Studio nasa e onde di calore; +alto il gw, + frequenti!



  • Vi propongo uno altro studio condotto dalla NASA in cui si è tenuto conto degli anni con piu' alto Global Warming e correlazione di onde di calore un po' ovunque sul pianeta.
    Ebbene hanno analizzato le temp. medie estive dal 1951 ad oggi e si è evidenziata una esponenziale crescita delle onde calde da subtrop proprio nella porzione di questi ultimi decenni, risalite di aria equatoriale un po' ovunque nel Boreo, dalla natura sconosciuta prima di questa data.

    James Hansen, del Gottard Institute for Sace Studies (GISS-NASA) afferma che il team le ha definite "extremally Hot Summer" , e mentre basti poco per definire un emisfero come il Boreale piu' caldo del normale (basta infatti solo poco piu del 2% della superfice dello stesso) il team di ricercatori ha stabilito che piu' del

    10 % del territorio dell'emisfero Boreale, ha subito un innalzamento di oltre 1.5° nell'ultimo sessantennio. J. hansen, gia' nel 1980 disse che il GW avrebbe comportato un innalzamento delle medie dei periodi estivi.

    E' un team specializzato nella raccolta di dati delle ANOMALIE DELLE TEMP. MEDIE DEL PIANETA, ed in paricolare lo studio guarda gli aspetti delle temp. medie del
    periodo 51' / 2000- osservandone le anomalie con le curvature a campana, sistema affidabile ed in uso e sperimentato nella sua sincerita' di conclusione.

    Lo studio ha evidenziato altre zone del pianeta in cui si sono avute o registr, tali anomalie decennali, come il Texas , l'Oklahoma , Mexico, medio Oriente e Asia
    occid. & orientale.

    La conclusione è la piu' interessante: tali anomalie di media delle temp. , erano assai piu' infrequenti nelle annate precedenti il 1951!



  • Interessante dal punto dell'informazione scientifica luca questo rapporto, era ipotizzabile che un gw alto favorisse in qualche modo le
    onde calde specie al nostro emisfero, che è piu' ricoperto da terre emerse. Ora pero' attestandosi su una linea demarcante piu' una discesa che ascesa, il gw, o gli effetti da esso correlati e prodotti, sarranno minori che nei decenni trascorsi. Forse con alta probabilita' si è invertita la tendenza, e sara' un bene per le estati mediterranee, che con soddisfazione di moltissimi potranno riassu-
    mere quei connotati d'un tempo, l'old style cui si è fatto accenno, come la presente prox in arrivo che pare averceli tali requisiti.
    Sembra chiaro che questi ultimi decenni abbiano conosciuto delle estati mai viste prima, con frequenti record stracciati e con luoghi
    e citta' che hanno conosciuto anch'esse ondate di calore estremo, mai avuto prima, cui non erano abituate. Resta un po' d'eredita'
    nel senso che non sara' facile un immediato ritorno a fasi piu' normalizzate,anche se calera' il risc. glob. piu' nettamente;il clima ha
    bisogno del suo "tempo" per stabilizzarsi, ma credo che questo tuo post spieghi bene come l'uomo abbia "manipolato" gli elementi
    climatici interagendo col sistema, causando spesso danni, alcuni irreversibili,penso alla deforestaz. in zone disboscate,che poi hanno
    subito incendi ed altro.
    Meglio quindi che la notizia sia d'un abbassamento seppur minimo del gw, è pur sempre una gran notizia rispetto ai decenni trascorsi.
    Complimenti x l'art. ciao;)



  • la correlazione tra l'alto gw di questi ultimi anni e le onde di caldo frequenti non solo da noi, ma vedi stati come quelli americani del c.sud o anche negli states proprio e continent.
    come l'Australia, che ne hanno avute di feroci, è messa in evidenza da piu' d'uno studio senza minimalizzare questo posto in essere da luca,
    pero' credo che oltre ad un fatto suppositivo fosse gia' certezza in molti centri ed enti
    assisteremo ad un calo? si spera, finche' non arriverrano dati certi ed incofutabili a tal proposito, per il futuro e per il bene climatico, l'allerta resta sempre presente
    oggi si parla d'arresto del gw, ma ha influito eccome nel recente, forse proprio a maggior ragione di cio' si son avute certe stagioni



  • Continuano a registrarsi sbalzi di temperature mai avuti sul pianeta, nel senso vero del termine, e non in base a "supposizioni" e false tendenziosita' che talvolta si aggirano sui siti, e alle quali bisogna prestare molta attenzione in quanto fuorvianti e disinformative. Ecco gli esempi di alcune di queste anomalie mai registrate:

    North e South Dakota :- da -0.5 di min. il gg. 12 , a 32° il giorno 13 alle 13.45 loc. (!!!) Citta' di Bismark-

    Gaylord (N. Pen) 1,7° il 12 May- la max piu' bassa mai registrata-

    Pierre-S. Dak.- min. il gg. 12, di -3,9°…...../ il gg. 13, 33,9° di max !!

    Aberdeen- S. Dak- min. -5,9° il 12 - il 13 may, 33,3° !!

    Alcune localita' degli stati americani centrali registrano escursioni termiche anomale mai avute battendo ogni record del passato. In Russia, ieri s'è avuta nella citta' di Yusta, la

    temperatura di 33,6°, non male come anomala per Maggio, ma è tutta la Russia a soffrire in questa meta' del mese d'un caldo anomalo e inusuale. Scarti termici da estremizza-

    zione assoluta, dovuti con tutta probabilita' ad ingerenze tra clima atmosferico ed agenti "esterni" e non a naturali decorsi climatici, che hanno registrato sbalzi nel passato ma

    non nella tempistica e manco nelle proporzioni attuali e neppure con la frequenza odierna. Molte zone contemporaneamente, ecco è proprio questa contemporaneta' a suscitare

    il maggior interesse, rispetto ad un passato piu' e meno recente.



  • Gli sbalzi odierni, o estremi, o ancora "anomalie" oggi sono piu' evidenti , Luca, anche perche' c'è maggior informazione e raccolta dati, ma posso asserire che anche in passato
    ve ne erano e di notevoli.., cio' non toglie che cmq siano registrati e che se ne debba tenere conto ,pero' è giusto sottolineare che alcuni record siano da annotare ma che nel complesso non sia una situaz. da piena emergenza. Il centro America poi, ha continentalmente notevolissimi scarti termici, e regioni interne son come deserti…,freddi di notte e caldi o molto caldi di giorno; infatti, difficile annotarli in zona mediterranea, ben diversa, con variazioni molto piu' contenute. Cmq bene annotarli



  • Accipicchia dev'esser vero meno gw = - onde calde. e difatti mi pare che sia o stabile o basso cmq il gw, no?



  • @Karl:

    Accipicchia dev'esser vero meno gw = - onde calde. e difatti mi pare che sia o stabile o basso cmq il gw, no?

    Dagli studi ultimi rilevati, sembrerebbe proprio cosi', Karl, anche se occorrono altre conferme ma di certo la frequenza delle onde calde specie nell'emisfero nord, il Boreale, pare abbiano conosciuto un aumento nell'ordine del 25/30 % solo negli ultimi 15 anni. Anche il sud del mondo ha visto incrementi, l'emisf. Australe, ma non ci sono conferme in quanto meno ricoperto da terre emerse e pare meno soggetto proprio per condizione alla sofferenza da Gw alto. Una prova sostanziale viene dalla migliore conservazione dei ghiacci antartici e meno stress delle SST dei mari del sud.



  • si sembra che ci sia stato un calo del Gw..e attenzione nel corso dei prossimi anni complice anche un calo dell'AMO possibile arresto del Gw…con sempre meno frequenti onde di calore e piu raffreddamenti..ma rimaniamo sempre nel campo delle ipotesi


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.