Natale al caldo e capodanno….al gelo !?



  • Buonasera, prima di uscire per compere di.. ehmmm..,"stagione",

    vi lascio personal analisi di proiez. "feste" : come accennai, e resto dell'ipotesi, credo che purtroppo a meno di ""colpi di scena" l'andamento per i nevo-freddofili del natale non sia dei migliori.., pero' pare che un altro affondo artik si prepari per i "botti"…,destinaz. principe, pare esser la regione Danubio-Balcanica ma le carte a 15gg. son delle chimere!

    Cmq, potrebbe modularsi per i primi di genn. uno "scavo!" niente male probabilm. piu' forte di quest'ultimo...si va' a singhiozzo! bona domenica



  • ….. speriamo si getti su noi del sud... <3 <3 <3 gelo per sempre....



  • Salve

    la faccenda penso rigurdi molti in questo periodo visti gli spostamenti e i programmi per la fine dell'anno
    scusi la domanda, Lei è prof in cosa?
    Vedo delle spiegazioni non congeniali se non ad un esperto del settore..

    tuttavia credo si vada delineando una faccia in questo inverno e sembra quell a preponderanza dell'artico, i venti orientali zonali della cella polare sembrano deboli quindi danno il via libera alle discese di masse fredde

    E' cosi'? saluti.



  • Ciao devil
    me lo chiedi perchè vuoi ripetizioni…? ah..ah Scherzo ovviam. Fisica dell'atmosfera e Astrofisica

    Parlavi del volto di quest'inverno,giusto? Ebbene sappi, che nella tua descriz. non sei andato molto lontano,anzi..

    le correnti a getto di cui fai cenno, sono dei venti occidentali causati da forti differenze di press. e temperature negli alti strati dell'atmosfera.
    In inverno sono piu' forti,perche' piu' forti son le differenze termiche; esse si muovono verso l'Equatore invece accede il contrario in estate,muovono debolm. verso il polo. furono scoperte recentem.,durante l'ultimo conflitto mondiale anche se la loro teoria esistenz. risale all'inizio de XX sec.
    Talvolta sono persino individuabili ad occhio nudo dai satelliti, allorquando una coltre di nubi alte (altostrati o cirri) e sottostante e quindi se ne percepisce la "presenza".
    Queste celle sono generalm. stabili ma a volte si rompono per poi riformarsi in seguito. Quando questo avviene si producono degli effetti rilevanti meteorologici stagionali in tutto l'emisfero Boreale. Sono stati accumunati da tali effetti, periodici fenom. di siccita',inondazioni etc., legati al comportamento di queste celle.
    Vi sono poi piu' su della cella di Ferrel, dei venti cosidetti "polari", essi spiranoda est ad w, dal Polo verso il 60° parall. Sono veri e propri trasportatori di "celle polari" nuclei d'aria gelida che dal Polo si muove attraverso tali correnti verso latitud. inferiori.

    Durante la stagione tardo autunnale, l'analisi dello stato di queste "porzioni" d'atmosfera, oltre alla condizione degli index del momento, puo' dare indicazione sul possibile scenario dell'inverno pronto all'approssimarsi, e quindi d'una stagionalita',

    in special modo quando si è,come nel caso odierno, sotto l'influenza di ondulazione Roosby, che specifico in altri argomenti che ho postato. Da qui l'analisi del clima che mi ritrovo e la risposta alle new entry come te. Ave;)



  • pare prendere corpo un impronta piu' detrminata al freddo da gennaio,rispetto alle occasionali di adesso
    vero che si entra nel cuore invernale ma non tutti gli inverni sono tali
    pare sopratututto merito del russo siberiano,infatti in Kazakistan ed altre regioni s'è fatto davvero cruento il freddo.



    • 25°/26° x Natale in Sicilia e Sud. Chi volesse, non prenoti alle Cayman o altro, le avremo qui x il Santo day.

Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.