Previsione - tendenza ( Stagionale ) Prossima Estate 2012



  • Come ipotizzato in un precedente commento ( 12.Maggio .'12 ),.. sarebbero state possibili risalite calde sub tropicali , per le anomalie termiche negative ( falla Iberica ), ad Ovest del Portogallo e Nord Africa,..
    …." si nota chiaramente il corridoio , in prevalenza , delle anomalie termiche negative , Oceano Atlantico Orientale ,.. da sud est ( est Centro America ) ad ovest nord Africa - Portogallo e piu a nord ,.Mar del Nord - Baltico , questo potrebbe alimentare la falla Iberica . con probabili impennate calde, di origine sub tropicale verso il Mediterraneo Centrale ed Orientale ,..ovviamente queste anomalie vanno diminuendo nei prossimi mesi estivi , cmq. in correlazione a questo " quadro " termico generale , un pò simile al 2007 - 2009 .
    sono possibili , temporanee ..ruggiti Africani abbastanza intensi , ( ipotesi ) in particolare per il Centro Sud. seguite da fasi piu " fresche ". "...

    http://www.wetterzentrale.de/pics/Rtavn1502.png



  • Suggerisco di leggere un bell'articolo su meteoclima.it - Le migliori risorse e informazioni sul tema: meteoclima. Questa pagina è in vendita! di Michele Marchetti sulle "medie" trentennali delle temperature, i calcoli effettuati che si fanno solo con la matematica egli dimostra come siano del tutto erronei, ed è matematica non poesia..,quindi non puo' sfuggire alle regole..
    e lo sono per "appiattimento degli stessi" come benissimo egli spiega nel suo dettagliato articolo

    fa addirittura un confronto con un ipotetico grafico tra il 2012 e ne esce un qualcosa di ridicolo,dimostrando come siano del tutto ""fuorvianti"" le medie prese in esame x tutti questi anni….puramente indicative! Veramente molto costruttivo ed esauriente come dimostrazione di qualcosa che personalm. e francam. ho sempre preso con molta cautela,
    chissa',da tempo me lo chiedo, quanti dati del passato han bisogno dell'aggettivo ...."fuorviante"..sia x imprecisione e scarsa conoscenza,sia x cattiva applicazione della matematica, materia da sempre 1a indiscussa della scienza meteo-climatica.



  • Intanto a prescindere dalle Medie trentennali , decadali o ultasecolari , probabilmente ,la prova incontrovertibile del sensibile aumento della Temp. Media Globale after la P.E.G. ed in modo particolare nell'ultimo ventennio - anni '90-2000, è riscontrata in modo evidente dalle eloquenti Foto Satellitari ( comparative ) anni '80 con gli anni 2000 , con forte riduzione dei ghiacciai Alpini ( qualche esempio , osservare le Foto Storiche su www.meteotrentino .it ) ed Appennini ., ed i ghiacciai Artici .

    Andando su Cartografia2D si hanno a disposizione, tra le altre cose, le immagini satellitari di tutta Italia relative ad anni diversi.
    Le più datate sono degli anni 1988-1989, le più recenti del 2006 (2008 per Lazio ed Umbria). Mettendole a confronto è bellissimo vedere come si sia modificato il territorio italiano (spesso in peggio) e come gli apparati glaciali abbiano subito grossi ritiri e diminuzioni di massa. In allegato porto un esempio: Ghiacciaio del Trayo, Ghiacciaio di Nomenon e Ghiacciaio di Belleface (Gruppo della Grivola) nel 1989 e nel 2006. Visibilissima la riduzione di spessore del Trayo, l'arretramento della lingua del Nomenon mentre il Belleface si è ridotto praticamente ad alcune placche di ghiaccio.
    Anteprime Allegate

    Ghiacciai Artici inizio rilevamenti satellitari nel 1979

    http://arctic.atmos.uiuc.edu/cryosphere/IMAGES/seaice.anomaly.arctic.png

    In Italia esistono più di mille ghiacciai e tutti sono a rischio. La scomparsa dei ghiacciai è un problema che il nostro paese affronta dagli anni novanta. Carlo Baroni, presidente del Comitato Geologico italiano commenta "In alcuni casi, come per il ghiacciaio Fellaria nel gruppo del Bernina in Lombardia, vi è stato un distacco frontale (nel 2006) di circa 350 metri circa". "Dall'ultimo studio in via di pubblicazione, appare evidente che i ghiacciai non solo arretrano il fronte, ma si assottigliano perdendo milioni di metri cubi di acqua". L'assottigliamento e la conseguente scomparsa dei ghiacciai non rappresenta un problema solo da un punto di vista naturale o culturale ma comporta una serie di conseguenze negative.

    Pensate ai migliaia di litri di acqua che si perdono (che potrebbero essere convertiti in energia), all'aumento dei rischi dovuti al dissesto idrogeologico. Sino ad ora il bilancio è nettamente negativo. Continua Baroni "Il ghiacciaio della Sforzellina, in provincia di Sondrio monitorato dal professor Claudio Smiraglia dell'università di Milano si è abbassato in 25 anni di 26 metri di altezza. Se la temperatura aumenterà ancora di 0,6-1 grado i ghiacciai italiani si dimezzeranno ancora. Il Comitato, grazie anche al contributo di molti volontari, tiene sotto monitoraggio un campione di 200 ghiacciai. Bisognerebbe però aumentarne il numero, far partire attente analisi satellitari, lavorare al catasto dei ghiacciai per aggiornarlo continuamente". Una situazione preoccupante a cui occorre trovare una soluzione per non perdere un patrimonio mondiale dell'umanità, i nostri ghiacciai.



  • @tony:

    Intanto a prescindere dalle Medie trentennali , decadali o ultasecolari , probabilmente ,la prova incontrovertibile del sensibile aumento della Temp. Media Globale after la P.E.G. ed in modo particolare nell'ultimo ventennio - anni '90-2000, è riscontrata in modo evidente dalle eloquenti Foto Satellitari ( comparative ) anni '80 con gli anni 2000 , con forte riduzione dei ghiacciai Alpini ( qualche esempio , osservare le Foto Storiche su www.meteotrentino .it ) ed Appennini ., ed i ghiacciai Artici .

    Andando su Cartografia2D si hanno a disposizione, tra le altre cose, le immagini satellitari di tutta Italia relative ad anni diversi.
    Le più datate sono degli anni 1988-1989, le più recenti del 2006 (2008 per Lazio ed Umbria). Mettendole a confronto è bellissimo vedere come si sia modificato il territorio italiano (spesso in peggio) e come gli apparati glaciali abbiano subito grossi ritiri e diminuzioni di massa. In allegato porto un esempio: Ghiacciaio del Trayo, Ghiacciaio di Nomenon e Ghiacciaio di Belleface (Gruppo della Grivola) nel 1989 e nel 2006. Visibilissima la riduzione di spessore del Trayo, l'arretramento della lingua del Nomenon mentre il Belleface si è ridotto praticamente ad alcune placche di ghiaccio.
    Anteprime Allegate

    Ghiacciai Artici inizio rilevamenti satellitari nel 1979

    http://arctic.atmos.uiuc.edu/cryosphere/IMAGES/seaice.anomaly.arctic.png

    In Italia esistono più di mille ghiacciai e tutti sono a rischio. La scomparsa dei ghiacciai è un problema che il nostro paese affronta dagli anni novanta. Carlo Baroni, presidente del Comitato Geologico italiano commenta "In alcuni casi, come per il ghiacciaio Fellaria nel gruppo del Bernina in Lombardia, vi è stato un distacco frontale (nel 2006) di circa 350 metri circa". "Dall'ultimo studio in via di pubblicazione, appare evidente che i ghiacciai non solo arretrano il fronte, ma si assottigliano perdendo milioni di metri cubi di acqua". L'assottigliamento e la conseguente scomparsa dei ghiacciai non rappresenta un problema solo da un punto di vista naturale o culturale ma comporta una serie di conseguenze negative.

    Pensate ai migliaia di litri di acqua che si perdono (che potrebbero essere convertiti in energia), all'aumento dei rischi dovuti al dissesto idrogeologico. Sino ad ora il bilancio è nettamente negativo. Continua Baroni "Il ghiacciaio della Sforzellina, in provincia di Sondrio monitorato dal professor Claudio Smiraglia dell'università di Milano si è abbassato in 25 anni di 26 metri di altezza. Se la temperatura aumenterà ancora di 0,6-1 grado i ghiacciai italiani si dimezzeranno ancora. Il Comitato, grazie anche al contributo di molti volontari, tiene sotto monitoraggio un campione di 200 ghiacciai. Bisognerebbe però aumentarne il numero, far partire attente analisi satellitari, lavorare al catasto dei ghiacciai per aggiornarlo continuamente". Una situazione preoccupante a cui occorre trovare una soluzione per non perdere un patrimonio mondiale dell'umanità, i nostri ghiacciai.

    Quindi esiste un fenomeno di surriscaldamento e sopratutto vi è occorso nell'ultimo 1/4 di secolo..ovvero a dire negli ultimi 25-30anni?

    E probabile che non sia,come io suppongo ma sono in molti a farlo, colpa dell'uomo ma in minima percentuale, pero' il punto e non sta a me appurarlo, dicevo il punto è che molto probabilm. c'è ancora..

    credo che, il maggior effetto sul clima,e lo penso da un bel po', sia stato quello di ingarbugliarlo, destabilizzando molte zone del ns. emisfero e dell'altro,
    cio' comporta proprio da quelle date, ovv. da 20anni c.a.,la comparsa e la contemporanea assenza prima dell'afro e secondo dell'azzorriano.
    Periodi caldi e freddi s'alternano in modo molto piu' irregolare,tanto da aver fatto abituare in molti all cosa….

    ora con tutti gli indici bassi,scommetto che l'esatte si riprendera' una bella rivincita e di molti di noi si fara' sberleffo,io per primo,voglio dire...
    ma la destabiliz. e' evidente con continue risalite calde extra trp. anche in condiz. di index (-)

    Credo piu' probabile di tutto,cio' che inseri' F.Nucera in un suo "argomento" poco postato, e che invece meriterebbe molta piu'.....discussione"""
    esso era : "probab. estati piu' calde e secche e inverni piu' rigidi..." si, io concordo...:)



  • Un saluto a tutti. beh cosa volete che vi dica, siamo al 13 giugno ma io non l'ho ancora capito come evolverà questa situazione intesa come estate. Se prendo il modellame stagionale vedo un IBIMET propenso alla solita estate sopramedia italiana, anche se molto più calda al sud, con agosto caldo ma meno rovente dei mesi precedenti. IRI che è fermo all'aggiornamento di maggio vede un trimetre estivo tutto bello rosso. ECMWF vede sempre caldo e secco praticamente dallo scorso gennaio anche se un po' ha smorzato le termiche. Poi c'è la NOAA con le sue due versioni . La versione 1 che verrà dismessa a ottobre mi pare ( doveva sparire a giugno) vede sempre un bel blu sull'Italia; la versione 2 cambia di volta in volta lasciando per lo più l'Italia colorata di bianco ch non ho ancora capito cosa significa in termini di anomalie. Insomma alla fine qualcuno ci azzeccherà di sti modelli visto che ci sono tutte le soluzioni.
    Ora comunque un bel 15 giorni di caldo mega fastidioso qui in padania non ce lo leva nessuno. La mia speranza come avevo già scritto è che in questo 2012 non si ripeta l'agosto 2011 che poi ha mangiato l'autunno fino a quasi alla fine di ottobre. Un luglio da graticola me lo aspetto invece. Vedremo insomma, devo dare un occhio alle ssta magari ci capisco un po' di più sulle intenzioni dell'africano



  • @giuliano:

    Quindi esiste un fenomeno di surriscaldamento e sopratutto vi è occorso nell'ultimo 1/4 di secolo..ovvero a dire negli ultimi 25-30anni?

    E probabile che non sia,come io suppongo ma sono in molti a farlo, colpa dell'uomo ma in minima percentuale, pero' il punto e non sta a me appurarlo, dicevo il punto è che molto probabilm. c'è ancora..

    credo che, il maggior effetto sul clima,e lo penso da un bel po', sia stato quello di ingarbugliarlo, destabilizzando molte zone del ns. emisfero e dell'altro,
    cio' comporta proprio da quelle date, ovv. da 20anni c.a.,la comparsa e la contemporanea assenza prima dell'afro e secondo dell'azzorriano.
    Periodi caldi e freddi s'alternano in modo molto piu' irregolare,tanto da aver fatto abituare in molti all cosa….

    ora con tutti gli indici bassi,scommetto che l'esatte si riprendera' una bella rivincita e di molti di noi si fara' sberleffo,io per primo,voglio dire...
    ma la destabiliz. e' evidente con continue risalite calde extra trp. anche in condiz. di index (-)

    Credo piu' probabile di tutto,cio' che inseri' F.Nucera in un suo "argomento" poco postato, e che invece meriterebbe molta piu'.....discussione"""
    esso era : "probab. estati piu' calde e secche e inverni piu' rigidi..." si, io concordo...:)

    Risponderei x cortesia prima a Teodor se non altro x fugargli qualche dubbio…: è, un estate caratterizzata da movimenti a onda meridiana quasi se posso usare un termine inconsueto ma allo stesso tempo abbast. chiaro x dire che s'avranno "sbalzi" continui sino ad un vero cuore estivo che dovrebbe aver (condiz.obblig.) o meglio darci un periodo piu' stabile molto facilm. tra poco,ossia tra Luglio e mezz'Agosto. Difficile il ripetersi dello scorso inizio autunno..infine gli index...,be' quelli Oceanici in particol. il princip. che poi sarebbe quello in medi Atlant. a N e S dell'Equat., hanno un leggero aumento;son loro che muovono il monsone Africano nell'Africa sub-trop. e fanno scattare all'insu' la linea di convergenza inter-trop., la linea del ""CALORE"", definirei..x Luglio potrebbero essere certam. in fase maggiorm. (+).

    @ giuliano : certo che v'è stato e c'è tutt'ora un riscaldamento del pianeta, mica c'è un complotto ""MONDIALE"" in tal senso, e da cretini e ignoranti solo pensarlo,nonche' esista un minimo di rispetto,un asserzione del genere sarebbe un idiozia pura...ma che l'uomo ne sia il responsabile MAGGIORE, non è constatabile, non esiste la prova schiacciante ma tante supposizioni, xchè x inquinare, inquiniamo, ma quali correlazioni e quale capacita' di autorigenerarsi la Terra abbia,non è dato x scontato conoscere,ne' è quantificab. al momento che effetto abbiano prodotto vari accorgimenti adottati,(alcuni inutili..è bene sottolinearlo..) quel che si è appurato con sufficiente perizia , è che l'Emisfero nord del pianeta è quello maggiorm deputato all'inquinam. e al surriscaldam.

    Ma è anche il maggiormente coperto da terre emerse e popolato, quindi il Mare offre una barriera notevole a tali fenomeni, una difesa naturale insormontabile.
    I ghiacciai sono diminuiti? In parte alcuni...altri stanno benone o si son un po' ripresi in questi ultimi 2 anni. Per il Polo Nord, è + difficile mantenersi in forma, x le ragioni di prima, e xchè è fatto di sola acqua, mentre l'Antartide essendo una vera Terra al di sotto del Pack, puo' conservarsi meglio..ed è anche + freddo per questioni d'asse, difatti le temperature + fredde si registrano non a caso li'.



  • …... Grandissimo prof...... quindi vede un Luglio anticiclonico e stabile come questi giorni prossimi venturi ????



  • @adoratoredelfreddo:

    …... Grandissimo prof...... quindi vede un Luglio anticiclonico e stabile come questi giorni prossimi venturi ????

    Quoto x un luglio dal crescendo stabile e caldo, anche se all'inizio forse balbettera' un po'…x quel che concerne le temper., credo che gia' di per se' come mese è forse il piu' "forte", se dovesse persistere l'invadenza del solo Africano come nei prox giorni....purtroppo il tutto è relegato al momento ad un fattore principale :quanto s'intensifichera' in CIAD NIGER E SUDAN il monsone, quella è l'aria maggiorm. deputata a far "scattar all'insu' la linea di convergenza I.T.C.Z.

    Per citare, ora, sulle coste Atlantiche del deserto "Namib",forti venti occidentali scorrono sul bordo settentr. d'un Anticiclo. situato piu' in basso, d'altro canto se si vanno a legger alcune cronache, il SOUTH AFRICA è in un ondata di freddo mica da ridere,alcuni stati vedono neve e temp. rigide.



  • quindi siamo fritti…...............



  • @adoratoredelfreddo:

    quindi siamo fritti…...............

    Be' non direi…....semmai arrosto..te poi in Calabria...e pure del Sud,mannaggia...! Vabbe', che poi s'arrostira' pure in Padania e nel centro nelle valli,ma cmq è una situaz. un po' anomala per il periodo, meteo per quel concerne la materia ma non ancora del tutto astronomicam. I periodi come questo con degli assestamenti, x index non stabilizz.,hanno delle possibilita' d'escursioni tipiche come queste...la maggiore responsabilita' è da attribuirsi alle SST Atlantiche, in un discorso piu' ampio e lungo.:)



  • @p.franco:

    Quoto x un luglio dal crescendo stabile e caldo, anche se all'inizio forse balbettera' un po'…x quel che concerne le temper., credo che gia' di per se' come mese è forse il piu' "forte", se dovesse persistere l'invadenza del solo Africano come nei prox giorni....purtroppo il tutto è relegato al momento ad un fattore principale :quanto s'intensifichera' in CIAD NIGER E SUDAN il monsone, quella è l'aria maggiorm. deputata a far "scattar all'insu' la linea di convergenza I.T.C.Z.

    Per citare, ora, sulle coste Atlantiche del deserto "Namib",forti venti occidentali scorrono sul bordo settentr. d'un Anticiclo. situato piu' in basso, d'altro canto se si vanno a legger alcune cronache, il SOUTH AFRICA è in un ondata di freddo mica da ridere,alcuni stati vedono neve e temp. rigide.

    Prof.,effettivamente sorprende anche me,da un bel po' che lei azzecca parecchio in tema di previsioni

    gia' da marzo disse che si poteva avere un rialzo termico mentre tutti s'erano accodati alla scia di febbraio (perchè poi..boh?)….dopo c'ha preso in sequel, aprile / maggio e giugno..se mo' ci piglia pure luglio,eh vabbe' allora lo dica che è sensitivo..ih,ih

    a parte cio',io vedo sempre piu' "lacuna barica" ad W del Portogallo e mi pare che finche' ce ne sara' per quella zona li', a noi ci tocchera' avanzate dal fronte ....SCIPIONE...l'afric.

    ma,mi chiedo :come mai tanta lacuna in quel dell'azzorre?? Se si colmasse un po' la', forse si calmerebbe l'afro, o no che ne dice?

    Ho visto proiezioni sulle 220h ad 850 del mod gfs un po' paurose, anche l'Iberica potrebbe avere risalite "assurde",addirit. un invasione +25 per l'intera regione...bah,speriamo in bene bye



  • " a parte cio',io vedo sempre piu' "lacuna barica" ad W del Portogallo e mi pare che finche' ce ne sara' per quella zona li', a noi ci tocchera' avanzate dal fronte ….SCIPIONE...l'afric. "

    infatti , la falla Iberica incide sull'andamento meteo , con probabili impennate calde Afro - Sub-Tropicali ,,nel Mediterraneo centrale , la prossima sembrerebbe ( secondo i modelli di previsione ) interessare maggiormente anche la Spagna, mediterraneo centro-occidentale.

    L'andamento MEDIO Pluviometrico ( ultrasecolare ) Stagionale ci indica , correlazione , dopo una Primavera piovosa , come registrata questa primavera con Aprile '12 molto piovoso , il + piovoso in assoluto dal 1989 , ...ed abbastanza piovoso anche maggio , segue un Estate ordinaria o asciutta , ...quindi ( ipotesi ) potrebbe essere un Estate asciutta : Lo scorso anno , Giugno e Luglio '11 sono stati piu piovosi e " freschi " , dopo una Primavera 2011 molto calda ed arida ,:

    Aprile 2011, il 2° aprile + caldo in assoluto dopo Aprile 2007 .

    riguardo l'Azzorriano , certamente + presente nel trentennio 1960- 1989 , cmq. ci sono state anche allora intense ondate calde sub tropicali - ruggiti africani ( ovvio ,meno frequenti rispetto all'ultimo ventennio '90-2000 ), per situazioni bariche favorevole a risalite calde , per lacuna barica ad ovest Iberia.

    Secondo l'andamento medio Pluviometrico STAGIONALE , in Estate ( Giu.- Lug. Ago. ) , lungo l'asse ( paralleli ) del Mediterraneo Nord Sud.
    Direttrice Tirrenica - Adriatico Ionica , risulta la seguente MEDIA Pluviometrica in millim.

    Genova 133 mm. - Venezia 180 mm.
    Livorno 68 mm. - Ancona 94 mm.
    Napoli 66 mm. - Pescara 88 mm.
    Cagliari 33 - Taranto 43
    Palermo 22 - Siracusa 33
    Pantelleria 6 - Malta 9
    Tripoli 7 - Bengasi 6

    Si rileva che la siccità ESTIVA è più accentuata sul Versante Tirrenico che su quello Adriatico della Penisola Italiana .

    la statistica ci indica che dopo un mese molto rigido invernale , spesso , segue un mese molto caldo , qualche esempio piu "recente ", in Italia febbraio 1983 molto freddo , Luglio 1983 storicamente caldo ,.. febbraio 2003 molto rigido , estate 2003 + calda in assoluto . Eclatante la forte escursione termica Mensile tra il febbraio 1956 , in Italia il + gelido e nevoso in assoluto dopo la.P.e.g. ed Agosto 1956 tra i piu caldi in assoluto insieme ad Agosto del 1928 e Agosto 2003 .

    Estate 1928 caldissima , segui un Inverno 1929 tra + rigidi in assoluto dopo la p.E.G. , con t. media stagionale ( Dic.28 Gen. Feb. '29 ) eccezionalmente inferiore alla norma. In Italia altrettanto freddi e nevosi Inverno del '41/1942 - '62/1963.

    In Italia dal 1860 ,.. Il mese di giugno + caldo in assoluto nel 2003 , ....il + " freddo " in assoluto nel 1884 .

    il mese di Luglio + caldo in assoluto nel 1950 ,..il + " freddo " in assoluto nel 1843 .

    Agosto il + caldo in assoluto nel 2003 - 1928 ( si tenga conto che la TEMPERATURA MEDIA STAGIONALE ESTIVA COMPLESSIVA giu. lug. ago. il 2003 è il + caldo in assoluto ) ,..Agosto 1896 + " freddo " in assoluto.

    Settembre ( astro ancora Estate ) mese meteo autunnale ,..il piu caldo in assoluto nel 1987 e 2011 , lo scorso anno eccezionalmente caldo.
    il mese di settembre + freddo in assoluto settembre 1912.

    Il decennio con mesi di Luglio + " freschi " in assoluto registrati dal 1910 e 1919 ,..dopo il 1843 anche il 1888 , 1910 , 1913 1919 , 1932 . molto freschi .

    Se paragoniamo le Temp. medie ANNUE , in Italia del ventennio 1841 / 1860 con le temp. Medie Annue del ventennio 1861/1880 , si evince un netto aumento- riscaldamento , che risulta anche dai dati statistici Globali. e frequenti sono state le impennate calde , ondate di caldo intenso , nelle primavera e estate nel ventennio 1861/1880 .

    Luglio , media ( ultrasecolare ) delle T. massime in alcune località - città Italiane .

    Livorno + 28.6 = Napoli + 28.9 = Venezia + 28°,2 = Pesaro + 27°,8 = Bari + 28.8 = Palermo + 31°, 7 = Benevento + 31° , 6 = Firenze + 30.6 = Padova + 28. 7 = Urbino + 27 °. 2 = Foggia + 31°,6 = Agrigento + 31°, 2 .

    Va tenuto conto che oltre l'effetto di CONTINENTALITA' , entra in gioco l'influenza dell'ALTITUDINE , spiccata in alcuni casi considerati.

    Italia con CLIMA TEMPERATO "CALDO", con MEDIA ANNUA , tra i + 14°, 5 e + 16°, 9 .
    Media del mese + freddo tra i + 6° + 10° .
    Quattro mesi ( giu. lug. ago. sett. ) con temp. media mensile , uguale o superiore ai 20° .



  • @giuliano:

    Suggerisco di leggere un bell'articolo su meteoclima.it - Le migliori risorse e informazioni sul tema: meteoclima. Questa pagina è in vendita! di Michele Marchetti sulle "medie" trentennali delle temperature, i calcoli effettuati che si fanno solo con la matematica egli dimostra come siano del tutto erronei, ed è matematica non poesia..,quindi non puo' sfuggire alle regole..
    e lo sono per "appiattimento degli stessi" come benissimo egli spiega nel suo dettagliato articolo

    fa addirittura un confronto con un ipotetico grafico tra il 2012 e ne esce un qualcosa di ridicolo,dimostrando come siano del tutto ""fuorvianti"" le medie prese in esame x tutti questi anni….puramente indicative! Veramente molto costruttivo ed esauriente come dimostrazione di qualcosa che personalm. e francam. ho sempre preso con molta cautela,
    chissa',da tempo me lo chiedo, quanti dati del passato han bisogno dell'aggettivo ...."fuorviante"..sia x imprecisione e scarsa conoscenza,sia x cattiva applicazione della matematica, materia da sempre 1a indiscussa della scienza meteo-climatica.

    Infatti, la dimostrazione del bravo MARCHETTI è matematica non bruscolini…..ma c'è chi trovera' che pure la matematica è...................OPINABILE!!!!!!!!!!!!!!!!
    Raga',qui va' a finire che 2+2.............fa' cinqueeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ah,ah,....



  • @p.franco:

    Infatti, la dimostrazione del bravo MARCHETTI è matematica non bruscolini…..ma c'è chi trovera' che pure la matematica è...................OPINABILE!!!!!!!!!!!!!!!!
    Raga',qui va' a finire che 2+2.............fa' cinqueeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ah,ah,....

    Si',prof., sara' "matematica" certo, pero' la statistica è pur ""asservita"" al meteo dando un importante mano alle previsioni, come d'altronde per i terremoti ad esempio
    cioè,in quel caso,dei sismi, serve a determinare una zona statisticamente com'è, anche se a onor del vero nel caso "emiliano" non proprio c'hanno azzeccato.

    Cmq io se ho ben afferrato, lei non considera inutile la statistica in se', bensi' il calcolo con cui viene ed è stata soprat. fatta, corretto?

    Beh, dire che in questa parte qualora fosse giusta la mia supposizione sarei d'accordo. Non sono troppo sicuro, pur credendo nella statistica come chiunque s'affidi alla memoria temporale,non sono sicuro pero' dei calcoli…e se come dice marchetti e ne fa' l'esempio con equazioni matematiche e con grafiche d'elaborazione, prendendo un anno, e dimostrando che con il calcolo delle medie e delle minime e del riporto mensile,tenendo conto delle variabili del caso come s'è fatto sinora,
    viene fuori una ..."cavolata" e lo ha dimostrato,basti andare sul suo sito e vedere, dicevo che mi pare allora che il metodo che anch'egli contesta, sia alquanto discutibile.
    Pero', al di' la' delle metodologie, che posson essere pur sbagliate, io resto e credo molti, del parere che la statistica serva...e molto.



  • Approfitto per dire che la prox. onda calda pare essere a "morsa"….

    cioè,sembra prendere la penis. Iberica e l'Adriatico e l'est europeo,dalla Grecia all'Ucraina, lasciando nel mezzo un po' della falla, che poi dal gg. 4/5 luglio sembrano poter spazzar via anche quest'altra onda.In un primo momento pareva che ce ne fosse + x il N.Italico e alte tirren. Temperature,dapprima torride con punte di 35/37° su foggiano e centr. sud (+ sud che centro..)



  • @andrew:

    Si',prof., sara' "matematica" certo, pero' la statistica è pur ""asservita"" al meteo dando un importante mano alle previsioni, come d'altronde per i terremoti ad esempio
    cioè,in quel caso,dei sismi, serve a determinare una zona statisticamente com'è, anche se a onor del vero nel caso "emiliano" non proprio c'hanno azzeccato.

    Cmq io se ho ben afferrato, lei non considera inutile la statistica in se', bensi' il calcolo con cui viene ed è stata soprat. fatta, corretto?

    Beh, dire che in questa parte qualora fosse giusta la mia supposizione sarei d'accordo. Non sono troppo sicuro, pur credendo nella statistica come chiunque s'affidi alla memoria temporale,non sono sicuro pero' dei calcoli…e se come dice marchetti e ne fa' l'esempio con equazioni matematiche e con grafiche d'elaborazione, prendendo un anno, e dimostrando che con il calcolo delle medie e delle minime e del riporto mensile,tenendo conto delle variabili del caso come s'è fatto sinora,
    viene fuori una ..."cavolata" e lo ha dimostrato,basti andare sul suo sito e vedere, dicevo che mi pare allora che il metodo che anch'egli contesta, sia alquanto discutibile.
    Pero', al di' la' delle metodologie, che posson essere pur sbagliate, io resto e credo molti, del parere che la statistica serva...e molto.

    E infatti…................., è proprio quello che si contesta caro Andrew,capisco la difesa al sostenimento della statistica ma non nella metodologia cosi' applicata, e sopratutto NON nel caso in cui un bravo (ma non c'era bisogno) matematico ti viene a dire :
    volete vedere come vi dimostro che tutta la statistica, cumulata e QUANTIFICATA AD OGGI IN TERMINI DI MIN. & MAX., COME VIENE CALCOLATA NON SERVE AD UNA M..ZA ??
    SE uno lo legge, allora se ne rende conto, e da persona SERIA cosa fa'??? No,No, lo chiedo...? Io personalmente,come credo qualunque altro di questa scienza,

    ne PRENDO ATTO, magari ci faccio pure una bella risata su',xchè certamente fara' ridere chiunque, un metodo APPLICATO ma che poi si rivela SBALLATO nel suo calcolo e vien dimostrato.....ma di certo, non continuo a fidarmi di una cosa che IN MATEMATICA, non in P O E S I A...viene smentita.......

    quindi è chiaro che mi riferivo al metodo applicato,non certo alla statistica in se'.....

    e cmq, GIA' avevo e ho dei dubbi in proposito, e molti ne hanno sollevato diversi scienziati, sostenendo che i dati, come vengono presi e COME LO SONO STATI
    PER SECOLI, FANNO AVERE DEI FORTI DUBBI, SULLA LORO ATTENDIBILITA' METODOLOGIA ETC ETC.

    Ora, in ultimo, un bravo matematico, e non POETA ( li' l'ispirazione è libera....non so' se..) ci viene a dimostrare che E' STATO ED E' FASULLO TUTT'ORA il calcolo che si applica......per cui, diffido da chi crede dopo,RIPETO, tal dimostranza, moooooolto nei soli dati statistici......
    e difatti, sovente SBAGLIA:... au revoir...



  • In un precedente commento , del 18.Maggio .'12 , riguardo la Previsione stagionale estiva , avevo ipotizzato un probabile Giugno e Luglio piu stabili e caldi .

    " Lo scorso anno ,Maggio ,ed in modo particolare Aprile 2011 sono stati molto + caldi e poco piovosi , poi seguì mesi di Giugno e Luglio piu instabili e piovosi , Luglio 2011 è stato tra i piu " freschi " degli ultimi decenni. Potrebbe ( ipotesi ) avere un andamento diverso durante questa Estate,.. + caldo e stabile Giugno e Luglio , piu " fresco" ed instabile Agosto ? "

    ed infatti sembrerebbe che l'andamento di Giugno sia stato certamente piu caldo e stabile , anche la 1a decade di Luglio appare piuttosto calda.

    Intanto oggi giornata molto calda in particolare Settore Tirrenico. con molti over 30° C. pare che l'africano sia già arrivato . e secondo le previsioni siamo solo all'inizio di un ennesima ( seconda intensa ) ondata calda Afro- Sub Tropicale , parrebbe di breve durata max. 5/6 gg.

    Per la cronaca STATISTICA , spesso , ovvio , siamo in Estate , si cita l'estate del 2003 come sappiamo la + calda in assoluto , degli ultimi Secoli ,..

    ma quali sono state le estati + FRESCHE in assoluto , con T . MEDIA STAGIONALE + bassa in assoluto ,..

    , Estate del 1816 la piu " fredda " in assoluto , 1816 definito l' anno senza Estate , altrettanto " freddo " Estate del 1940 .

    probabilmente quando non si conosce la Storia Climatica . resta la polemica inutile , e si SBAGLIA.,.. poichè le MEDIE in generale , la Statistica meteo climatica , indica palesemente un Riscaldamento Globale , = Trend di Fondo = G.W. iniziato dopo la P.E.G, …a prescindere dalle medie , etc.,..basterebbe guardare le foto comparative degli ultimi decenni , dei ghiacciai Artici ed Alpini .
    In qualsiasi Argomento che si discute , esempio nel Calcio , nella Politica , Economia , ETC , sempre si citano i DATI STATISTICI .



  • @tony:

    In un precedente commento , del 18.Maggio .'12 , riguardo la Previsione stagionale estiva , avevo ipotizzato un probabile Giugno e Luglio piu stabili e caldi .

    " Lo scorso anno ,Maggio ,ed in modo particolare Aprile 2011 sono stati molto + caldi e poco piovosi , poi seguì mesi di Giugno e Luglio piu instabili e piovosi , Luglio 2011 è stato tra i piu " freschi " degli ultimi decenni. Potrebbe ( ipotesi ) avere un andamento diverso durante questa Estate,.. + caldo e stabile Giugno e Luglio , piu " fresco" ed instabile Agosto ? "

    ed infatti sembrerebbe che l'andamento di Giugno sia stato certamente piu caldo e stabile , anche la 1a decade di Luglio appare piuttosto calda.

    Intanto oggi giornata molto calda in particolare Settore Tirrenico. con molti over 30° C. pare che l'africano sia già arrivato . e secondo le previsioni siamo solo all'inizio di un ennesima ( seconda intensa ) ondata calda Afro- Sub Tropicale , parrebbe di breve durata max. 5/6 gg.

    Per la cronaca STATISTICA , spesso , ovvio , siamo in Estate , si cita l'estate del 2003 come sappiamo la + calda in assoluto , degli ultimi Secoli ,..

    ma quali sono state le estati + FRESCHE in assoluto , con T . MEDIA STAGIONALE + bassa in assoluto ,..

    , Estate del 1816 la piu " fredda " in assoluto , 1816 definito l' anno senza Estate , altrettanto " freddo " Estate del 1940 .

    probabilmente quando non si conosce la Storia Climatica . resta la polemica inutile , e si SBAGLIA.,.. poichè le MEDIE in generale , la Statistica meteo climatica , indica palesemente un Riscaldamento Globale , = Trend di Fondo = G.W. iniziato dopo la P.E.G, …a prescindere dalle medie , etc.,..basterebbe guardare le foto comparative degli ultimi decenni , dei ghiacciai Artici ed Alpini .
    In qualsiasi Argomento che si discute , esempio nel Calcio , nella Politica , Economia , ETC , sempre si citano i DATI STATISTICI .

    Il trend ""DI FONDO"" è ben altra cosa, rispetto alla statistica, il riscaldamento globale pure…...,i ghiacciai alpini vengono monitorati in altro modo e forse si farebbe meglio a conoscerlo......qui si sente....voglia di "salir in cattedra"...senza averne ne' il titolo ne' il merito...

    quando forse,forse, si sarebbe dovuto PRIMA leggere quel che sostiene un matematico al riguardo, capire ove possibile E' chiaro,perchè comprendere è bene sottolinearlo come s'evidenzia non è poi da tutti.....e magari POI, solo DOPO, aver eventualmente compreso, perche' come detto dice....."LA MATEMATICA NON E' UN OPINIONE"...,dopo si diceva casomai parlare....ma siccome tutto cio' non si fa' e non s'è fatto.....
    si vede come vi sia la tendenza a fare un gran pentolone di brodaglia primordiale....

    per me, e qui intendo chiuderla,proprio per non alimentare nessuna polemica a chi risposte se avesse A L M E N O letto, in parte, che sono calcoli basati su sciocchezze,ne avesse date al riguardo,anziche' mettere parole insieme prive di significato,per il semplice fatto che nulla dicono,sull'argomento in questione, ma anzi, tirano in ballo, tutt'altra serie di cose,

    perche' MARCHETTI, se non altro questo ha fatto, dimostrato che con un semplice calcolo,una normale equazione , non sia possibile avere ""QUELLE"" medie, a me dicevo, non resta altro che SOPRASSEDERE...

    di certo v'è una cosa : non è la smentita d'un altro scienziato....ma solo l'opinione di chi se sempre (e soltanto...aggiungerei..) avvalso delle statistiche...anche quando un uomo di SCIENZA, arriva a dimostrare il contrario!

    Per cui facilmente poi si sbaglia.....+ facilmente d'altri,perche' qui tutti sbagliamo,ma in tal caso la %...aumenta....

    ma poi, io mi chiedo....Marchetti si sa' chi è e si puo' sapere, noto matematico e fisico....ma l'altro chi e'?



  • " Il trend ""DI FONDO"" è ben altra cosa, rispetto alla statistica, il riscaldamento globale pure…...,i ghiacciai alpini vengono monitorati in altro modo e forse si farebbe meglio a conoscerlo......qui si sente....voglia di "salir in cattedra"...senza averne ne' il titolo ne' il merito..."

    potrebbe anche darsi che chi ha meriti e titoli , ma non conosce la storia climatica , i DATI Statistici , ed altro ,..... non basta solo sapere alcuni o molti indici-meteo-climatici, metterli assieme , e fare previsioni o tendenze ,

    bisogna conoscere soprattutto l'andamento meteo climatico in generale , che comprende ( in Climatologia ) il TREND di FONDO , la storia ,
    IL TREND DI FONDO E' un
    trend a LUNGO RAGGIO , che ha avuto inizio oltre un secolo fa , appunto dopo la P:E:G: , e i dati statici sono molto importanti , anche se fanno parte di fenomeni in generale METEO-Climatici , rientrano nelle osservazioni a lungo raggio , ..ed è evidente che il G:W: trend di fondo non è che cala ogni mese o anno , bisogna guardare i Grafici smussati per capire . che è chiaramente in aumento NONOSTANTE la T: MEDIA GLOBALE è stabile ,

    bisogna conoscere , le temperature Medie Annuali di inizio XX secolo e confrontarle con quelle di inizio XXI secolo , per comprendere ,..

    Cosa è la T. media globale , è quella che subisce OSCILLAZIONI in alto e verso il basso , è NON E' il G.W = trend di fondo a medio-lungo range .

    La statistica o valori termici rilevati mensilmente o annuali , certamente non è un TREND CLIMATICO ( ma segue quel andamento ) , quindi sono due cose diverse.

    l'andamento = la TENDENZA della T. Media Glob. dipenderà da DIVERSI TRENDS di differente durata ,.. l' esempio gia postato diverse volte , sono i TRENDS a medio-corto raggio , che sarebbero i Warming e Cooling trends di diversa durata .

    Semplicemente i Fattori che agiscono nel trend a corto range hanno piu influenza nel presente , che nel trend a lungo termine .

    ribadisco , vorrei fare solo informazione , e nessuna polemica ,...

    ma leggendo i tuoi commenti pare che la polemica la stai facendo " asserendo che i dati statistici non servono e sovente si sbaglia " ,.forse dovresti leggere , anche i tuoi commenti.



  • @tony:

    " Il trend ""DI FONDO"" è ben altra cosa, rispetto alla statistica, il riscaldamento globale pure…...,i ghiacciai alpini vengono monitorati in altro modo e forse si farebbe meglio a conoscerlo......qui si sente....voglia di "salir in cattedra"...senza averne ne' il titolo ne' il merito..."

    potrebbe anche darsi che chi ha meriti e titoli , ma non conosce la storia climatica , i DATI Statistici , ed altro ,..... non basta solo sapere alcuni o molti indici-meteo-climatici, metterli assieme , e fare previsioni o tendenze ,

    bisogna conoscere soprattutto l'andamento meteo climatico in generale , che comprende ( in Climatologia ) il TREND di FONDO , la storia ,
    IL TREND DI FONDO E' un
    trend a LUNGO RAGGIO , che ha avuto inizio oltre un secolo fa , appunto dopo la P:E:G: , e i dati statici sono molto importanti , anche se fanno parte di fenomeni in generale METEO-Climatici , rientrano nelle osservazioni a lungo raggio , ..ed è evidente che il G:W: trend di fondo non è che cala ogni mese o anno , bisogna guardare i Grafici smussati per capire . che è chiaramente in aumento NONOSTANTE la T: MEDIA GLOBALE è stabile ,

    bisogna conoscere , le temperature Medie Annuali di inizio XX secolo e confrontarle con quelle di inizio XXI secolo , per comprendere ,..

    Cosa è la T. media globale , è quella che subisce OSCILLAZIONI in alto e verso il basso , è NON E' il G.W = trend di fondo a medio-lungo range .

    La statistica o valori termici rilevati mensilmente o annuali , certamente non è un TREND CLIMATICO ( ma segue quel andamento ) , quindi sono due cose diverse.

    l'andamento = la TENDENZA della T. Media Glob. dipenderà da DIVERSI TRENDS di differente durata ,.. l' esempio gia postato diverse volte , sono i TRENDS a medio-corto raggio , che sarebbero i Warming e Cooling trends di diversa durata .

    Semplicemente i Fattori che agiscono nel trend a corto range hanno piu influenza nel presente , che nel trend a lungo termine .

    ribadisco , vorrei fare solo informazione , e nessuna polemica ,...

    ma leggendo i tuoi commenti pare che la polemica la stai facendo " asserendo che i dati statistici non servono e sovente si sbaglia " ,.forse dovresti leggere , anche i tuoi commenti.

    Ahhhhhhhhhhhhhhhh….........tony,tienti strette le tue statistiche e falla finita,credi che non secchi parlare verso un muro di gomma????????????

    ...quindi fa' ......................leggi..........................scrivi...............................quel che ..........cappero ti pare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Tu si' nato pe' fa' polemica e po' dici di non farne............................ma se dall'altro lato eri conosciuto insieme ad altri due o tre per aver messo su un teatrino,.. denunce contro denunce,polemica questa? Questa per te son mollichelle di pane...............STOP, intiende uste'?????


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.