesso , rispetto al trentennio 1921/1950 , è molto piu evidente la forzante antropica.

    L'Inverno piu mite e piovoso in Europa e Italia , certamente ha influito il Vortice Polare , in prevalenza tra il Canada e Groenlandia , determinando una costante fase zonale - Atlantica , quindi piu mite e piovosa.



  • Il Ghiacciaio piu grande del mondo - the largest in the world - situato in Antartide - Sud Emisfero - Lambert Glacier ,

    altro Ghiacciaio molto grande è il Kangerdlugssuag Glacier , situato in Groenlandia , cui ghiacciai ritirati , sensibile fusione a causa del Global Warming , che ha interessato soprattutto ( Dati Globali ) i Ghiacciai del Nord Emisfero ,

    come l' altro Ghiacciaio sempre in Groenlandia , Glacier Helheim che è stato fotografato dalla NASA , nel 2001 - 2003 e nel 2005 , in cui si nota la sensibile riduzione del Ghiacciaio.

    In Europa il piu grande Ghiacciaio , è situato in Norvegia - Jostedal Glacier .

    Probabilmente uno dei primi e piu importanti Glaciologi e Scienziati a studiare l'andamento dei ghiacciai , è stato Louis Agassiz , - di origine Svizzera ( 1807 - 1873 ) - Swiss - American , importante il suo lavoro soprattutto sullo studio delle Ere Glaciali.


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.