Perchè questo lunghissimo blocco di alta pressione secca sul nord italia ?



  • Buongiorno a tutti,
    credo sia ormai pacifico che negli ultimi 12 mesi almeno, diciamo da marzo 2011 a marzo 2012, le regioni alpine e subalpine del norditalia (dico Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia) hanno sofferto e soffrono di un clima straordinariamente privo di precipitazioni regolari, con temperature costantemente sopra media e brevissime ma violente interruzioni accompagnate da eclatanti fenomeni (alluvionali nelle lunghe fasi calde, nevosi nelle brevi fasi fredde), con crolli termici che poi finiscono per riequilibrare in parte gli eccessi termici sul piano puramente statistico.
    Ora, sarebbe davvero interessante per chi come me non ha alcuna competenza scientifica, capire da quali cause dipenda questa situazione, intendendo per cause non solo e non tanto le "cause prime" cioè quelle immediate, fisiche (esempio spero corretto: la posizione dell'anticiclone delle Azzorre dipende dai flussi delle masse d'aria del nord emisfero, dalla direzione della corrente a getto e dal ritmo del Vortice polare). A me interessa capire meglio se esistono e quali sono le "cause seconde" cioè quelle che hanno attivato questa evidente mutazione delle cause prime.
    Se poi qualcuno vuole intervenire per negare che questa situazione esista, pazienza, la libertà è sacra, ma confesso che ometterò di leggerlo.
    Ho già letto abbastanza "robaccia" sul forum del mitico ciarlatano venditore di viagra climatico.



  • Credo che la risposta vada cercata nelle anomalie ocaniche, però non essendo esperto dall' argomento preferisco non sbilanciarmi…
    Penso che la nina c' entri qualcosa... Posto un articolo a riguardo...

    Meteo Portale Italia - Niña: gli effetti inibenti sull'inverno mediterraneo. Lo schema a zeta rovesciata

    Comunque è una anomalia che ESISTE! Inutile negarlo….



  • è un quesito non banale…si conosce l'esecutore ma non il mandante



  • Il nord Italia è sotto uno stravolgimento climatico,specie se si va a guardare piu' indietro negli annali.Ai (bei) tempi di Bernacca e Baroni ma anche ai primi di Caroselli, il N.Italia "vedeva" quantitativi in termini di freddo e neve oggi inimmaginabili.Ed è un dato di fatto. Poi ci saranno sempre quei propiziatori di "pillole" e magari fossero tutte blu,almeno ci faresti qualcosa….ma alcune son "purganti"!
    E per non dire poi, che citta' come Milano-Torino-Venezia etc. raggiungono in estate sempre gli apici di calore! E il sud..? magari sta' in una fase fresca...e ventosa
    Altro che, se non siano degli estremi questi..



  • purtroppo il nord italia ha pagato gli effetti della Nina est based..la quale coadiuvata inizialmente da un Nam che ha sforato la SOGLIA..le poche irruzioni avute da novembre a gennaio hanno tutte preso la strada orientale con basse traiettorie..segnatamente medio adriatico e sud..successivamente lo split causa warming al polo..ha fatto arrtivare quelle 3 violente irruzioni continentali con vagonate di neve in adriatico e gran parte dello stivalema è stata l'unica parentesi invernale di un inverno fino a quel punto anomalo….poi comunque si sono formati anche parecchi Hp oceanici di blocco che praticamente hanno di fatto chiuso ogni velleita'artica al nord..lasciando scoperto il fianco orientale italico...adriatico e sud docet...con tendenza che infatti vedeva il lato orientale grande favorito dal gelo e dalla neve nelle prime proiezioni invernali...mettiamoci poi le anomalie (ssta nell atlantico) passate negative a fine gennaio e il quadro è tratto...è sparito il rodano da qualche anno..quest'anno poi da registrare che la trottola del vpt ha girato a mille..non consentendo di fatto grosse irruzioni gelide..in compenso si è rivisto l'hp russo-siberiano...buon weekend a tutti



  • Io ho notato che in presenza di fenomeno Nina o al suo seguito, nei mesi che seguono, una moltitudine di fenomeni "non tipici" accadono. Ad es. =

    alluvioni ma poi siccita' negli stessi luoghi, irruzioni per il continente europeo come il caso del 2010 e quest'anno con il siberiano,blocco del flusso Atlantico non solo in febbraio come accaduto e come naturale se vi sia un altro pattern
    ma persistente.
    L'anno scorso Calbria e Sicilia flaggellate da bombe d'acqua, ora con un mini ciclone addosso che sta devastando il Siracusano l'Ennese e la prov. di Ragusa con Capo Passero che vede onde alte piu' di sei metri e venti a 115km/h.
    Be', non è proprio una situazione usuale..
    se poi ci si limita a dire "ma vi son sempre stati…." allora si puo' pure andar a dar da mangiare ai piccioni al parco..
    Uno scompenso c'è, altro che cavoli. Io ho un eta' che mi consente di ricordare bene quel che accadeva 30 anni orsono e di sicuro al tempo delle mappe che cita il P.franco, non so' se le ricordate anche voi e i protagonisti di quelle previsioni, non v'era l'ombra di tal fenomeni: per anni! non per qualche mesetto!
    Ma dov'erano i cicloncini al sud insulare di tale forza? Dov'era la siccita' cosi' oramai annualmente presente sempre poi sul N. Italia? Dov'era lo "sbalzo" termico che si osserva ora nel giro di sole 24/ 36 ore, dell'ordine talvolta di 20°!!
    fantasie, dicono che fantastichi..Be' e allora..diciamo che tutto è sempre stato uguale ad oggi
    Sapete,c'è una bella di "Toro Seduto" che recita :- " Quando l'ultimo seme della terra sara' stato sfruttato,l'ultimo pesce del mare pescato,l'ultimo albero abbattuto......allora l'uomo capira' che il denaro.....non si mangia!"
    l'applicherei come es. al caso..:confused:



  • @fnucera3bmeteo:

    è un quesito non banale…si conosce l'esecutore ma non il mandante

    Dunque il mandante (cause seconde) è ignoto. nemmeno qualche ipotesi? nulla di nulla? mi pare impossibile..
    le indagini sono ferme? indizi, ipotesi investigative?
    Il tramonto dell'ipotesi AGW ha seccato anche le menti dei climatologi?

    Da ignorante, la teoria del AGW spiegava molte cose, ma era errata (?), almeno così pensa la gran parte del mondo che gira attorno ai siti meteo; essa era artificialmente direzionata verso alcune conclusioni per auto dimostrarsi? ricordo un articolo di pochi giorni fa sferzante verso gli scienziati "caldisti" che sosteneva questo e lasciava quindi intendere che non solo i cambiamneti climatici non sono in atto in modo anomalo ma che per di più sia in atto invece un doloso orientamento della pubblica opinione verso errate percezioni del clima.
    Nulla a che fare con le "cause seconde"? col Mandante? certo, se non c'è il morto non c'è neppure nè esecutore nè mandante.



  • A mio parere, Un "certo" riscaldamento l'abbiamo pure avuto, forse c'è ancora tutt'ora, le cause di determinazione trovano molteplici scontri tra i "convinti" del AGW e i contrari.
    Ma il punto è: c'è stato o no? Io non penso a complotti in genere, è riduttivo è privo di fondamenta. Non credo che la causa sia del tutto "umana" ossia dell'attivita' cioè dell'uomo.
    Anche le distese di "risaie" è noto che producano gas metano ad esemp. o la deforestazione, perche' si sa, che le piante assorbono Co2 e rilasciano ossigeno. Una parte la fanno gli uomini, ma quanto? E se la nuova "TEORIA" ( TEORIA 2 la chiamerei) fosse solo un contrl'altare alla 1a?
    "Mentre i medici decidono,l'ammalato se ne muore"?



  • no…il contrario...il mandante è la causa primaria...sappiamo che è l'alta pressione, vortice polare ecc ma chi ce la manda sempre addosso e perchè è sempre lì non si sa...colpa del GW? Perchè errata? Non credo sia cambaito nulla...il riscaldamento c'è in fonfo in fondo...non perchè vi siano anni più freddi vuol dire che non vi sia più...se sia ascrivibile all'uomo non è dato di sapere...certo è che quanto sta accadendo è prprio in sintonia col riscaldamento globale...mondo più caldo, diminuzione del gradiente polo equatore, anticiciloni che si portano più a nord...e' una ipotesi



  • Ma L'IPCC ha pubblicato uno studio con la seguente conclusione qui riportata in tabella :

    CAUSE DEL RISCALDAM. TERRESTRE - | WATT/ m2

    EFFETTO SERRA NATURALE ca. 170

    EFFETTO SERRA ANTROPICO ca. 2,0

    IRRAGGIAMENTO SOLARE ca. 0,25

    GEOMETRIA VULCANICA ca. 0,20

    Questa l'idea quantitativa delle energie in gioco; come si vede l'antropico, secondo L'ente, ha un ruolo abbast. importante

    nonostante cio', il dibattito resta molto acceso, parte degli scienziati contesta, parte concorda, come sempre forse la verita' nel mezzo, ora non è che si vuol filosofeggiare, pero' di speculazione se ne fa' senz'ombra di dubbio,neppure strumentalismo,no,no, "speculae" proprio…altro che!
    c'è chi vende piu' camini, c'è chi vende piu' climatizzatori...ehhhh, cosi' va' il mondo,
    per quello che secondo il mio modesto parere, a sentir piu' campane.....si diventa sordi!
    Meglio a mio modo "amplificare" l'udito è sentirne poche, ma buone e sopratutto INTONATE!



  • La primavera del 1928 e successivamente l'estate, registrarono una siccita' e del caldo che rimasero a lungo nella storia del nord Italia. La val Brembana e altre vallate conobbero in quella primavera circa 80 gg. senz'acqua che poi divennero ancor piu' quando si inizio ad andare verso l'estate, che fu torrida per tutta l'area e che fece anche diverse vittime, tra lavoratori dei campi ma anche semplici cittadini.
    A fine primavera vi furono alcuni frequenti fenomeni grandiniferi, che temporaneamente allentavano la morsa e il siccitoso ma arrecavano pure dei danni a colture varie.
    La situazione era abbast. generalizzata, perche' l'Europa non se la passo' meglio; Germania e Cecoslovacchia ebbero massime prossime ai 40° con fasi siccitose fin dalla primavera anch'esse.Il fiume Elba entro' in crisi idrica e la navigazione su di esso si dovette arrestare. Il mese di Maggio di quell'anno venne poi ricordato come il piu' siccitoso in Italia dall'inizio del secolo.
    Gli anni 1911- 18'- 23', furono roventi e abbastanza poveri d'acqua anch'essi.Un'altra singolarita' fu che mano a mano che si scendesse verso sud, le temperature diminuivano (gran analogia con quanto talvolta si vede oggi..) e paradossalmente si stava meglio, con 2-3° C. in meno e maggior ventilazoine, tanto che raggiunta la Sicilia e persino la Tripolitania v'erano temperature dell'ordine di 4/5° gradi mancanti.
    Dalla cronaca dell'epoca, per gentile concessione de "IL CORRIERE DELLA SERA" :D



  • Il blocco attuale operato dall'alta in Atlantico è un fatto anomalo. E' molto probabile che sia dovuta ancora all'ingerenza della Nina che proprio in Atlantico settentr. ha degli effetti notevoli anche se non universalmente riconosciuti. Ma altre cause, visto che si è appurato che i maggiori scombussoli li crea proprio lei ,la Nina,on credo siano molto plausibili anche perchè che scompigli si sa,dove con certezza, è opinabile;
    ma se è lecito avere dei sospetti..



  • Questa Nina, e pensare come ho già avuto modo di dire che in regime Nino tuti gridavamo (io per primo) speriamo arrivi la Nina per avere inverni più freddi e estati più fresche e perturbate….beh dop il 2011 e questo scorcio di 2012 mi sono ricreduto. Ok da sola la Nina non è responsabile di tutto e ci vanno incastrati mille altri fattori, ma sta di fatto che da gennaio del 2011 la situazione è strabloccata ( salvo l'ultima decade del luglio 2011 e febbraio 2012 ma quest'ultimo solo per il centro sud).
    La domanda che mi faccio ora è la seguente: c'è da preoccuparsi oppure è solo un momento una fase se pur durevole da 15 mesi?Confido sempre sempre in chi dice " appena svaniranno gli effetti della Nina".....si ma andiamo incontro all'estate stagione di cammelli e Hp persistenti. Inutile negarlo, personalmente quest'anno affronto la bella stagione ( se tale si può chiamare) con molta ansia e preoccupazione. Qui in Veneto non piovo, tira sempre vento e fa sempre caldo. Vedo la gente che in estate passa più tempo in casa che in inverno, bambini rinchiusi dalle 8 di mattina fino a tarda sera causa clima tropicale, insomma non è il massimo. Speriamo in questa svolta, speriamo nella dinamicità del tempo, ormai sembriamo una zona come la bassa California dove sole e Hp dominano per 10 mesi l'anno.....Non è un bello sguardo al futuro....



  • Quando ho lanciato il topic speravo in un maggiore coinvolgimento della Redazione e dello Staff, ho visto invece che salvo due brevissimi appunti non è successo nulla. Non mollo l'osso e rilancio: nessuna influenza dai ripetuti (negli ultimi anni) scioglimenti estivi quasi integrali del permafrost artico? possibile che questo componente macroclimatico non eserciti nessuna azione sul clima dell'emisfero nord? mi sembra di aver letto qualcosa del genere ultimamente, in particolare riguardo alle implicazioni che la variazione di temperatura delle acque oceaniche (sia profonde che superficiali) ha sulle dinamiche di jet stream e vortice polare (e quindi saremmo daccapo: effetto GW sul clima a scala media, continentale).
    Senza scomodare le enciclopedie, qualcuno può spiegare anche solo superficialmente la fondatezza o meno di questa fonte?



  • Anch'io tempo fa ho aperto una disussione di didattica sull' anomalie delle temperature delle acque oceaniche e le influenze sul clima, ma ho ricevuto 0 risposte….:rolleyes:
    Era questa...http://forum.3bmeteo.com/didattica/1136-ssta-cosa-sono-e-come-influenzano-circolazone-atmasferica-esperti-aiutatemi.html



  • @ stevengal, ho visto che parlavi dello scioglimento permafrost…......
    Se ti interessa ho trovato un bel articolo a riguardo...
    Riscaldamento globale, più alto del previsto il contributo del permafrost - Le Scienze



  • Caravaggio vai su questo stesso forum alla discussione " NAO ed SSTA cosa sono, e cosa influenzano" c'è una parziale ma eloquente spiegazione di Simo89', del 2006, li' trovi qualcosina, s'è l'era gia' chiesta qualcun'altro..



  • Cmq,son correnti termoaline d'acqua piu' salata e meno che vanno su e giu' specie nell'Oceano Atlantico per diverse "forzanti" umane e non, ogni 20/50 anni e deterrminano anche l'AMO e altri index.



  • Grazie….:)



  • regime NINA LIKE ormai terminato, Atlantico RULEZ….....


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Il Forum di 3BMeteo sia stata persa, per favore attendi mentre proviamo a riconnetterti.